FANDOM


  • Topolino e la settimana scomparsa
  • Commenti



Topolino e la settimana scomparsa
Settimana scomparsa
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2595-1
Sceneggiatura:Casty
Disegni:Marco Mazzarello
Prima uscita:23 agosto 2005

Topolino 2595

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:36
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topolino e la settimana scomparsa è una storia Disney creata da Casty e Marco Mazzarello, la quale vede Topolino interrogarsi su cosa gli sia accaduto nei sette giorni precedenti di cui noon ricorda nulla.

Trama

Estate, tempo di vacanze per tutti o quasi. Topolino ha risolto il suo ultimo caso ed è pronto anche lui per le tanto attese ferie l'unico problema che a quanto pare dovrà passarle solo soletto poiché Minni e i suoi amici sono già partiti. Cosi Topolino, un po annoiato, decide di far visita al nuovo vicino di cui non ha ancora mai visto il volto. Li scopre che trattasi di Pietro Gambadilegno che a detta sua sembra aver cambiato vita dopo aver trovato un onesto lavoro come rappresentante che gli permette di girare il mondo. Essendo entrambi soli i due decidono di passare il weekend assieme al lago. Il mattino seguente i due partono di buon ora e al lago tra un'attività e un'altra il tempo vola e arriva l'ora di ritornare poiché Pietro si deve preparare per partire per Timbuctù. Topolino incredulo di come il tempo sia già volato da un'occhiata all'orologio di Pietro prima di risalire in macchina.

Quella sera dopo essersi congedato da Pietro, che ringrazia il nuovo amico per il bel weekend passato, Topolino molto assonato va a dormire. Il giorno dopo Topolino si sveglia molto tardi e piuttosto sbalordito scopre di essersi dimenticato di un'intera settimana. Non ricordandosi nulla di ciò che abbia potuto fare nella settimana che non ricorda Topolino inizia a cercare indizi e spiegazioni a casa di Pietro, l'ultima persona vista prima di andare a dormire, ma non trova nessuno. Un'altra stranezza colpisce però Topolino, che si è risvegliato con una forte allergia, che decide di andarsi a fare vedere dal dottore. Il dottore gli conferma che i suoi starnuti sono dovuti proprio alla sua allergia alle cozze e che è probabile che ne abbia fatto un'abbuffata nel weekend. Uscito dal dottore Topolino è più perplesso di prima poiché non si spiega come abbia potuto mangiare cozze, che per l'altro non gli piacciono, mentre dormiva ma non ce nemmeno tempo di riflettere che viene fatto salire alla svelta su un taxi da due loschi tizi che Topolino mette fuori gioco grazie a uno starnuto che fa sbandare l'auto.

Arrivato a casa Topolino ritrova Gambadilegno anche lui con problemi di memoria sulla misteriosa settimana dopo il weekend al lago. Grazie alle cozze al cinnamono mangiate da Topolino i due riescono cosi a risalire alla Bungastavia, unica località dove è possibile mangiare questa specialità. Cosi decidono di partire verso quel luogo per scoprire ulteriori dettagli. A bordo dell'aereo una simpatica Hostess mette al corrente Pietro e Topolinia della storia della nazione un tempo unità ma ora divisa a causa di gruppi di sostenitori diversi sull'ufficializzazione della salsa nazionale: da una parte i sostenitori della maionese dall'altra quelli del ketchup. Lungo le vie del paesino Pietro e Topolino trovano subito il ristorante che sembra servire le cozze che li hanno condotti fino a questo luogo e una volta entrati i camerieri sembrano confermare di averli già visti presentandosi con un lungo conto non pagato. Topolino spaventato fugge finendo per andare a sbattere contro uno strambo musicista che sembra riconoscerlo e che sembra ripetergli alcune parole che Topolino gli aveva detto. Il tipo parla anche di un tatuaggio a cui Topolino inizialmente sembra non dare molto peso.

Leggendo il giornale vede però un'annuncio di un tatuatore della zona e ricordandosi le parole pronunciate dallo strano musicista decide di dirigersi la dove forse potrà scoprire qualche ulteriore dettaglio. Al negozio anche il tatuatore sembra ricordarsi di Topolino chiedendogli se è venuto per cancellare il tatuaggio sotto il piede che si era fatto fare precedentemente. Topolino inizia a pensare che quella sotto il piede sia la formula chimica che i due loschi tizi in impermeabile che l'avevano rapito sul taxi possa essere proprio quella sotto al suo piede quando nel negozio irrompe Pietro con aria minacciosa che rivela la sua vera natura.

Il furfante confessa di aver ingannato Topolino e di essere una spia della Bongustavia dell'est e che grazie al suo orologio speciale può agire sulla memoria delle persone e manipolarle a piacimento. Avendo bisogno per il suo piano di un tipo particolare Gambadilegno si trasferisce vicino casa di Topolino in modo da poterne studiare usi e abitudini e agire al momento giusto. Confessa inoltre di aver manomesso la sua memoria al lago quando gli chiese l'ora fornendogliene un'altra fasulla: quella dell'agente X. Poi ha convinto Topolino a riprendersi la formula sottrattagli dagli agenti della Bongustavia Ovest. Il piano riuscì alla perfezione ma Topolino rientrò prima del previsto ascoltando così il piano malvagio di Pietro che dopo aver inseguito Topolino per un po lo prese in trappola. Topolino però lasciò indizi qua e la in modo da ricordarsi successivamente i fatti essendo consapevole che il suo accerrimo nemico gli avrebbe cancellato nuovamente la memoria. Una volta riacciuffato Topolino Pietro lo riporta a casa cancellando dai suoi ricordi l'intera settimana.

La formula consegnatagli era però quella errata e i suoi acquirenti andarono su tutte le furie cosi Pietro convinto che la vera formula non fosse stata distrutta decise di ricomparire e assecondare Topolino in modo da scoprire dove fosse nascosta. Pietro viene messo K.O dal tatuatore erroneamente cosi Topolino ne approfitta per darsi alla fuga salendo a bordo di un taxi al cui interno ritrova i due tipi loschi che gli rivelano di essere agenti segreti della Bongustavia Ovest. I due svelano che la formula segreta che cercano è quella della salsa perfetta creata ai tempi della Bongustavia Unita e che si rubano da secoli a vicenda con la Bongustavia Est. Topolino però non ha intenzione di cedere la formula a loro e dopo essere sceso di corsa dal Taxi chiede una riunione di cuochi e chimici delle opposte fazioni che realizzano assieme finalmente la salsa suprema unendo la maionese e il ketchup. La nuova salsa, la salsa rosa, stupisce e mette d'accordo tutti riunificando il paese da tempo diviso. Pietro viene punito pelando patate nei ristoranti del paese mentre Topolino fa ritorno a casa a Topolinia dove però le sorprese non sembrano finite.

Analisi

Le vicende della Bongustavia, scissa perchè gli abitanti non riescono ad accordarsi sulla salsa ufficiale, sono una satira verso la politica che si occupa di futilità invece di preoccuparsi di questioni serie. Peraltro una diatriba politica per motivi gastronomici era presente anche ne I viaggi di Gulliver.

Pubblicazioni

La storia è stata pubblicata anche in: Danimarca, Finlandia, Germania, Grecia, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo e Svezia

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.