FANDOM




Victoria
MMMM 09
Informazioni generali
Codice Inducks:I MM 8-1
Sceneggiatura:
Disegni:
Prima uscita:1 settembre 2000

Mickey Mouse Mystery Magazine 8

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:64
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



"Ho scoperto che c'è un posto in città dove non si entra senza invito. E se ci entri, è perchè ti sei (o ti hanno) addormentato. Perciò, quel posto è come un sogno o un incubo. E non sei tu a scegliere come sarà."
Topolino

Victoria è un episodio della serie Mickey Mouse Mystery Magazine, scritto da Augusto Macchetto, disegnato da Stefano Turconi e pubblicato per la prima volta nel settembre 2000 sul numero 8 della rivista omonima.

Trama Modifica

Topolino, pur se ha deciso di stabilirsi ad Anderville e di comprarvi una casa, sta attraversando una fase di depressione e di nostalgia per Topolinia.

Un giorno, inseguendo uno scippatore, finisce nel misterioso quartiere di Peaksmouth, perennemente avvolto nelle nebbie; lì, viene stordito e portato alla presenza del sinistro Evaporatore. Costui è il vecchissimo capo dell'Ufficio cancellazione e creazione, una società segreta specializzata nel creare nuove identità a chi desidera scomparire dalla circolazione. Uno dei suoi uomini, Errol Evans, è sparito portandosi dietro una valigia carica di documenti sul passato di alcuni clienti dell'Ufficio. L'Evaporatore sottopone Topolino a un ricatto: o l'investigatore troverà Evans, oppure l'Agenzia farà sparire la sua identità, usando i potenti mezzi a sua disposizione. Costretto ad accettare,Topolino indaga su Peaksmouth, servendosi della collezione storica di giornali nell'edicola di Stan Passatelli, e scopre che la storia del quartiere sembra misteriosamente legata a quella di George Trenco, il costruttore che fece erigere la Victoria Tower, prima di fare bancarotta e sparire dalla città. Su Trenco i pareri sono contrastanti: Little Caesar, figlio di una sua domestica, lo considera un galantuomo vittima delle circostanze; il vecchio Joshua, un muratore in pensione che ha lavorato per sette anni alla costruzione della torre, invece, non gli perdona di essere fuggito lasciandosi dietro un sacco di debiti non pagati.

Intanto, Evans, sul taxi di Burke, si aggira per la città, recandosi in pellegrinaggio nei luoghi legati alla memoria del costruttore: il suo busto di marmo, la villa di famiglia abbandonata e la cima della Victoria Tower, dove, apparentemente, colloca una bomba.

Topolino viene nuovamente portato dall'Evaporatore, che rafforza il ricatto, rivelando che anche Sonny Mitchell si è messo nelle mani dell'agenzia per avere una nuova identità. L'investigatore, dalle chiacchiere di Burke, capisce che Evans si è rifugiato nella vecchia villa Trenco e lì lo raggiunge, per avvertirlo del pericolo, seguito a ruota dall'Evaporatore e dai suoi uomini. Ne segue una sparatoria, ma Evans e Topolino sono salvati dall'arrivo di Patty Ballestreros, che ha disubbidito all'ordine esplicito del suo socio di non occuparsi del pericoloso caso.

Evans rivela di essere in realtà William, il figlio di George Trenco, che si servì anche lui dei servizi dell'Evaporatore. Poichè questi non tenne fede alla promessa fatta al padre di riabilitare il suo nome, William lo farà ora al suo posto: l'esplosione sulla Victoria Tower fa cadere su Anderville una pioggia di vecchi titoli al portatore, trovati nella villa Trenco, che, grazie agli interessi accumulatisi nei decenni, hanno assunto un valore più che sufficente a ripagare i debiti del costruttore verso la città.

William prende poi il posto dell'Evaporatore alla guida dell'Ufficio cancellazione e creazione, mentre perfino il vecchio Joshua, anche lui fra i beneficiati della nuova pioggia di ricchezza, rende omaggio al busto di George Trenco.

Analisi Modifica

L'idea base della storia è tratta da un film di John Frankenheimer, Operazione diabolica, dove un anziano uomo d'affari accettava la proposta di una società segreta, di iniziare una nuova esistenza ringiovanito e sotto una diversa identità, rendendosi però presto conto che la sua seconda vita sarebbe stata ancora più alienante della prima.

Victoria è un episodio un po' a parte nella serie e non a caso si apre con un sogno di Topolino: in contrasto con il realismo degli altri capitoli, qui predonimano le atmosfere oniriche e surreali e le situazioni volutamente poco credibili (come l'inverosimile vecchiaia dell'Evaporatore). Sono affrontati temi inquietanti e decisamente adulti, come il peso del passato sul presente e la paura di perdere la propria identità; in compenso il finale, che vede il cattivo punito, i vecchi torti riparati e un'imprevista ricchezza scendere sui cittadini di Anderville, è forse quello più decisamente positivo e ottimista dell'intera saga.

Incongruenze Modifica

Il gesto di William Trenco, di far scendere i titoli dalla testa della Victoria Tower, ha indubbiamente un grande valore simbolico; c'è da temere però, vista la posizione del monumento, che la maggior parte dei preziosi documenti sia andata dispersa in mare.

Pubblicazioni italianeModifica


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.