FANDOM




Una questione d'orgoglio
Questione d'orgoglio

Prima pagina

Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2480-6
Sceneggiatura:Gianfranco Cordara, Massimiliano Valentini
Disegni:Marco Palazzi
Prima uscita:10 giugno 2003,

Topolino 2480

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:34
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Una questione d'orgoglio è la quindicesima storia della serie Disney Le storie della Baia, scritta da Gianfranco Cordara e Massimiliano Valentini e disegnata da Marco Palazzi è stata pubblicata per la prima volta su Topolino 2480 del 10 giugno 2003.

TramaModifica

Mentre Azimuth, dall'alto della sua villa, attende l'arrivo del suo cutter il Lestofante, un altro cutter guidato da un pomposo sconosciuto, il Master Of The World, approda a Duckport. Il capitano, tale Lord Duckbatten, è un vincitore plurimo di gare marine intento in un giro del mondo da record, e tratta con grande spocchia prima Moby Duck e Paper Hoog, a cui chiede indicazioni, poi Isidor, a cui richiede riparazioni alla barca, e infine Nina, alla cui locanda pasteggia. Sdegnato dalla supponenza del nuovo arrivato, Moby Duck lo sfida a una gara di velocità marina con la Carbonella, mettendo in palio una preziosa coppa d'oro massiccio. Duckbatten accetta di battersi solo contro una nave uguale alla sua, e i protagonisti sono costretti a rivolgersi all'unica persona che conoscono che possieda un cutter: Azimuth. Il magnate ha ricevuto proprio tramite il Lestofante un carico di caffè contrabbandato dal Brasile, ma pur temendo di farsi scoprire accetta la sfida desideroso di ottenere la coppa d'oro, a condizione che a bordo si trovi anche Sagola.

Durante la notte il magnate ordina al suo tirapiedi di tenere d'occhio i container del caffè, ancora legati allo scafo del Lestofante. Arriva il giorno della grande gara: alla guida del Lestofante vi sono Moby, Paper Hoog, Sagola, Lazy Jack e Isidor. Alla partenza il Lestofante si muove appena, e presto Moby e gli altri trovano i container del caffè. Sagola si lascia scappare la loro natura, e Moby taglia i cavi, promettendo di consegnarli alla guardia marina. Il Master Of The World è in vantaggio, ma Moby sa che Duckbatten sbaglierà una curva stretta per la troppa brama di vincere. E così accade: il Master rimane incagliato su una secca e viene facilmente superato. In dittura d'arrivo l'equipaggio del Lestofante è costretto a buttare a mare tutti i suppellettili e quasi tutti i membri dell'equipaggio pur di alleggerirsi, ma con Moby Duck al timone riescono a vincere. Azimuth chiede subito a Sagola che fine abbia fatto il suo carico, ma prima che possa arrabbiarsi per la sua scomparsa viene preso alle spalle e portato in trionfo, poiché la barca vincitrice era sua. Deve però accettare di non poter avere la coppa d'oro, e si limita a godersi un'occasione di vittoria in cui per la prima volta non è il cattivo. Lord Duckbatten si ritira, promettendo però di tornare quattro anni dopo.

RistampeModifica

Storia precedente Una questione d'orgoglio Storia successiva
L'enigma del quadro

Enigma del quadro

10 giugno 2003 La locanda delle sette conchiglie

La locanda delle 7 conchiglie

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.