FANDOM


  • Zio Paperone e il segreto della segretaria
  • Commenti



Zio Paperone e il segreto della segretaria
Segretodellasegretaria
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 584-B
Sceneggiatura:Osvaldo Pavese
Disegni:Giuseppe Perego
Inchiostri:Giuseppe Perego
Prima uscita:5 febbraio 1967, Topolino n° 584
La storia
Personaggi principali:


Numero pagine:31
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



Zio Paperone e il segreto della segretaria è una storia scritta da Osvaldo Pavese, disegnata e inchiostrata da Giuseppe Perego, pubblicata per la prima volta in Italia il 5 febbraio 1967 su Topolino n° 584.

Trama

Uno dei Bassotti conduce altri quattro della banda in un covo per presentare loro tale Cagliostro un suo amico particolarmente ferrato nelle invenzioni. Appena arrivati, i cinque vengono accolti con un dispositivo che li prende a pugni e poi a sculacciate, predisposto dallo stesso Cagliostro per allontanare gli estranei; finalmente presentatosi, il padrone di casa sembra dispostissimo a collaborare con i piani truffaldini dei Bassotti, ma le sue invenzioni appaiono tutte fallimentari, con l'eccezione di una: un anello con finta perla in cui è inserita una minuscola radio trasmittente, che permette di captare qualunque conversazione a distanza.

I Bassotti progettano subito di far penetrare qualcuno con l'anello nel Deposito di Paperon de' Paperoni per carpire i segreti del papero più ricco del mondo e così trovare un modo per derubarlo. L'unica persona di sesso femminile che possa portare un anello e rimanere continuamente a contatto con Paperone senza destare sospetti è Miss Paperett: quindi, i malviventi decidono che uno di loro, in incognito, corteggi la segretaria per poi donarle il gioiello.

Il trucco riesce: l'attempata signorina, evidentemente insoddisfatta della sua condizione di zitella, accetta di buon grado le attenzioni dello sconosciuto, che dopo averle offerto fiori e averla portata a ballare la prega di accettare l'anello come pegno del loro amore. Il giorno dopo Miss Paperett torna sul posto di lavoro stranamente allegra e con il nuovo accessorio, che però Paperone non nota, concentrandosi sul suo prossimo progetto: trasferire parte del suo denaro in campagna nascosto in covoni di grano, travestendosi da contadino e con l'aiuto di Paperino e Qui, Quo, Qua.

Dal covo di Cagliostro, i Bassotti sentono tutta la conversazione grazie all'anello, e preparano un'imboscata al camion di Paperone. I finti covoni, malgrado le precauzioni del ricco papero, finiscono in mano ai delinquenti senza che i paperi ci capiscano nulla. In seguito, Paperone decide di trasferire altre somme di denaro proprio per scongiurare altri furti: in questo senso, comunica varie ubicazioni di depositi segreti in presenza di Miss Paperett, ma dimentica di citare uno del Mato Grosso, di cui invece parla a un suo contabile. Poco dopo, tutti i depositi segreti vengono svaligiati dai Bassotti, con l'eccezione di quello del Mato Grosso.

Qui, Quo e Qua cominciano a indagare, insospettiti dalla coincidenza per cui i criminali sembrano essere al corrente di tutto ciò che sa Miss Paperett. Dopo aver pedinato la segretaria, la vedono in una gelateria con il suo presunto fidanzato, e in lui riconoscono un Bassotto, e si convincono che è stata ingannata; quindi decidono di dirle tutto, pur spezzandole il cuore, ed escogitano un sistema per punire i ladri anche del comportamento scorretto con l'anziana signorina.

In pratica Paperone deve parlare di fronte all'anello e affermare di avere nascosto un'importante somma in una torre isolata fuori Paperopoli. I Bassotti e il loro complice si precipitano nell'edificio, ma lì trovano ad attenderli la polizia, che ha sufficienti prove per incriminarli. I malviventi finiscono in carcere e Miss Paperett deve rinunciare definitivamente ai suoi sogni per riprendere la vita quotidiana.

Analisi

Zio Paperone e il segreto della segretaria, pur potendosi considerare da vari punti di vista solo un dignitoso esempio di produzione media della scuola italiana degli anni '60 (e piuttosto penalizzata dai disegni di Perego, talvolta rigidi o poco proporzionati), risulta interessante per il ruolo importante attribuito a Miss Paperett a poco più di cinque anni di distanza dalla sua creazione da parte di Carl Barks, e in anticipo di vari decenni rispetto alla "modernizzazione" del personaggio dovuta a Silvia Ziche. Altro motivo di interesse è l'introduzione dello scienziato criminale Cagliostro (caratterizzato anche in senso comico in quanto maldestro quanto e più dei Bassotti), che fu ripreso altre volte fra gli anni '60 e '70.

Curiosità

  • In questa storia Miss Paperett non abita al Deposito, ma in una villetta simile a quelle di Paperino o di Paperina.

Pubblicazioni

La storia è stata edita cinque volte in Italia:

Inoltre è stata tradotta e pubblicata in Cile, Colombia, Finlandia, Francia, Germania e Olanda.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.