FANDOM


  • Topolino e le pipposcarpe mnemoniche
  • Commenti



Topolino e le pipposcarpe mnemoniche
30991
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 3099-1
Sceneggiatura:Casty
Disegni:Enrico Faccini
Prima uscita:21 Aprile 2015, Topolino 3099
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:34
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Panini Comics



Topolino e le pipposcarpe mnemoniche è una storia scritta da Casty e disegnata da Enrico Faccini che è stata pubblicata su Topolino 3099 uscito in edicola il 21 aprile 2015.

TramaModifica

Topolino si reca a casa di Pippo e lo trova intento a vendere le sue "anticaglie" a Gambadilegno travestito,che lo truffa.

Dopo che va via, Topolino e Pippo scoprono una scatola che contiene delle scarpe che anni prima erano state donate a quest'ultimo da suo zio Pippo Gian Frusaglia, inventore chiamato "il truffaldino" poiché dimenticava sempre qualcosa nelle sue invenzioni. Queste scarpe contengono nel tacco un "navigatore" che memorizza il tragitto.

All'interno delle scarpe, inoltre, trovano un biglietto dove Gian Frusaglia scrive a Pippo che non gli servono più e Pippo pensa che così abbia trovato la fonte di Mnemosine, che cercava da tempo.Questa fonte aveva il potere di far ricordare le cose.

Pippo decide così di indossare le scarpe e di trovare la fonte, ma in realtà sono le scarpe ad indossare Pippo in quanto vanno da sole alla stessa velocità alla quale andava Gian Frusaglia. Tuttavia Gambadilegno li spia e li segue a distanza, avendo origliato il discorso di Pippo.

A causa delle scarpe e delle nuove strutture urbane Pippo combina una caterva di guai e di "gag" comiche, venendo inseguito dal proprietario di una locanda o persino uscendo fuori dal finestrino di un treno in corsa.

Dopo essersi accampati sotto un albero, i due proseguono il cammino, ma arriva Gambadilegno che li lega a delle canne e indossa lui le scarpe, proseguendo il tragitto.

In seguito Topolino e Pippo si liberano dalle corde e raggiungono Gambadilegno,che ha trovato un rigagnolo inquinato e crede che sia la fonte,ma,in seguito,le scarpe lo trascinano via fino a portarlo in prigione.

Mentre Topolino e Pippo si domandano il perché di questo fatto, arriva tra i detenuti Gian Frusaglia, che gli rivela che aveva indossato quelle scarpe non per trovare la fonte ma per sfuggire alla polizia che voleva arrestarlo a causa delle sue molteplici invenzioni difettose. Quindi Topolino e Pippo avevano in realtà ripercorso la sua fuga.

Il racconto termina con una scena di qualche tempo dopo dove Pippo e Topolino partecipano a una gara di tip tap e dove Pippo riesce a vincere grazie alle pipposcarpe indossate prima da Fer Dastir, il miglior ballerino di Topolinia, e dove dice che avrebbe devoluto il premio in beneficenza.

Pubblicazioni italianeModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.