FANDOM


  • Zio Paperone e l'orto delle meraviglie
  • Commenti



Zio Paperone e l'orto delle meraviglie
Zio Paperone e l'orto delle meraviglie
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1723-B
Sceneggiatura:Carlo Panaro
Disegni:Sandro Dossi
Prima uscita:4 dicembre 1988
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:29
Lingua originale:italiana
Casa editrice:Walt Disney Italia



Zio Paperone e l'orto delle meraviglie è una storia di Carlo Panaro e Sandro Dossi, pubblicata per la prima volta nel numero 1723 di Topolino.

Trama

L'azienda agricola di Paperone è in difficoltà. Causa impoverimento del suolo e il divieto di usare concimi chimici, l'ultimo raccolto è stato misero ed i loro prodotti immangiabili. Il miliardario dovrebbe spendere per comprare fertilizzanti naturali riducendo i profitti. Paperone spera allora nella sua clientela affezionata e si fa riaccompagnare al Deposito da James. Ma il giorno dopo arrivano un sacco di disdette da fruttivendoli e supermercati. Paperone deve rassegnarsi a spendere ed esce fuori a fare una passeggiata. Vede un assembramento di persone tra cui Paperino ed i nipotini che hanno comprato delle mele squisite a buon prezzo. Paperone incontra la proprietaria, una contadina che usa un particolare concime naturale per rendere i suoi prodotti perfetti e ne ha una quantità tale per decine di campi. Paperone si offre di comprarlo e la contadina accetta spiegando che il concime si trova su un'isoletta al largo di Paperopoli.

Accompagnanato da Paperino e nipoti, Paperone sbarca sull'isoletta i cui alberi sono ricchi di frutta. Ma la contadina scappa via col battello e si rivela essere Amelia che ha architettato tutto per intrappolare il papero e rubare la Numero Uno indisturbata. Come non bastasse, i paperi scoprono che i vegetali dell'isola sono stregati e devono scappare da un attacco di ortaggi. Paperino invece deve liberarsi di banane grandi come una persona e dotati di braccia e gambe che sono un po' troppo affettuose. Per scappare è necessario costruire una zattera, ma delle zucche sono a guardia del legno necessario e Paperino viene scacciato nel tentativo di convincerle. Qui, Quo e Qua però trovano una baby-zucca smarrita e, capendo che è la loro figlia, la riportano a suoi genitori che permettono di passare. Il legno però è troppo fradicio. Qui, Quo e Qua parlano del loro problema e alla baby-zucca che ha un idea. Usando le zucche come appoggio e le banane come eliche in modo da fermare degli elicotteri naturali, i paperi riescono a scappare dall'isola e Paperone porta con sé qualcosa da usare contro la strega.

Al Deposito, Amelia supera le difese di aglio con uno spray anti-odori e si appresta a rubare la Numero Uno, ma viene attaccata da un grosso bulbo d'aglio portato dall'isola. Il suo odore è troppo forte per lo spray della strega che deve darsela a gambe mentre Paperone si gode la scena.

Curiosità

  • Su Topolino l'attribuzione ufficiale dei disegni è genericamente attribuita allo "Staff di IF".

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.