FANDOM


  • Zio Paperone e la leggenda di McPaper
  • Commenti



Zio Paperone e la leggenda di McPaper
Zio Paperone e la leggenda di McPaper
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2345-6
Sceneggiatura:Eliseo Pizzocaro
Disegni:Lara Molinari
Prima uscita:7 novembre 2000
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:35
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia


"È proprio vero! La musica è uno dei beni più preziosi."
Il commento finale di Paperone

Zio Paperone e la leggenda di McPaper è una storia di Eliseo Pizzocaro e Lara Molinari, pubblicata per la prima volta sul numero 2345 di Topolino.

TramaModifica

A Paperopoli viene indetta una festa di bentornato per Prof Book, illustre cittadino di ritorno da un nuovo viaggio per il mondo alla ricerca di parole nuove per l'enciclopedia Treppaperi. L'eccentrico professore, accompagnato dalla moglie Piastrella, torna così a casa mettendosi a dare una pulita e sistemare i veri oggetti che hanno portato per poi andare a dormire giunta la sera.

Topolino 2345 - 159

Al Deposito però qualcuno non dorme. Paperone viene svegliato dalla musica di una cornamusa suonata dal fantasma di un suo antenato che si presenta come McPaper. Paperone crede si tratti di un ladro e chiama le guardie, ma solo lui sembra in grado di vederlo o sentirlo. nei giorni successivi, McPaper continua a tenerlo sveglio e, disperato, Paperone chiede aiuto a Pico de Paperis, ma McPaper sabota ogni possibilità di ricerca spiegando che continuerà finchè non sarà sicuro delle intenzioni di Paperone. Il fantasma sembra faccia la guardia al tesoro di famiglia in Scozia finchè non troverà un degno successore e sparisce essendo finito il tempo a disposizione. Pico decide allora di rivolgersi al suo maestro che si scopre essere il Prof Book. Paperone e Pico vanno così da Book che, da un libro sulla leggende scozzesi, racconta che McPaper era il papero più ricco della Scozia ed un grande benefattore tanto che fece costruire una scuola con un campo sportivo. Il segreto della sua ricchezza smebra fosse nascosto nella musica della sua cornamusa.

Paperone decide di andare allora in Scozia a cercare il tesoro chiedendo a Book e moglie di accompagnarlo mentre Paperino e nipotini vengono reclutati come solito. Giunti in Scozia, cominciano così a cercare il castello di McPaper. Lungo il tragitto Qui, Quo e Qua notano una strana roccia che assomiglia ad una cornamusa. Dopo una lunga camminata, il gruppo arriva finalmente al castello dove affittano una sistemazione. Durante la notte il fantasma di McPaper ricompare e Paperone fa un patto con lui: darà una parte del tesoro in beneficenza in cambio di un indizio.

Topolino 2345 - 180

Il mattino seguente, Paperone mostra a Book uno scritto lasciatogli da McPaper in cui si parla di un qualcosa di musicale nato dal soffio del vento. Book capisce che si riferisce alla roccia a forma di cornamusa che suona grazie al vento. Tornati alla roccia Paperino prova a soffiarci senza successo ed i nipotini trovano una pergamena che ostruiva la roccia. Si tratta di un altro indizio che dice di trovare il riflesso della musica. Paperino cade nel fiume mentre osserva un pesce scozzese e, nel salvarlo, vengono trovate delle note musicali scolpite sotto un ponte e sul prato che formano un sentiero. Seguendole arrivano ad una cascata e dietro di essa trovano una grotta con tante scale e diverse porte. Su alcune di esse c'è un diapason e Book dice di provarli a farli suonare tutti insieme. Il suono derivato comincia a far crollare la grotta e, nella fuga, Paperone trova un nota musicale fatta d'oro. Caduti dentro un fiume sotterraneo, il gruppetto si ritrova all'esterno e Book commenta che la nota è una chiave.

Tornati al castello, Paperone chiede a cosa serve la chiave e McPaper gli indica la porta della stanza del tesoro nascosta dietro il camino. Dopodiché se ne va rammentando al discendente la sua promessa. Trovato il tesoro, il gruppo torna a Paperopoli e Paperone porta nel tesoro al Deposito. Per mantenere la sua promessa, fa quindi costruire un grande centro sportivo e McPaper è soddisfatto dato che Paperone ha speso più di quanto aveva promesso. Decide quindi di ricompensarlo e, giunta la notte, gli chiede di suonare la sua vecchia cornamusa. Con sorpresa di Paperone, insieme alla musica fuoriescono anche delle antiche monete scozzesi e McPaper commenta che è quello il vero tesoro che solo i più generosi possono ereditare.

CuriositàModifica

  • È l'unica storia scritta da Eliseo Pizzocaro.
  • L'enciclopedia Treppaperi è una citazione alla famosa enciclopedia Treccani.

Pubblicazioni italianeModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.