FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Walt Disney (disambigua).



Walter Elias Disney
Walt disney
Informazioni generali
Nazionalità:statuinitense
Data di nascita:5 dicembre 1901 (Chicago)
Data di morte:15 dicembre 1966 (Los Angeles)
Campi:animatore e sceneggiatore
Lavori
Personaggi creati:
Vita privata


"Se puoi sognarlo, puoi farlo."
Walt Disney
"Spero che non ci si dimentichi mai di una cosa: tutto è cominciato con un topo."
Walt Disney

Walter Elias Disney, più noto come Walt Disney (Chicago, 5 dicembre 1901 - Burbank, 15 dicembre 1966), è stato un animatore, autore di fumetti, imprenditore e cineasta statunitense.

È stato anche produttore, regista, sceneggiatore e doppiatore di cinema d'animazione. Walt Disney ha inoltre fondato Disneyland, il primo e più famoso dei parchi a tema.

Con i suoi collaboratori ha creato molti dei più famosi personaggi dei cartoni animati del mondo; uno di questi, Topolino, è secondo molti il suo alter ego.

Biografia Modifica

Walt

Walt Disney

Walt nasce a Chicago (Illinois) da famiglia americana ma di discendenza irlandese-canadese da parte di padre e tedesca da parte di madre, quarto di cinque figli, da Flora Call e Elias Disney.

Il cognome di famiglia è, infatti, l'anglicizzazione di d'Isigny, derivante da Isigny-sur-Mer, villaggio della Francia settentrionale dove viveva Hugues D'Isigny, suo antenato.

In gioventù fa la spola tra la sua città natale e Kansas City, lavorando come venditore sui treni, illustratore del giornalino scolastico The Voices, oltre a impegnarsi come autista volontario di autoambulanze durante la prima guerra mondiale.

Non ancora ventenne, viene ingaggiato dall'agenzia pubblicitaria "Pesman-Rubin Commercial Art Studio", dove conosce il talentuoso animatore suo coetaneo Ub Iwerks, con il quale, nel gennaio 1920, fonda la società Iwerks-Disney Commercial Artists.

Oltre alle animazioni pubblicitarie, nel tempo libero Disney crea autonomamente filmati che vende alla "Newman Theater Company", che trattano problemi locali e criticano i politici locali. Nel 1922, lancia la Laugh-O-Grams, Inc., che produce cortometraggi animati ispirati alle fiabe popolari, ma lo studio dichiara fallimento nel luglio 1923.

Si trasferisce in California e si mette in affari con il fratello Roy: nascono i "Disney Brothers Studio", che poi diverranno Walt Disney Studio nel 1926 e Walt Disney Productions nel 1928. Nel 1925 sposa Lillian Bounds, intercalatrice e assistente animatore.

Nel 1927 la Universal Picture pubblica la nuova serie di Disney, Oswald il coniglio fortunato, che riscuote un buon successo, e rivendica di poterla produrre senza di lui, abbassandogli le royalty. Disney rifiuta l'offerta e insieme a Iwerks e a pochi fedeli comincia in segreto a lavorare su un nuovo personaggio che sostituisca Oswald (Topolino).

La The Walt Disney Company riotterrà i diritti su Oswald The Lucky Rabbit solo nel 2006, grazie a un accordo dopo che un commentatore sportivo lascerà ESPN per passare a un canale affiliato a Universal. Il coniglio sarà uno dei protagonisti della serie di videogiochi Epic Mickey.

La nascita di TopolinoModifica

Secondo la leggenda, in viaggio su un treno da New York a Los Angeles Walt crea un personaggio ispirato a Oswald, ma senza orecchie a penzoloni, quindi più facile da disegnare. Aggiungendo, più tardi, a matita orecchie tonde e una semplice coda, nasce Mortimer Mouse, poi rifinito da Iwerks. Secondo altre versioni, Walt avrebbe solo elaborato la personalità del personaggio mentre Ub l'aspetto.

Ribattezzato da Lillian Disney Mickey Mouse perché suonava più carino (liberamente tradotto in Topolino in lingua italiana), il personaggio debutta nel cortometraggio Plane Crazy, che come tutte le opere precedenti di Disney è un film muto. Ma il successo non è abbastanza, così si pensa a un nuovo prodotto.

Il 18 novembre 1928, al Colony Theater di New York, Steamboat Willie viene proiettato per il pubblico: si tratta del primo cartone animato con il sonoro sincronizzato. Questa data sancisce la nascita non solo di Topolino, ma anche di Minnie Mouse (Minni in italiano) e di Bootleg Pete (Gambadilegno). Fino al 1947 è Disney stesso a interpretare la voce inglese di Topolino nei primi cartoni animati.

Nel 1929, forte del successo di Topolino, Walt decide di produrre una nuova serie. Trasforma i cortometraggi in cartoni animati musicali chiamati Sinfonie allegre (Silly siphonies). Questa serie debutta con The Skeleton Dance [1]. Quello stesso anno Disney autorizza l'uso delle proprie creazioni su dei prodotti derivati.

Nel 1931, Topolino compare in dodici film, tra cui The Moose Hunt dove Pluto adotta il suo nome definitivo. Quanto alle Silly Symphonies, ne La gallinella saggia si può notare il precursore del futuro Paperino. Delle Silly Simphonies fa parte anche I tre porcellini del 1933.

Nel 1932 Flower and Trees vince il primo premio Oscar del cinema dell'Academy Award per il migliore cortometraggio con i cartoni animati come tema. Lo stesso anno Disney riceve un altro Oscar ad honorem per la creazione di Topolino, la cui serie nel 1935 diventa a colori.

Disney autorizza ulteriormente molti prodotti derivati: come i fumetti su Topolino, che da giornali di grande formato diventano poi giornalini. Il primo giornale di Topolino viene pubblicato in Italia alla fine del 1932 dalla Casa Editrice Nerbini in formato giornale.

Per aumentare la redditività degli Studios, si pensa a produrre veri e propri lungometraggi animati: Biancaneve e i sette nani è il titolo d'esordio, che sarà il più redditizio dell'anno (1938) e incassa più di 8 milioni di dollari del tempo.

Seguono nel 1940 Pinocchio e Fantasia, deludenti dal punto di vista finanziario a causa della seconda guerra mondiale divampata in Europa. In questo periodo, l'esercito americano requisisce la gran parte degli edifici degli studi e chiede alla Disney di creare film d'intrattenimento e d'istruzione per i militari o di propaganda. Dopo la fine del conflitto, riprende e continua la grande produzione di quelli che diventeranno i cosiddetti "classici".

Durante un viaggio d'affari a Chicago alla fine degli anni Quaranta, Disney disegna i progetti per una sua idea: un parco divertimenti dove i dipendenti passino del tempo con i figli. Il primo Disneyland apre nel 1955 ad Anaheim, vicino Los Angeles, in California.

Lo studio si allarga e diversifica le proprie attività estendendosi ad altri media. Walt presta sempre minor attenzione al settore di animazione, abbandonando la maggior parte delle attività ai principali animatori. All'inizio degli anni Sessanta, l'impero Disney gode di un enorme successo e Walt Disney Productions si afferma come primo produttore mondiale di intrattenimenti per la famiglia.

Nell'estate del 1966 a Disney viene diagnosticato un tumore al polmone sinistro. In autunno la sua salute peggiora fino al decesso del 15 dicembre dello stesso anno all'età di 65 anni.

La lampada di Disneyland Modifica

5141 1129766175576 1569881927 30300063 7529853 n

Quando fu costruita Disneyland, Walt si ricavò un piccolo appartamento privato sopra la stazione dei pompieri con una lampada vicino alla finestra che poteva essere vista dalla strada esterna. Disney aveva l'abitudine di segnalare la propria presenza all'interno accendendola, spegnendola poi quando tornava a casa.

A proposito di questa lampada, circola una leggenda: quando Walt Disney morì, la lampada venne spenta dai dipendenti in segno di lutto, ma si riaccese misteriosamente la mattina dopo, apparentemente da sola; da quel giorno, la lampada non venne più spenta nè si esaurì, dando adito alla voce che lo spirito del fondatore risieda al suo interno. Tale mito è ripreso nella serie Epic Mickey, in cui Topolino può accedere ad un'area segreta che consta proprio in un ufficio sopra la caserma dei pompieri: una volta entrato, Gremlin Gus lo interrogherà con stupore e reverenza con "Ti rendi conto di dove siamo?". La stanza stessa è inondata di luce.

Curiosità Modifica

Confronto macchia nera walt disney

Confronto tra Macchia Nera e Walt Disney

  • Il personaggio di Macchia Nera, che ha il volto sempre coperto da un mantello nero, quando raramente viene mostrato in viso questo ricorda molto le fattezze di Walt Disney. Questa somiglianza sarebbe dovuta a uno scherzo degli autori delle strisce Floyd Gottfredson, Bill Wright e Merrill de Maris. Secondo altre interpretazioni, il volto del personaggio sarebbe invece ispirato all'attore degli anni trenta Adolphe Menjou.
  • Lo stregone supremo Yensid, nella saga Wizards of Mickey, è un tributo a Disney, in quanto i loro nomi sono l'uno il contrario dell'altro; il trucco è stato ripreso dallo stregone di Fantasia, Yen Sid
  • Walt in persona appare con un ruolo di primo piano nella storia Topolino e il surreale viaggio nel destino, che narra della sua reale collaborazione con Salvador Dalì
  • Nella storia Dinamite Bla da studente a professore, quando Paperoga prepara dei bigliettini suggeritori, uno di essi recita "Nascita di W.-1901"

Note Modifica

  1. video su YouTube
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.