FANDOM


  • Zio Paperone e la scoperta della terza età
  • Commenti



Zio Paperone e la scoperta della terza età
Zio paperone e la scoperta della terza eta
Informazioni generali
Codice Inducks:I PM 266-1
Sceneggiatura:Giorgio Pezzin
Disegni:Ottavio Panaro
Prima uscita:1 agosto 2002
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:20
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Zio Paperone e la scoperta della terza età è una storia Disney di Giorgio Pezzin e Ottavio Panaro del 2002, pubblicata per la prima volta nel numero 266 di Paperino Mese.

TramaModifica

Paperino, Qui, Quo, Qua sono convocati urgentemente al deposito di Paperone che è in un grosso stato di depressione. Battista spiega che sono arrivati i resoconti delle catene di vendite e pare che le vendite siano in forte calo. Paperone spiega che il motivo è perché la popolazione diventa sempre più anziana mentre ci sono molti meno giovani che sono quelli che spendono maggiormente. Paperino però spiega che il motivo è che i media propongono solo modelli giovani ed le persone mature non sono rappresentate.

Paperone ha così un idea e fa partire una campagna pubblicitaria che mostra personaggi (incluso se stesso) che, pur avanti con gli anni, riescono ancora a fare ciò che vogliono. La campagna funziona e le vendite aumentano; in più molti anziani lasciano le case di riposo chiedendo di essere reinseriti in società e lavorare. Rockerduck, per non rimanere indietro rispetto al suo rivale, decide di seguire la stessa via.

Paperino però fa notare ai nipotini che la cosa sta sfuggendo di mano. Infatti cominciano ad avvenire diversi incidenti a causa dei malanni tipici dell'età avanzata ed il sindaco convoca sia Paperone che Rockerduck dando loro la colpa per aver azzoppato mezza città. Rockerduck comunque è soddisfatto perché, avendo cominciato la campagna per primo, sarà Paperone a pagare maggiormente. Ma Paperone ribalta le cose con un nuovo spot dove pubblicizza prodotti contro gli acciacchi avendola di nuovo vinta sul rivale.

PubblicazioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.