FANDOM




Topolino e la magia del Natale
Topolino e la magia del Natale
Informazioni generali
Diretto da:
Scritto da:
Prima uscita:1999
Dati della pellicola
Durata:66 minuti
Lingua originale:Inglese
Personaggi:



Topolino e la magia del Natale (Mickey's Once Upon a Christmas) è un lungometraggio realizzato dalla Disney nel 1999. Il lungometraggio si basa su tre segmenti, della durata di 20 minuti circa, che raccontano una storia natalizia con protagonisti i personaggi della banda Disney preceduti tra un intermezzo e l'altro da una voce narrante che introduce la storia.

TramaModifica

L'incubo di NataleModifica

E' la mattina di Natale e Qui, Quo, Qua si precipitano giù dal letto per scartare i regali nonostante Paperino gli aveva detto che avrebbero dovuto aspettare i parenti. Dopo una colazione a base di frittelle i ragazzi ricevono un'ulteriore regalo: delle fantastiche slitte che corrono subito a provare senza nemmeno leggere ciò che c'è scritto nel biglietto. La sera inizia il cenone con i parenti (Paperina, Paperone e Zia Gurtie) a base di tacchino che i ragazzi sembrano gradire molto gustandolo molto voracemente. La serata continua poi coi canti natalizi e poi subito a letto. Avendo apprezzato molto la giornata Qui, Quo e Qua desiderano che sia sempre Natale.

Al mattino con loro grosso stupore il desiderio si è avverato rendendoli molto felici. Le giornate si continuano cosi a ripetere ogni giorno iniziando a stufare i nipotini che decidono al quarto giorno di variare la giornata facendo scherzi e dispetti. Questa variazione di giornata finisce però per essere un completo disastro a fine serata rendendo il povero Paperino molto triste. Avendo compreso il disastro provocato i nipotini, dopo aver letto finalmente il biglietto di auguri lasciato con le slitte, decidono di riprovare rendendo stavolta la giornata di Natale meravigliosa per tutti e ponendo finalmente fine al ciclo temporale.

Il Natale di PippoModifica

Pippo e Max stanno ultimando la letterina da spedire a Babbo Natale ma Pippo non riesce a decidersi su cosa chiedere. L'indecisione di Pippo fa perdere molto tempo tanto da non riuscire a consegnare la lettera al corriere cosi i due iniziano un rocambolesco inseguimento del furgoncino del corriere in bici, attraversando perfino il centro commerciale all'interno del quale Pippo fa numerosi disastri, per potere consegnare la letterina riuscendo nell'impresa. Al ritorno però Pietro Gambadilegno, il loro prepotente vicino di casa, dice a Max che Babbo Natale non esiste instillando nel piccolo bambino numerosi dubbi a riguardo.

La sera Pippo e Max, come di consueto, vanno a cena da alcuni vicini bisognosi che Pippo è solito aiutare offrendogli dei buoni pasti caldi e allegria per i loro bimbi. Quella sera Pippo si traveste da Babbo Natale proprio per fare contenti i bimbi ma finisce per essere riconosciuto da Max che cade nello sconforto più totale dopo essere stato ingannato dal padre. Pippo però non si scoraggia e pronto a tutto pur di far credere al figliolo dell'esistenza di babbo Natale si apposta sul tetto per aspettarlo. Le ore passano e Babbo Natale non si presenta e stavolta è Pippo a perdere ogni speranza. Non potendo vedere in questo stato suo padre Max prova di tutto per fargli tornare l'umore giusto. Alla fine il vero Babbo Natale arriva donando sia a Pippo che a Max ciò che avevano chiesto.

Topolino, Minni e i doni dei magiModifica

Natale si avvicina e Topolino ha pensato di regalare alla dolce Minni una catenina d'oro perfetta per l'orologio che possiede. Anche Minni ha già in mente un ottimo regalo per il fidanzato: una comoda custodia per la sua fisarmonica. Cosi i due si impegnano molto per ottenere i soldi per poter comprare il regalo al rispettivo partner. Topolino riceve una bella mancia al negozio di alberi di Natale di Pietro Gambadilegno, per cui lavora, ma tale somma viene prelevata dal avido e prepotente capo quando manda in fumo il sogno di Pietro di vendere a una malcapitata coppia l'albero più grande del negozio a una spasmodica cifra.

Nel frattempo Minni spera di ricevere un bel premio bonus come miglior impacchettatrice del mese ma tale aspettative vengono deluse quando al cospetto del suo capo, Topesio, riceve soltanto un panettone ai canditi. Dopo aver suonato per una raccolta di beneficenza di giocattoli a Topolino viene la brillante idea di scambiare la sua fisarmonica per il regalo di Minni ma una volta arrivato quasi in tempo al negozio il negoziante rifiuta la sua proposta. Poco dopo il negoziante, vedendo la delusione in faccia a Topolino, ci ripensa e accetta lo scambio.

A Casa di Minni Topolino da il suo regalo alla fidanzata e anch'essa fa lo stesso. Scartando i regali tutti e due si accorgono che entrambi i doni sono ormai inutili poiché Topolino, che ha ricevuto la custodia per la sua fisarmonica, non possiede più la sua fisarmonica e anche Minni, che ha avuto pure lei l'idea di cedere il suo orologio per poter comprare il regalo a Topolino, ora ha la catenina ma non più l'orologio. Naturalmente i due non si sono scordati dei loro animali e anche Pluto e Figaro ottengono un regalo tutto per loro.

CameiModifica

  • Pietro Gambadilegno appare in due differenti versioni;
  • Nell'episodio L'incubo di Natale appaiono Cip & Ciop;
  • Nell'episodio I doni dei magi appare Paperina già tra i protagonisti dell'episodio L'incubo di Natale;

NominationModifica

  • Annie Awards Nomination miglior film Home Video (2000)
  • Golden Reel Award Nomination Miglior montaggio sonoro in un film homevideo
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.