FANDOM


  • Topolino e le rane saltatrici
  • Commenti


Topolino e le rane saltatrici
Topolino e le rane saltatrici
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1468-AP
Sceneggiatura:Romano Scarpa
Disegni:Romano Scarpa
Inchiostri:Sandro Del Conte
Prima uscita:15-21 gennaio 1984

Topolino 1468-69

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:57
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore


"Passione e fervore hanno messo il sale in zucca a Pippo"
Bruto decisamente sorpreso dall'intraprendenza di Pippo

Topolino e le rane saltatrici è una storia sceneggiata e disegnata interamente da Romano Scarpa uscita in due episodi sui numeri 1468-69 di Topolino, pubblicati il 15-21 gennaio 1984.

La storia costituisce il seguito di Topolino e la Regina d'Africa uscita nel 1983 e che aveva segnato l'introduzione del personaggio di Zenobia all'interno dell'Universo dei topi

Trama

I episodio

Dopo essere stata rabbonita da Topolino e Pippo, l'ex regina d'Africa Zenobia decide di lasciare il suo continente per trasferirsi a Topolinia. La notizia viene pubblicata su tutti i giornali e ha un'immensa rilevanza mediatica cosicché anche Trudy e Gambadilegno ne vengono a conoscenza tra le mura del carcere cittadino. Contemporaneamente, ma in maniera separata le due anime gemelle elaborano un astuto piano per arricchirsi a scapito di Zenobia, di cui informano subito il cugino Plottigat.

Nel frattempo Pippo, invaghito dell'ex regina, la aiuta a coltivare la sua nuova passione: l'allevamento di rane. Una di queste (Nerone) è veramente una fuoriclasse così Pippo decide di iscriverlo al Gran Torneo delle rane saltatrici. Alla competizione il ranocchio conferma tutta la sua bravura stravincendo su tutti gli avversari e le sue quotazioni salgono a 100.000 dollari.
Zenobia per festeggiare dà un piccolo ricevimento a casa sua a cui partecipano numerosi personaggi dell'Universo dei topi, tra cui Bruto e Topolino.
Durante la serata Trudy e Gambadilegno, avendo ottenuto un permesso di uscita, si presentano alla serata e così mentre i due cugini si costruiscono un alibi, Plottigat rapisce Zenobia e il ranocchio campione.

II episodio

Pippo, non presente alla festa, viene informato del rapimento e subito trova dentro di sé un carisma e una grinta inaspettati. È proprio lui che suggerisce al commissario Basettoni un ingegnoso piano per riuscire a trovare il colpevole.
Plottigat e compari hanno rapito l'ex regina per scoprire l'ubicazione dello staterello africano di cui era sovrana e arricchirsi grazie alle enormi quantità di oro e diamanti che Zenobia ha lasciato in patria. I loro scopi vengono però mandati in fumo da Topolino, Pippo e Bruto che pedinano Trdy e Pietro sino al loro covo e riescono così a salvare Zenobia.

Curiosità

  • Scarpa in questa storia, così come era già successo in Topolino e l'uomo di Altacraz, cita il grande film L'uomo di Alcatraz di John Frankenheimer (1962). Infatti i poliziotti paragonano Pietro al protagonista del film quando lo vedono nutrire con affetto degli uccellini, che in realtà gli servono per tenersi in contatto col cugino e con Trudy.
  • In questa storia Scarpa utilizza il personaggio di Setter. Fu ideato da Floyd Gottfredson nel 1933 e comparve sulle strisce di Topolino per poi essere dimenticato da tutti gli autori Disney finché non venne rispolverato nel 1975 dai fratelli Asteriti, Franco e Sergio.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.