FANDOM


  • Topolino e le meraviglie del domani
  • Commenti



Topolino e le meraviglie del domani
Meravigliedeldomani
Informazioni generali
Nome originale:The World of Tomorrow
Codice Inducks:YM 064
Sceneggiatura:Bill Walsh
Disegni:Floyd Gottfredson
Inchiostri:Dick Moores
Prima uscita:31 luglio-11 novembre 1944 (Stati Uniti)
Prima uscita italiana:Topolino (giornale) 611-622 (1946)
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:90
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Walt Disney Company


Topolino e le meraviglie del domani (titolo originale The World of Tomorrow) è una storia, scritta da Bill Walsh, disegnata da Floyd Gottfredson e apparsa per la prima volta come striscia quotidiana dal 31 luglio all'11 novembre 1944. Nelle strisce di Topolino, segna l'inizio di un'evoluzione, col passaggio dal realismo e dall'ottimismo degli anni Trenta alle atmosfere più fantastiche e inquietanti del dopoguerra.

Trama Modifica

Topolino riceve, da un amico scienziato, un pacco che contiene un vestito invisibile. Indossandolo, il nostro eroe si trova proiettato in un futuro ipertecnologico: le abitazioni sono sospese nell'aria, tutti i trasporti sono per via aerea, i cibi sono liofilizzati. Topolino ritrova Minni e Pluto e con loro vola in Cina per un picnic; al ritorno, però, sono attaccati da un esercito di automi, che rapiscono la topolina.

La polizia spiega a Topolino che, grazie ai sistemi di sorveglianza, nella città del futuro da anni non si commettono più crimini e lo stesso Gambadilegno è ormai un pacifico cittadino; tuttavia, mette a sua disposizione l'ispettore Indizio Preziosini, investigatore sagace nonostante l'apparenza svagata. L'ispettore, Topolino e Pluto sono a loro volta rapiti e portati nel nascondiglio di Gambadilegno.

Il tradizionale nemico di Topolino, rubando le scoperte di uno scienziato, si è costituito uno stato personale, l'impero di Mozzarella, i cui abitanti sono esclusivamente automi. Questo, però, per lui è soltanto il primo passo; già si prepara a conquistare il mondo con un esercito di robot, dopo aver sostituito i governanti con le loro copie meccaniche.

Fra i sudditi di Gambadilegno, Topolino incontra un'affascinante donna automa, Mimì, e la propria copia robotica, Topolino 2. Con l'aiuto di Mimì, innamorata di lui, Topolino si salva dal suo alter ego, intenzionato a ucciderlo per occupare il suo posto, e ferma il piano di Gambadilegno facendo combattere i soldati automi fra loro. Quando Gambadilegno tenta di colpire Topolino alle spalle, Mimì si sacrifica per l'amato, facendogli scudo del suo corpo. Della ragazza meccanica resta solo un mucchietto di ingranaggi, ma paradossalmente proprio una minuscola rotella appartenuta a Mimì, finendo sotto il piedone di Pietro, lo fa scivolare mettendolo fuori combattimento.

Sconfitto Gambadilegno, liberati i suoi compagni d'avventura, Topolino cerca il modo di tornare al 1944, quando vede un altro minaccioso robot. Si tratta semplicemente di un pupazzo di Tap, e tutta la vicenda si rivela un incubo, che Topolino ha sognato dopo una botta in testa, ricevuta sperimentando un'invenzione del nipotino (la fionda di sicurezza).

Curiosità Modifica

  • La data esatta della vicenda sognata non è esplicita; poiché si dice che Topolino ha una patente vecchia di 23 anni, dovrebbe essere intorno al 1967 (la storia è del 1944). In ogni caso, si tratta di un futuro abbastanza prossimo, in cui Minni e Gambadilegno sono ancora vivi e non appaiono invecchiati.
  • Come avviene in altre storie di Gottfredson, benché rimanga pur sempre fidanzato con Minni, Topolino non appare insensibile al fascino femminile (in questo caso di Mimì), suscitando la gelosia sia della fidanzata che di Topolino 2. Del resto, già all'inizio della storia lo si vedeva osservare su uno schermo una ballerina in abiti succinti, commentando: "Credo che questo mondo sarà di nostro gradimento."
  • Si tratta dell'ultima storia a strisce in cui Topolino è raffigurato - peraltro solo all'inizio della vicenda - con il tipico abbigliamento delle storie anni '30 (pantaloni corti rossi con due grossi bottoni).

Edizioni italiane Modifica

  • Topolino (giornale) 611 (1946)
  • Albi d'oro 32 - Topolino e le meraviglie del domani (1954)     
  • Topolino d'oro 33 (1974) Topolino e le meraviglie di domani
  • Le nostre leggendarie imprese 2 - Topolino Story (1983)
  • Topolino collezione ANAF 46-C (1986)
  • Revival Comics (Mondadori/Traverso) 1944 (1987)
  • Il Messaggero 57 - Topolino e le meraviglie del domani (1990)
  • Disney Video Parade 12 - Pluto e le meraviglie del domani e altre storie (1993)
  • New Comics Now 374 - Topolino daily strips 1944 (1997)
  • Topomistery 61 (1998)
  • Gli anni d'oro di Topolino 7 - Le meraviglie del domani (2010)
  • Topolino (giornale) (ristampa Comic Art) 28 - Topolino di Arnoldo Mondadori - 1946/2
  • Topolino (giornale) (ristampa Comic Art singola) 611-622
Storia precedente Topolino e le meraviglie del domani Storia successiva
Topolino nell'isola della morte 31 luglio-11 novembre 1944 Topolino e la casa misteriosa

Casamisteriosa

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.