FANDOM


  • Zio Paperone e la ghiaia filosofale
  • Commenti



Zio Paperone e la ghiaia filosofale
Zio Paperone e la ghiaia filosofale
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3127-2
Sceneggiatura:Federico Buratti
Disegni:Paolo De Lorenzi
Prima uscita:3 novembre 2015
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:30
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Panini Comics



Zio Paperone e la ghiaia filosofale è una storia di Federico Buratti e Paolo De Lorenzi, pubblicata sul numero 3127 di Topolino.

Trama

Dal suo Deposito, Paperone respinge uno dei soliti assalti di Amelia quando trova un giornale che la strega ha perso che parla del mondo di streghe e stregoni. Vede una notizia messa in evidenza che parla di un convegno di arti stregonesche che si dovrà tenere in Ducksilvania e che avrà come ospite d'onore l'alchimista Atanoruis che presenterà la sua ultima scoperta, la ghiaia filosofale che trasforma il metallo in oro. Paperone è nturalmente molto interessato alla scoperta, ma l'unico modo per mettersi in contatto con l'alichimista è andare al convegno col rischio di imbattersi in Amelia. Ma prima deve convincere Paperino (interrompendo il suo appuntamenteo con Paperina che si arrabbia per l'interferenza) dicendogli che devono andare ad un generico convegno di magia, argomento che interessa Paperino pensando si tratti di illusionismo.

Così, la mattina dopo, i due partono per l'Europa e Paperino ha portato una valigietta coi suoi trucchi che vuole mostrare. Ma quando sono costretti a buttarsi dal paracdute giungendo in Ducksilvania, lo zio confessa il suo vero scopo e Paperino, non potendo tornare a casa da solo, è costretto a seguirlo. Verso sera, raggiungono il luogo del convegno all'aperto ed indossano un cammuffamento per non farsi riconoscere. L'addetta alla reception si rivela essere proprio Amelia che fortunatamente li scambia per i due potenti stregoni Tontolonius e Impiastrus ed è onorata che la conoscano. I due paperi vanno quindi all'area conferenze sedendosi tra il pubblico in attesa di Atanoruis. Paperino si allontana un attimo nel bosco per rispondere ad una telefonata di Paperina e, sentendosi sicuro, si toglie la maschera e racconta alla fidanzata cosa succede. Purtroppo Amelia, che lo stava spiando per chiedergli un autografo, scopre così la presenza sia di lui che di Paperone e decide di sfruttare la cosa. Prima di tornare tra il pubblico, Paperino aquista un filtro super-fertilizzante per fare pace con Paperina conoscendo la sua passione per il giardinaggio.

Arriva finalmente il momento di Atanoruis, ma viene interrotto da Amelia che, nell'intendo di smascherare i due papepri, chiama sula palco i grandi Tontolonius e Impiastrus per una dimostrazione di magia. Paperone e Paperino usano allora i trucchetti dalla valigia del secondo che il pubblico, divertito, scambia per uno spettacolo comico. Amelia si vede perciò costretta a togliere loro direttamente le maschere. I paperi si danno quindi alla fuga dalla folla inferocita e Paperino usa il filtro fertilizzante per creare una barriera di alberi enormi. Ricevono inoltre l'aiuto di Atanoruis che li nasconde sotto un mantello speciale e dice di voler proporre un affare a Paperone.

Tornati a Paperopoli, Atanoruis gli dà una dimostrazione della ghiaia filosofale che trasforma il metallo in oro, ma solo a 4 carati e non zecchino (essendo ghiaia e non una pietra filosofale). L'alchimista è disposto a dargliela se in cambio Paperone gli insegnerà come diventare un magnate della finanza essendo stanco di provare ad usare l'alchimia per arricchirsi. Paperone, considerando che l'oro è sempre oro, accetta. Nel frattempo Paperino sta portando delle rose a casa di Paperina quando si ricorda che gli è rimasto un pò di filtro e rende le rose enormi dicendo per telefono alla fidanzata di vedere che sorpresa le ha preparato.

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.