FANDOM


  • Zio Paperone e la gara sul fiume
  • Commenti


Zio Paperone e la gara sul fiume
Garasulfiume
Informazioni generali
Nome originale:The Fantastic River Race
Codice Inducks:W USGD 1-02
Sceneggiatura:Carl Barks
Disegni:Carl Barks
Prima uscita:agosto 1957, Uncle Scrooge goes to Disneyland, n° 1
Prima uscita italiana:10 agosto 1958, Topolino n° 192
La storia
Personaggi principali:


Numero pagine:20
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Dell Comics



Zio Paperone e la gara sul fiume (The Fantastic River Race, in originale) è una storia a fumetti Disney scritta e disegnata da Carl Barks. Viene pubblicata per la prima volta nell'agosto 1957 in America e quasi a un anno di distanza in Italia.

TramaModifica

In visita a Disneyland, Paperon de' Paperoni propone a Nonna Papera una gita sul battello a pale. Alla richesta della Nonna, il ricco papero spiega che quel tipo di imbarcazione gli ricorda un periodo avventuroso della sua giovinezza, e inizia a raccontare un episodio particolare.

Nel tardo Ottocento, Paperone era capitano di un battello a pale chiamato Ciccio Dollaro in attività sul fiume Mississippi, e, con la collaborazione del tecnico Cacciavite Pitagorico, usava la sua imbarcazione per commerci e trasporti di vario tipo. I suoi rivali erano già allora i Bassotti (ossia i padri e gli zii dei criminali del presente disneyano), capitanati dal loro padre, Bassotto Cuornero (più tardi noto come Nonno Bassotto), che a bordo della loro Strega del fiume imperversavano sul Mississippi compiendo furti e azioni piratesche di ogni tipo.

L'episodio su cui Paperone si sofferma è l'incarico, a lui affidato dal sindaco della località Porto Tasso, di prelevare un carico d'oro dalla banca di Villabaco per trasportarlo a New Orleans. Il telegramma con il messaggio fu immediatamente intercettato dai Bassotti, che si imposero di arrivare a Villabaco prima di Paperone in modo da impossessarsi dell'oro.

La gara sul fiume fra i due battelli non vide esclusione di colpi, e sembrò che Paperone, con il determinante aiuto di Cacciavite - che nell'occasione inventò sia il motore a petrolio che l'elica come mezzo di propulsione - potesse arrivare per primo a Villabaco, quando uno spaventoso ciclone sconvolse la regione, sollevando imbarcazioni ed edifici e facendo perdere completamente il senso dell'orientamento ai naviganti. Il Ciccio Dollaro, con disappunto di Paperone, si ritrovò di nuovo a Porto Tasso, vanificando tutti gli sforzi precedenti.

Tuttavia, la banca stessa di Villabaco con tutto il suo contenuto era stata trasportata dal ciclone a Porto Tasso, quindi Paperone riuscì a prelevare l'oro e a portare a termine l'incarico.

Pubblicazioni in ItaliaModifica

La storia è stata edita otto volte in Italia:

Storia precedente Zio Paperone e la gara sul fiume Storia successiva
Paperino e il mago della pioggia

Magodellapioggia

Agosto 1957 Paperino insegna l'arte

Insegnalarte

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.