FANDOM


  • Topolino e la neve spazzastoria
  • Commenti


Topolino e la neve spazzastoria
Topolino e la neve spazzastoria tavola apertura
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2705-1
Sceneggiatura:Casty
Disegni:Casty
Inchiostri:Michele Mazzon
Prima uscita:2 ottobre 2007

Topolino 2705

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:37
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topolino e la neve spazzastoria è la quinta e per ora ultima storia in cui compare il personaggio di Vito Doppioscherzo. È stata pubblicata per la prima volta su Topolino 2705 del 2 ottobre 2007, scritta e disegnata da Casty.

TramaModifica

Doppioscherzo riesce ad inventare alcuni liquidi particolari che permettono di cancellare la memoria e di invogliare la gente a dedicarsi allo studio. Per testare le sue nuove invenzioni decide di sperimentare il liquido su un tranquillo paesello montano, lontano da grossi centri abitati. Il caso vuole che Topolino viene ad alloggiare nei pressi del centro città, una baita, nella quale ospita il suo amico Eta Beta e il suo cane Flip. Topolino è solito venire una volta l'anno a Valventosa infatti conosce per bene quasi tutti i suoi abitanti, con i quali discute apertamente. La prima notte a valle trascorre tranquilla ma una misteriosa nuvola si apposta proprio sul centro città e da essa cade una strana neve gialla, che causerà degli strani effetti agli abitanti. Il giorno dopo mentre il trio si reca in paese notano che molte macchine sono distrutte, i televisori vengono incendiati ma, sopratutto, gli abitanti del paese sono tutti regrediti a uomini della pietra, infatti tendono a sfasciare qualunque cosa gli capiti sotto mano. Il detective intuisce che lo strano comportamento adottato dai cittadini è a causa della strana neve gialla che ricopre il terreno, infatti il trio cerca di non ingerirne neanche un po'.

I tre scappano dal paese perché vengono inseguiti dai cittadini, i quali non li riconoscono; Topolino decide di non ritornare nella cittadina per tutta la giornata e i tre passano una notte molto tormentata per paura che gli abitanti giungano alla baita. Il mattino dopo il trio scopre che vi è stata un'altra nevicata in città e questa volta la neve è color rosa. Quando Topolino, Eta Beta e Flip arrivano in paese, trovano i cittadini comportarsi tutti nello stesso modo: ognuno ha una gran voglia di apprendere e studiare. A donare i libri ai paesani sono dei misteriosi uccelli robot parecchio grossi, inoltre si è subito creata una scuola dove i cittadini devono esporre ciò che hanno imparato. Topolino ed Eta vengono coinvolti e finiscono in una classe dove un misterioso uccello robot funge da maestro ed interroga gli alunni, assegnando loro un voto. I due amici scoprono che i cittadini stanno apprendendo informazioni sbagliate: ogni personaggio storico che ha svolto delle azioni buone risulta un parente di Vito Doppioscherzo, mentre ogni personaggio che ha svolto azioni malvagie è un parente di Topolino. I cittadini scoprono che Topolino è presente tra loro e cominciano ad insultarlo e a cacciarlo dalla città; il duo, assieme a Flip, riesce a salvarsi dalla furia dei cittadini aggrappandosi ad un uccello robot che stava prendendo il volo.

Il volatile torna alla sua base: un gigantesco dirigibile giallo con un grosso faccione sorridente avente una bombetta, il tutto nascosto da una nuvola. All'interno il trio viene legato dai robot e fa il suo ingresso nella sala il Magnifico che intimorisce Topolino spiegandogli che userà gli stessi effetti della neve su tutta Topolinia. Il cattivo trasporta il trio su un nastro trasportante la cui fine termina con delle pericolose lame; Flip riesce a liberare Eta ed il detective utilizzando i suoi abbai agli ultrasuoni, i quali distorgono i comandi della corda comandata a note musicali. I tre raggiungono Vito, il quale, arrabbiato, sfodera subito una pistola, volendo uccidere il suo vecchio compagno una volta per tutte, ma Flip utilizza la corda per distrarre il nemico e Topolino gli spruzza in bocca un po' di liquido giallo, che fa impazzire il Magnifico, il quale perde il controllo del velivolo. Il detective, Eta e Flip scappano dal dirigibile con un uccello robot riprogrammato e riescono a salvarsi; successivamente il trio consegna ai cittadini della valle i veri libri di storia e di antologia, facendo ricordare loro chi erano un tempo. Il dirigibile di Vito precipita in un luogo sperduto ma il nemico, sopravvissuto alla caduta, ricorda ancora, sebbene in modo rozzo, chi gli ha causato la sua sconfitta ed è deciso a vendicarsi.

AnalisiModifica

L'avventura tratta il tema della riscrittura della storia per interessi personali, cosa accaduta realmente durante i totalitarismi del XX° secolo. Infatti quelle dittature, in modo analogo a Doppioscherzo, modificavano le nozioni storiche al fine di mettersi in buona luce e screditare gli avversari.

RiconoscimentiModifica

  • La storia ha vinto un TopoOscar come Miglior Storia del 2007[1]

RistampeModifica

  • Topolino 2705 (2007)
  • Super Disney 53 - Paperi Ghiacciati (2013)
  • Topolino Story (corriere della sera) - Topolino Story 2007 (2015)

NoteModifica

  1. [1] TopoOscar 2007
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.