FANDOM


  • Topolino e la scia delle torpedini
  • Commenti



Topolino e la scia delle torpedini
Sciadelletorpedini
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1656-B
Sceneggiatura:Giorgio Figus
Disegni:Franco Valussi
Prima uscita:23 agosto 1987
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:32
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



"Avevo ideato un sistema per utilizzare la corrente delle torpedini, convogliandola in uno speciale accumulatore!"
Guardiano del faro

Topolino e la scia delle torpedini è una storia scritta da Giorgio Figus e disegnata da Franco Valussi, pubblicata per la prima volta su Topolino 1656 del 23 agosto 1987.

È una delle poche storie in cui viene diffusa qualche informazione sulla storia di Topolinia, in particolare mostrando una versione della statua del fondatore, in questo caso Harvey Esploribus.

Trama Modifica

Una serie di incendi apparentemente immotivati sconvolge Topolinia: vengono distrutti in rapida successione un magazzino di Villatetra, una casa cantoniera sulla zona collinare, la statua di Harvey Esploribus, e ancora altre case in legno.

Topolino capisce che gli incendi sono collegati con strane luci che si vedono provenire dal mare e, in particolare, con traiettorie tutte riconducibili al faro che troneggia sulla baia.

Giunto sul posto con Pippo, Topolino smaschera il guardiano del faro, che confessa di essere l'autore dei roghi dolosi e spiega il movente e il metodo utilizzato: è riuscito a scoprire come utilizzare la corrente elettrica delle torpedini giganti, convogliandola in uno speciale accumulatore.

Ma dopo essere stato deriso dal mondo accademico, il guardiano-scienziato ha deciso di mostrare al mondo i possibili effetti della sua scoperta costruendo un proiettore e utilizzandolo per impiegare strutture che, comunque, erano in dismissione, senza far del male a nessuno.

Topolino lo aiuta a pubblicizzare la sua invenzione sui media, finché un'impresa non si offre di acquistare il brevetto. Ma al momento della firma, la truffa viene smascherata: il proiettore si è alimentato non con l'inesistente energia delle torpedini, ma attraverso l'impiego massiccio dell'elettricità della centrale di Topolinia.

Con un'arma il guardiano smascherato chiude i presenti nel faro e si dà alla fuga, ma Topolino riesce a bloccarlo liberando in mare gli animali che elettrizzano l'acqua e gli rendono impossibile scappare.

Il truffatore è catturato ma la "scia delle torpedini" elettrizza anche l'acqua del bagnasciuga turistico topolinese. Così Topolino e Pippo riparano per qualche mese in Australia aspettando di far... calmare le acque.

Pubblicazioni Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.