FANDOM




Un sortilegio in sorte
Un sortilegio in sorte
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3214-2
Sceneggiatura:Tito Faraci
Disegni:Silvia Ziche
Prima uscita:28 giugno-19 luglio 2017

Topolino 3214-3217

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:64
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Panini Comics



Un sortilegio in sorte è una storia, divisa in quattro parti, della serie a fumetti Disney, di genere Fantasy/Comico, Le Cronache del Regno dei Due Laghi, scritta da Tito Faraci e disegnata da Silvia Ziche. La storia è stata pubblicata a giugno 2017 su Topolino 3214 riprendendo la saga dopo oltre quattro anni dalla sua ultima pubblicazione sulle pagine del settimanale.

Trama

Parte I

Un'altra gioiosa giornata ha inizio nel regno dei Due Laghi. Nella giornata odierna Re Topolino dovrà ricevere Re Mario, Re degli Gnomi. Il consigliere Manetta mette in guardia il Re che il sovrano degli gnomi è piuttosto permaloso e irritabile e che sarebbe meglio evitare alcuni argomenti per non offenderlo. Poco dopo Mario si presenta al castello, apparendo all'improvviso, e Re Topolino per accoglierlo e fargli dei complimenti lusingheri, evitando di parlare della sua statura, si concentra sui lunghissimi baffi dello gnomo complimentandosi per la loro bellezza.

Il Re non sa però che anche i baffi sono stati sin da bambino un grosso problema per lo gnomo facendolo andare cosi su tutte le furie. Dopo una serie di altre gaffe del Re lo gnomo infuriato decide di andar via lanciando su Re Topolino un sortilegio. Nel frattempo a Topolinia Topolino sta per fermare Gambadilegno, che ha appena rapinato una banca, quando il criminale lo stordisce colpendolo con il sacco di diamanti che ha rubato. Al suo risveglio Topolino non sembra più essere se stesso poiché il suo posto è stato scambiato con quello del sovrano del Regno dei Due Laghi e viceversa. I due Topolini si ritrovano cosi in due posti che non sono i loro circondati però da figure a loro note.

Parte II

Nel Regno dei Due Laghi Topolino inizia a sentirsi a suo agio poiché essendo il Re finisce per essere apprezzato da tutti, cosa che invece non succedeva a Topolinia. Il consigliere Manetta preoccupato per lo stato del Re decide di portarlo dal Mago De Sassi che dopo un analisi rivela che il Re ha un vuoto di memoria causato dal sortilegio lanciato dal re degli gnomi. Topolino che ha tutte le intenzioni di non perdere il suo nuovo stato sociale appena acquisito finge di iniziare a ricordare qualcosa sul Re degli Gnomi e chiede al suo fidato Manetta di aiutarlo negli altri compiti che gli spettano in modo da iniziare a ricordare la sua vita da Re.

A Topolinia intanto l'altro Topolino, il vero Re dei Due Laghi, fa la conoscenza di Pippo, scambiandolo con il suo sosia del suo Regno il Cavaliere Pippo. Pippo nota che ce qualcosa di diverso nel suo amico e da una sua teoria all'amico che in realtà, per quanto assurda possa sembrare, è proprio come sono andati i fatti. Dopodiché Re Topolino notando una serie di fotografia, situate nel salotto di Casa di Topolino, intuisce che esiste un'altro suo simile e che questo suo simile sembra essere molto più felice di lui non avendo un Regno da portare avanti. Re Topolino entusiasta decide quindi di provare l'ebrezza della vita del suo simile.

Parte III

I due Topolini sembrano entrambi contenti delle loro nuove vite ma la loro idea sta presto per cambiare. Topolino capisce mano mano che i suoi compiti quotidiani vanno avanti che non tutti nel Regno dei Due Laghi accettano di buon grado i suoi ordini. A Topolinia, invece, Pippo continua ad ossessionare Re Topolino convinto che lui è un Re vittima di un sortilegio di uno Gnomo ricevendo sempre esito negativo dal Re che vuole negare tutto per vivere cosi la vita del suo sosia. Le cose peggiorano poiché Gambadilegno, che Re Topolino scambia per il barbaro del suo Regno, fa irruzione in casa, portando con se il sacco di diamanti rubati, per nascondersi dalla polizia.

Le minacce di Gambadilegno falliscono poiché la sua pistola s'inceppa a causa dell'acqua al suo interno costringendolo a stendere Topolino nuovamente con un colpo del sacco di diamanti. All'arrivo della polizia Gambadilegno e già fuggito e un Re Topolino piuttosto stordito inizia a stancarsi della vita del suo sosia che non è poi cosi tranquilla come pensava implorando ad alta a voce a Pippo di aiutarlo a spezzare la maledizione. Anche Topolino nel Regno dei Due Laghi inizia ad avere desiderio di tornare a casa e chiedendo aiuto al consigliere Manetta capisce che la cosa giusta da fare è quella di recarsi alla corte di Re Mario.

Parte IV

Topolino e il consigliere Manetta arrivano finalmente nel Regno degli Gnomi per chiedere udienza a Re Mario. Qui Re Mario ammette di sentirsi in colpa per il gesto fatto al Re lasciando entrarli a corte per conferire. Il consigliere Manetta si scusa con il Re degli Gnomi rivelando che non era nelle intenzioni del Re offenderlo. Mario si lascia andare a qualche confidenza coi due lasciando intendere che non è mai piaciuto a nessuno. Nonostante Manetta e Topolino lo provino a consolare Mario continua a essere piuttosto dispettoso e non ha nessuna intenzione di annullare il sortilegio.

Anche a Topolinia Pippo e Re Topolino giungono al Regno degli Gnomi, una delle più grandi rivendite di Gnomi da Giardino, dove incontrano una persona che si presenta come loro guardiano. I due chiedono subito dove possono trovare lo gnomo da giardino chiamato Mario e il guardiano molto cortesemente li accompagna dove richiesto. Il guardiano svela che quello gnomo di gesso, che lui ritiene abbastanza brutto, possa essere uno scarto di una lavorazione che è rimasto invenduto per anni. Pippo trova invece lo gnomo molto bello e apprezza anche molto i suoi baffi. All'improvviso, come ci fosse una connessione tra i due gnomi, dopo le parole di Pippo, tutto cambia e il Re Mario del Regno dei Due Laghi diventa buono ed estremamente positivo spezzando l'incantesimo e portando tutto alla normalità.

Topolino si risveglia vicino a Pippo nel giardino della rivendita di gnomi da giardino ma viene sorpreso da Gambadilegno che sembra averli seguiti dopo essere fuggito da casa di Topolino. Gambadilegno sembra aver capito che quello gnomo da giardino nasconde un qualche tipo di segreto usando però parole non propriamente carine nei confronti dello gnomo che per dispetto e vendetta decide di rilanciare il sortilegio scambiando però stavolta il Barbaro Gambadilegno dei Due Laghi con quello di Topolinia e viceversa ritrovandosi così a subire la stessa sorte che hanno appena vissuto i due Topolino in un posto a loro sconosciuto.

Pubblicazioni Italiane

  • Topolino 3214-3217 (2017)
  • Topolino Goal 21 - Le cronache del Regno dei Due Laghi (2018)
Storia precedente Un sortilegio in sorte Storia successiva
Sperduti!

Sperduti

28 giugno-19 luglio 2017 -
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.