FANDOM


  • Wizards of Mickey - Mondimontagne
  • Commenti


Wizards of Mickey - Mondimontagne
Mondimontagne
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3124-1P
Sceneggiatura:Matteo Venerus
Disegni:Roberto Marini
Prima uscita:13 ottobre 2015

Topolino 3124

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:50
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Mondimontagne è una storia scritta da Matteo Venerus e disegnata da Roberto Marini, appartenente alla saga Wizards of Mickey, pubblicata per la prima volta il 13 ottobre 2015 su Topolino 3124. La storia è divisa in due parti, entrambe uscite sullo stesso numero di Topolino, è segna il ritorno dei Wizards of Mickey sulle pagine della rivista dopo un lungo periodo di assenza.

TramaModifica

Mondimontagne 0001

L'arrivo su Mondimontagne

I Wizards of Mickey sono stati inviati dal Maestro Nereus nelle brughiere del nord per controllare delle vibrazioni provenienti da qualche fonte magica e prevenire eventuali pericoli. Il volo a bordo del Drago di ferro procede bene finché delle montagne non sbucano dal nulla e un vortice tempestoso fa precipitare i Wizards of Mickey costringendoli ad abbandonare il loro mezzo di trasporto lanciandosi fuori da esso. In caduta libera vengono afferrati da un Grifone, Grifonibbio, che sottrae loro i bordoni magici e li porta al cospetto dei suoi padroni: dei nani del clan dei canuti.

I nani si dimostrano un po diffidenti nei confronti dei Wizards of Mickey e dei maghi in generale definendoli irrispettosi e avidi di potere ma sentendo che loro sono stati mandati dal nobile Nereus decidono di fidarsi di loro rivelandogli che il potere misterioso che cercano potrebbe celarsi in profondità delle loro terre e che la sua smaniosa ricerca potrebbe far crollare le montagne. I Canuti raccontano anche del loro legame con le rocce e della loro arte nel plasmarla e che un tempo i loro quattro clan vivevano tutti assieme in mezzo agli altri popoli finché il sapere magico non si diffuse e si iniziarono a creare sfide per il potere. Fu allora che i nani emigrarono verso nuove terre, nonostante il Maestro Nereus provò a convincerli che gli stregoni potessero migliorare, fino a giungere a mondimontagne, alture ricchissime secondo il nano Mangur, dove avrebbero potuto trovare ogni tipo di materiale: dal più comune al più raro.

Mondimontagne 0002

I Wizards of Mickey vengono scortati dai Nani Bruni fino alla prossima destinazione

Dopo il racconto un terremoto scuote la terra e i canuti indirizzano i Wizards of Mickey verso il prossimo clan dei nani poiché il tempo stringe. Pippo ripara il meccanismo bloccato che condurrà i Wizards of Mickey dai Nani Bruni mentre Paperino ottiene un bel bernoccolo come segno lascia passare per il prossimo clan. Atterrati su una valle piena di neve i Wizards of Mickey vengono presto accolti dai Nani Bruni che dopo aver notato il lascia passare datogli dai Nani Canuti li scortano con i loro Muschyak da slitta alla prossima meta. Nel tragitto il Nano Bruno svela ai Wizards of Mickey che quando arrivarono su mondi montagne lo scoprirono dominato da una creatura colossale e in collera: Terraxus. Il Terraxus, creatura elementale, era capace di muoversi nella roccia traendone energia ma costretto a rimanervi sempre legato e perciò infuriato. I nani sarebbero voluto fuggire ma lo scaltro Mangur aveva altri piani per il suo popolo e dopo aver costruito una macchina volante attirò la creatura fuori dalla valle mentre altri nani, al suo comando, calibrarono l’esplosione di un ghiaccio che travolse l'elementale spezzandone cosi il contatto roccioso e ibernandolo. Eliminato il pericolo tutti seguirono Mangur nelle miniere scavando e arricchendosi ma quando egli non volle fermarsi scoppiò il dissenso che portò alla divisione dei clan anche se tutto ciò non fermò Mangur che continuò nei suoi scavi. Altre scosse continuano a scuotere mondi montagne e Burz, il nano bruno, scorta i Wizards of Mickey lungo delle grotte di ghiaccio. dove all'interno ce anche il Terraxus ibernato che rischia di risvegliarsi se i terremoti dovessero rompere la lastra di ghiaccio in cui è rinchiuso., fino a farli arrivare in zone più rigogliose e terra dei nani biondi.

Mondimontagne 0003

Nani Biondi e Wizards of Mickey contro i Zannorchi

In questa nuova aera i Wizards of Mickey si trovano ad affrontare da subito dei Zannorchi ritrovandosi presto circondati. In loro aiuto giungono però i Nani Biondi a cavallo dei loro Ponycorn che disperdono gli zannorchi facilmente. Dopo essersi presentato il Capitano Armin svela che Mangur è alla ricerca di una minuscola polvere onnipresente che trasmette il suo incanto nelle ere chiamato Aurobastro e che consentirebbe ai Nani di avere un immenso potere che li eleverebbe sopra tutti, persino ai maghi. Il capitano è piuttosto preoccupato poiché se Mangur continuerà i suoi scavi devastanti gli altri nani saranno pronti a dargli battaglia. Armin concede una possibilità a Topolino per fermare tutto prima che la battaglia si scateni facendoli scortare alle miniere da Gnorri, un’infiltrata tra i Nani Fulvi. L’infiltrazione avviene con successo e Topolino riesce a spiare i loschi piani del nano Mangur assetato di potere finché quando e pronto per cercare di fare rinsavire il nano Gnorri lo blocca rivelandosi una doppio giochista e facendolo circondare dal suo clan.

Mangur è pronto a seguire i piani di Gnorri cioè usare la magia per estrarre l'Aurabastro ma nonostante gli avvisi di Topolino che la magia è delicata i Nani Fulvi finiscono per provocare altri terremoti usando i doom spider nel modo sbagliato e finendo per liberare Terraxus. I nani terrorizzati fuggono ridando i bordoni magici ai loro legittimi proprietari che provano a combattere contro l'elementale. Topolino riesce a ottenere l'Aurabastro e a usare i suoi poteri riuscendo cosi a parare facilmente i colpi del Terraxus che grazie ai colpi di Topolino ottiene abbastanza energia per liberarsi dal suo vincolo roccioso. Il mostro grato protegge i Wizards of Mickey dalla caduta delle macerie e permette a Topolino di cedere il restante Aurabastro a Mondimontagne rendendola cosi un regno indistruttibile per tutti i nani.

Mondimontagne 0004

Topolino dona l'auranastro restante a Mondimontagne rendendo il regno dei Nani indistruttibile

I nani sono pronti cosi a riunirsi e vivere in pace tutti assieme ma Mangur non vuole saperne di abbandonare le miniere pronto a cercare altro Aurabastro per rendere i nani potentissimi. Gnorri decide di non seguire Mangur e tornare con il suo popolo. A missione conclusa ai Wizards of Mickey vengono donate le chiavi di mondi montagne e l’accesso alle loro fucine, i quali dopo aver riparato il Drago di Ferro sono pronti a ripartire verso la prossima avventura.

RistampeModifica

Storia precedente Mondimontagne Storia successiva
Il padrone della magia

Il padrone della magia

13 ottobre 2015 Aurora

WOM Aurora


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.