Zio Paperone e la luna a 24.000 odorati
Zio Paperone e la luna a 24.000 odorati.jpg
Informazioni generali
Codice Inducks: I PM 271-1
Sceneggiatura: Fabio Michelini
Disegni: Andrea Maccarini
Prima uscita: 1 gennaio 2003
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine: 28
Lingua originale: italiano
Casa editrice: Walt Disney Italia



Zio Paperone e la luna a 24.000 odorati è una storia breve di Fabio Michelini e Andrea Maccarini, pubblicata per la prima volta sul numero 271 di Paperino Mese.

Trama

Zio Paperone commenta il trambusto causato da delle persone che vogliono enrare in una sala. Tuttavia, provocato da Paperino, decide di entrare dopo aver pagato la guardia. Sembra si stia tenendo un asta per una cassetta di metallo di cui nessuno conosce il contenuto. Sorprendendo Paperino, Paperone offre e la ottiene per 5 milioni di dollari. Spiega quindi al nipote che il suo proverbiale fiuto gli ha fatto sentire la possibilità di un affare. Per precauzione la fa aprire da Archimede nel suo laboratorio scoprendo che si tratta di un sasso che emette un particolare odore. Si tratta infatti di "sniffanio", un elemento sconosciuto sulla Terra staccatosi da una piccola luna scoperta di recente chiamata Snuffone. Ma l'unica particolarità è che emette odori e profumi stellari.

Giorni dopo, Paperino va a trovare lo zio per scoprire cosa ne ha fatto del sasso. Paperone gli spiega che ha ricevuto molte offerte per lo sniffanio, ma non può accontentare tutti. Paperino allora gli dice di mandare un astronave da carico su Snuffone per prelevarne altro, idea che lo zio approva e manda subito una nave guidata da dei robot. La superfice di Snuffone è inattaccabile, tuttavia ci sono molti sassi che vengono raccolti. I sassi vanno a ruba tra i compratori, ma Paperone ha un brutto presentimento. Infatti le vendite cominciano a calare drasticamente perchè ormai chi poteva permetterselo l'ha già comprato. Ma arriva una notizia ben peggiore: aver tolto materiale da Snuffone ha fatto uscire il satellite dalla sua orbita ed ora c'è rischio che precipiti sulla Terra. Paperone preferisce non preoccuparsi e va a dormire. Ma ha un incubo in cui il Snuffone precipita proprio a Paperopoli distruggendo tutto compreso il suo Deposito.

Risvegliatosi, Paperone capisce che deve intervenire e chiede aiuto ad Archimede. Purtroppo i test sullo sniffanio dimostrano che è un materiale indistruttibile. La soluzione sopraggiunge con Qui, Quo, Qua che mostrano allo zio come il pezzo di sniffanio che ha regalato loro è diventato molto piccolo ipotizzando che forse l'hanno annusato troppo. Archimede pensa che sia questa la soluzione e costruisce un razzo fiutatore che orbiterà intono a Snuffone finchè non l'avrà consumato. Il piano funziona e Snuffone viene neutralizato. Ma Paperone ha ancora delle scorte di snifannio nel Deposito ed il razzo, seguendo la sua programmazione, si schianta sull'edificio. Archimede e Paperone sono quindi costretti a scappare da Paperone che li incolpa per i loro consigli.

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.