FANDOM


  • Topolino e la legge del Far West
  • Commenti



Topolino e la legge del Far West
La legge del Far West
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2210-1
Sceneggiatura:Giorgio Pezzin
Disegni:Massimo De Vita
Prima uscita:7 Aprile 1998

Topolino 2210

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:35
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topolino e la legge del Far West è l'undicesimo capitolo della serie C'era una volta... in America scritto da Giorgio Pezzin e disegnato da Massimo De Vita. La storia è stata pubblicata per la prima volta il 7 Aprile 1998 su Topolino 2210.

Trama

La corsa all'oro richiamò nelle terre selvagge della California migliaia di coloni che fondarono ovunque città che spesso vivevano solo per pochi mesi. Tali persone riconoscevano una sola legge: la legge del Far West. Un giorno come tanti il nostro Topolino giunge a Gold City, una delle tante piccole città fondate da questi coloni in cerca d'oro, dove ritrova Clarette[1], ora proprietaria e vera diva del saloon del posto assieme a suo marito Horace Mc Horse. Clarette ancora in debito con Topolino offre l'amico una delle più lussuose stanze del saloon dove poter riposarsi e rifocillarsi. Quella sera durante una delle esibizioni di Clarette due uomini del malvagio Gamber irrompono nel saloon per divertirsi importunando la ragazza. Nonostante l'irruzione dello sbadato sceriffo a fermare i criminali e invece Topolino a prendere in mano la situazione e scacciare via a fucilate i due malviventi. Horace spiega cosi a Topolino dei noti problemi di vista dello sceriffo.

Topolino prende subito a cuore la situazione dello sconfortato sceriffo di Gold City e decide di seguirlo per aiutarlo. Nel suo ufficio Topolino trova un articolo di giornale sul famigerato Wild Bill Pippock riconoscendo subito che lo sceriffo è il famosissimo pistolero che un tempo tutti accorrevano a sfidare. Lo sceriffo confessa però che a causa dell'età avanzata e della vista calante a preferito ritararsi dalle scene. Il giorno dopo l'umore dello sceriffo sembra essersi ripreso, anche grazie all'aiuto di Topolino, cosi come le sue abili doti da pistolero. Cosi lo sceriffo racconta al suo nuovo amico di aver tutta l'intenzione di sistemare gli uomini di Gamber che vuole cacciarlo dalla sua carica per nominare sceriffo uno dei suoi uomini. Lo Intanto in un ranch poco distante Gamber apprende dai suoi uomini la notizia che lo sceriffo è in realtà il più abile pistolero del West anche se questo sembra non sconvolgerlo più di tanto. Qualche giorno dopo viene diffusa per mezzo stampa la notizia che lo sceriffo è Wild Bill Pippock scatenando dei nuovi contendenti che vogliono soffiare il ruolo di miglior pistolero a Pippock. Gillet Mc Zip, il pistolero numero due, è inoltre in arrivo pronto a sfidare a mezzogiorno esatto Pippock.

Alla notizia la vista di Pippock torna a peggiorare cosi Topolino decide di chiedere aiuto ai cittadini di Gold City senza però ottenere risultati positivi da loro abbastanza impauriti. A rispondere alla chiamata di Topolino ci sono soltanto Clarette e Horace. Nonostante la vista calante Pippock decide lo stesso di affrontare il duello. Uscito dal suo ufficio sbatte contro la staccionata in legno perdendo i suoi occhiali ed è proprio grazie a questo scontro col palo che Topolino si accorge che il leggendario pistolero non vedeva bene poiché aveva messo gli occhiali al contrario. Grazie alla vista ritrovata Pippock ha potuto sfoggiare le sue grandi doti da tiratore per vincere il duello da mezzogiorno di fuoco e cacciare per via per sempre Gamber e gli invasori. Grazie a quel duello il saloon di Clarette e Horace accrebbe di popolarità mentre per Pippock quel duello segnò una volta e per tutte il suo ritiro dalle scene. Topolino decide invece di andare in cerca della sua amata Clementine dopo aver letto una sua lettera indirizzata a lui ritrovata all'interno del baule lasciato a Clarette.

Ristampe

Note

  1. Vedi Topolino e la via dell'Oregon, (1997)
Storia precedente Il cavallo di ferro Storia successiva
Il cavallo di ferro

Il cavallo di ferro

7 Aprile 1998 Il lungo sentiero

Topolino e il lungo sentiero

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.