FANDOM


  • Zio Paperone e il Grande Papero
  • Commenti



Zio Paperone e il Grande Papero
Zio Paperone e il Grande Papero
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1913-E
Sceneggiatura:Nino Russo
Disegni:Corrado Mastantuono
Prima uscita:26 luglio 1992
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:42
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia


"Sogni d'Or...well Paperone!"
Paperone quando comincia a sognare

Zio Paperone e il Grande Papero è una storia di Nino Russo e Corrado Mastantuono, pubblicata la prima volta sul numero 1913 di Topolino.

La storia è una parodia del libro 1984 di George Orwell.

Trama

Deposito. È pomeriggio e Paperone ha un diverbio coi suoi impiegati (tra cui Paperino) perché se ne stanno andando due minuti prima che finisca l'orario di lavoro. Paperone ha anche da ridire su eventuali sprechi non volendo che la carta straccia venga buttata e minacciando di detrare tutto dai loro stipendi. Indice così una riunione per il giorno dopo mentre Paperino è costretto a rimanere perché oggi è il suo turno di pulire l'ufficio. Paperino lo accusa di sfruttarli impunemente mentre Paperone è convinto dei suoi metodi. Arrivato così il giorno della riunione, Paperone riceve la visita di Qui, Quo, Qua che invita ad ascoltare il suo discorso agli impiegati. Paperone illustra così le sue nuove linee guida che prevede di contrallarli strettamente per il bene dell'azienda aumentando i loro doveri e diminuendo i diritti. Come non bastasse, Paperone ha persino realizzato dei manifesti col suo volto per ricordar loro che li tiene sotto controllo. Poco dopo, nel suo ufficio, Paperone viene criticato duramente dai nipotini per i suoi metodi e lo paragonano al despota del romanzo 1984 di George Orwell che controllava tutti. Gli lasciano così il libro consigliandolo di leggere. Paperone è sicuro di avere ragione e che ogni grande istituzione necessaita di un capo che impedisca il sorgere del caos. Decide lo stesso di leggere il libro finendo con l'addormentarsi e cominciare a sognare.

Il sogno si apre nel 2084 dove buona parte del mondo è sotto il controllo commerciale del Grande Papero (Paperone) il cui dominio parte del Regno di Paperonia ed ha come unico rivale l'altrettanto bieco Rockerdukius (Rockerduck). Il Grande Papero ha raggiunto questo potere aumentando i turni di lavoro fino a 18 ore al giorno (sabato compreso) ed usando piccoli robot volanti monocoli che controllano i cittadini. Avido di potere, progetta di dedicarsi agli altri pianeti quando la Terra sarà interamente sua. Assistito dal suo consigliere Goble, egli obbliga i fratelli di Paperonia (ovvero i cittadini) anche ad ascoltare i suoi discorsi propagandistici dove cerca di convincere tutti che avrano benefici dalla vittoria finale sul loro nemico. Paperinus (Paperino) è uno dei pochi a non essere convinto ed il suo amico Bill lo invita a bere un'aranciata. Ma non una finta aranciata venduta dalle aziende del Grande Papero, ma un reale fatta in casa. Cosa che però è illegale; Bill viene così scoperto e catturato da uno degli robot volanti mentre Paperinus si nasconde in tempo per poi vedere più tradi l'amico messo in gabbia letteralmente. Paperinus inoltre ha una cotta per Paperina, capitano del gruppo di polizia che lotta contro gli assentisti, e la invita per il pinic domenicale sperando in una risposta affermativa. Paperinus torna così a casa dai nipotini e, vedendo l'orrido pasto sintetico, ricorda come la situazione era diversa in pasato. Poco dopo riceve la risposta di Paperina che accetta l'invito anche se dovranno andare in autobus per combattere l'uso della benzina, in parte ancora sotto controllo di Rockerdukius. Paperinus pregusta già di passare una bella giornata con lei e della torta vera che viene consegnata ad ogni cittadino. Durante il tragitto, il loro autobus viene però fermato dal capitano Gastonius (Gastone) che porta il nuovo ordine del Grande Papero per cui gli autobus domenicali dovranno essere spinti a mano per ridurre l'uso della benzina. Paperino viene così scelto insieme ad altri arrivando stanco al picnic. Gastonius cerca anche di provocarlo mettendo in dubbio la sua fedeltà. Più tardi il borioso capitano presenta i giochi indetti dal municipio con il vincitore che avrà l'onore di stringere la mano al Grande Papero. Spinto da Paperina, Paperinus partecipa e vince tutti i giochi facendo un ottima impressione sulla papera che comincia a sentirsi attratta da lui. La cosa provoca la gelosia di Gastonius che ricorda alla sua collega che sono loro proibiti gli eccessi sociali coi sottoposti. Nel frattempo il Grande Papero discute con Gobble su come vincere definitivamente sul suo nemico e questi gli proprone allora di togliere il dolce domenicale sostituendole con prodotti sintetici assicurandogli che nessuno protesterà. Il giorno dopo, il Grande Papero appare così in prima persona davanti ai cittadini e chiede loro di rinunciare alla torta domenicale per la vittoria finale. Ma stavolta tutti, incluso, Paperinus cominciano a protestare e ribellarsi. Anche Paperina commenta che si è superato il limite e si rivolta colpendo Gastonius mentre riconosce in Paperinus il suo vero Grande Papero. Con i robot volanti distrutti, il despota viene attaccato dalla folla inferocita e si dà alla fuga con Gobble.

L'incubo finisce e Paperone si risveglia cominciando a temere di aver esagerato e che anche i suoi impiegati potrebbero rivoltarsi contro di lui. Decide così di cambiare le cose ed il giorno dopo annuncia a tutti che non ci sarà alcun controllo, aumenterà la durata della pausa ad un quarto d'ora e la loro paga di 10 cent al mese. Felici, Paperino e gli altri impiegati festeggiano così Paperone.

Confronto con l'originale

La storia Disney è naturalmente una versione molto soft che prende solo alcuni elementi dal libro di Orwell. Per esempio il Grande Fratello non appare mai e non si sa neanche se esista, mentre Paperone, nel suo sogno, immagina di essere lui stesso; tutto il contesto politico-sociale viene sostituito nel sogno di Paperone da un impero economico dove tutti devono lavorare per lui. Inoltre la storia originale termina in modo amaro, col protagonista Winston che in seguito a una serie di manipolazioni finisce per conformarsi al volere del Grande Fratello e perde l'amore della sua amata Julia; invece il sogno di Paperone termina con Paperino ed i cittadini che si ribellano cacciando il despota.

Pubblicazioni italiane

  • Topolino 1913 (1992)
  • Paper Fantasy 23 (1998)
  • Disney Kids 17 (1999)
  • Paperino Mese 293 (2004)
  • I Classici della Letteratura 26 - Zio Paperone e... il vecchio e il mare (2006)
  • I Classici della Letteratura (2a edizione) 30 - Zio Paperone e... il vecchio e il mare (2013)
  • Topostorie Disney 40 - Vacanze virtuali (2017)
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.