FANDOM




Topolino e la promessa del gatto
Topolino e la promessa del gatto
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2994-1
Sceneggiatura:
Disegni:Giorgio Cavazzano
Colori:Mirka Andolfo
Prima uscita:16 aprile 2013

Topolino 2994

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:40
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia


"Volevate la polizia e qui avete un commissario! Topalbano sono!"
Il commissario a Topolino

Topolino e la promessa del gatto è una storia disegnata da Giorgio Cavazzano e scritta da Francesco Artibani pubblicata per la prima volta il 16 aprile 2013.

La storia introduce il personaggio di Savio Topalbano, rivisitazione in chive Disney del personaggio (letterario e televisivo) del Commissario Montalbano. Oltre al commissario sono stati parodiati anche gli altri personaggi che compaiono nell'opera di Camilleri e al loro fianco sono stati fatti recitare Topolino e Minni.
Lo scrittore, apprezzando molto questa trasposizione a fumetti, ha collaborato alla realizzazione della storia[1]

TramaModifica

Minni e Topolino sono in vacanza in Sicilia e mentre stanno visitando la meravigliosa Valle dei Templi di Agrigento assistono all'ennesimo litigio tra Topalbano e la sua fidanzata Lidia.
Il giorno dopo sarebbe la data del rientro della coppia topolinese negli Stati Uniti, ma quando Topolino si reca a chiamare Minni, trova la stanza tutta a soqquadro e della sua fidanzata non c'è alcuna traccia. In suo aiuto giunge proprio Topalbano che rivela un indizio importante: i rapitori hanno lasciato un messaggio proprio per il commissario di Vigatta, in cui chiedono la consegna di Nicola Moschitta in cambio della liberazione di Lidia, i rapitori infatti hanno fatto confusione rapendo la fidanzata sbagliata.

Topalbano non vuole confidare nulla di più a Topolino e così l'intrepido detective intraprende le sue personalissime ricerche tra gli abitanti di Vigatta, ma facendo subito un brutto incontro con la malavita locale, che avrebbe potuto concludersi tragicamente se non fosse intervenuto un uomo di Topalbano ad aiutarlo. Il commissario spazientito dalla testardaggine del giovane turista decide di confidargli che Nicola Moschietta è un contabile sotto la sua protezione che grazie alla sua testimonianza potrebbe permettere l'arresto di Totò Sinatra, un boss della malavita locale. I due topi incominciano a cooperare sul caso, ma mentre stanno raccogliendo indizi anche Lidia, la fidanzata di Topalbano viene rapita.
Dopo ventiquattr'ore in cui finalmente riescono a ottenere una traccia da seguire i due nuovi amici passano subito al contrattacco e fingendo di cedere al ricatto riescono finalmente a incastrare Totò Sinatra e i suoi complici.

Per Topalbano le sorprese non sono, però, finite. L'architetto di tutto questo è stata proprio Lidia, che stanca di vedere il proprio fidanzato porla sempre dopo il suo lavoro, desiderava costringerlo a rinunciare alla sua carriera. Nonostante questo colpo di scena, Topalbano riesce a comprendere l'amore che ha mosso Lidia e la perdona, promettendo al contempo di stare di più con lei in futuro.

AnalisiModifica

Topo2994

Copertina di Topolino 2994 su cui è stata pubblicata la storia.

In questa storia vengono fedelmente mantenute le classiche atmosfere siciliane che permeano l'opera di Camilleri. Il siciliano è usato al posto dell'italiano per sostituire numerose parole e a volte intere frasi, e il lettore, a meno che ovviamente sia siciliano, così come Topolino stesso non comprende subito il senso di ogni frase e attende le delucidazioni di Topalbano che però non sempre arrivano. Infatti nei momenti di massima tensione, il commissario di Vigatta non ha assolutamente tempo per tradurre e ogni cosa, di modo che qualche frase sfugga ai lettori, rendendo più misteriosa e al contempo più realistica la lettura. Artibani ha preferito ricorrere a questo metodo piuttosto che tradurre le singole vignette con delle didascalie esplicative, come solitamente avviene in altre storie.

Questa, come ha affermato lo stesso Camilleri nell'editoriale che accompagnava la storia, era la prima volta che il personaggio di Montalbano veniva riprodotto in una storia a disegni, nonostante l'autore avesse avuto numerose altre proposte in passato e sia un grande estimatore del mondo dei fumetti.

CuriositàModifica

  • Andrea Camilleri fa un breve cameo nella storia disneyana, interpreta infatti il signor Patò, proprietario della pensione dove prende alloggio Topolino, dopo essere giunto a Vigatta per indagare sulla scomparsa di Minni.
  • Il buon riscontro della storia darà luce ad seconda avventura di Topalbano, sempre scritta da Artibani, intitolata Topolino e lo zio d'America[2] e pubblicata il 3 settembre 2014.

Pubblicazioni italianeModifica

NoteModifica

  1. [1] Topolino 2994 pag 11
  2. [2] Topolino 3067 - Topoinfo.org