FANDOM



Trema, Mostropoli!
X Mickey 8
Informazioni generali
Codice Inducks:I XM 8-1
Sceneggiatura:Augusto Macchetto
Disegni:Roberto Vian
Prima uscita:1 Dicembre 2002

X-Mickey 993

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:45
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia


"Iiirk! Iiirk! Non vedo l'ora di comandare su quella massa di mostriciattoli!"
Suprema Oscurità

Trema, Mostropoli! è la storia principale dell'albo 993/8 del mensile Disney X-Mickey, scritta da Augusto Macchetto e disegnata da Roberto Vian, uscita per la prima volta a Dicembre 2002.

Trama

Pipwolf racconta ai lettori che deciso di riaffrontare finalmente l'esame per accompagnatore e mostra i libri e le materie di studio dell'esame raccontando che l'intera Wolfy village, il paesino in cui vive, era al corrente del suo esame. Il suo maestro delle elementari, Oldwolf, decide di aiutarlo un po nel ripassare le materie di studio. Poco dopo un bollettino radio comunica di strane sparizioni causate da un pericoloso emissario di Horror City, la pericolosa città delle ombre governata dal misterioso gruppo dei Cattiwoni, comandati dalla Suprema Oscurità, che si aggira per Mostropoli. Pipwolf nonostante il consiglio da parte delle autorità di tenere al sicuro i propri viaggiatori limitando gli spostamenti decide lo stesso di contattare Topolino per poter andare meglio a fondo della faccenda.

Nello stesso momento a Horror City la congrega dei Cattiwoni sta pianificando di far sparire tutti i governanti e le cariche politiche di Mostropoli per poter poi loro stessi salire al potere. A Topolinia, poco dopo, Topolino assonnato sente qualcuno chiamarlo da dentro il televisore finché stranito, dopo essersi avvicinato ad esso, finisce per esserci risucchiato dentro. All'interno un'uomo sopra una gondola lo avvisa che sta per essere catapultato a Mostropoli. In città Topolino s'incontra subito con Pipwolf, che dopo avergli svelato che si trova nella sua città, gli racconta cosa sta succedendo in città.

Inizia cosi la ricerca del misterioso mostro che c'è dietro la sparizione dei governanti di Mostropoli dove durante il tragitto Topolino prende coscienza e visione degli usi e costumi degli strani abitanti che popolano il Mondo dell'impossibile. Nel frattempo il mostro attraverso un guanto Catturex, un guanto incantato che con un solo tocco scaraventa chi vi è entrato in contatto in una dimensione prigione, ha già catturato numerosi politici e persone di spicco. Pipwolf e Topolino iniziano la ricerca dei pochi politici di Mostropoli rimasti per salvarli ma puntualmente, dopo averli trovati, finiscono per essere gabbati dal mostro di Horror City che è sempre un passo avanti a loro.

Con la scomparsa dell'ultimo governante il mostro di Horror City sembra aver vinto e a Topolino non resta che congratularsi con lui inchinandosi dinnanzi alla sua vittoria. Ma tutto ciò è solo un astuto piano poiché il mostro sentendosi lusingato si stringe la mano da solo come in segno di potere e sparisce, poiché si è toccato col guanto. Liberatisi del nemico Pipwolf prende possesso del guanto e pescando dal suo interno inizia a liberare tutta la gente intrappolata dopodiché neutralizza il potere del guanto rivoltandolo. In segno di gratitudine i governanti di Mostropoli preparano una grande festa per Pipwolf e Topolino ma ben presto e ora di tornare a casa. Pipwolf si ricorda che prima di venire qui aveva dato l'esame per l'orale e che mancava poco per lo scritto e di corsa si reca all'università per sostenere l'ultimo esame trovando però chiuso. Alla porta sono affissi i risultati e Pipwolf nota che nonostante sia arrivato tardi non avrebbe potuto sostenere lo scritto ugualmente poiché non ha superato nemmeno l'orale. Pipwolf non si scoraggia e ritorna a casa a studiare pronto a sostenere di nuovo l'esame per accompagnatori.

Ristampe

Storia precedente Trema Mostropoli! Storia successiva
Una giornata da incubo

Una giornata da incubo

1 Dicembre 2002 Segreti da autista

Segreti da autista


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.