FANDOM




Topolino e l'enigma del faro
Topolino e l'enigma del faro
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1914-A
Sceneggiatura:Silvano Mezzavilla
Disegni:Giorgio Cavazzano
Prima uscita:2 agosto 1992
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:57
Lingua originale:italiana
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topolino e l'enigma del faro è una storia in due parti di Silvano Mezzavilla e Giorgio Cavazzano, pubblicata nel numero 1914 di Topolino.

Trama

Parte 1

La storia comincia con un furto notturno in una casa. Qualche mese dopo Topolino si reca al commissariato a consegnare un oggetto smarrito e scopre come si siano accumulati nel tempo tanti oggetti mai ritirati. Così propone al commissario Basettoni di organizzare un'asta di beneficenza e viene convinto ad essere lui il banditore. Topolino racconta dell'evento a Minni che gli promette il suo aiuto; infatti il giorno dell'asta, Minni porta con sè la sua mica Lilly, una giornalista televisiva che realizza un servizio sull'evento che attira l'attenzione di diversi personaggi.

L'asta comincia a svolgersi senza problemi fin quando viene messe in vendita una statuetta in similoro del Faor di Topolinia. Un uomo misterioso ottiene la statuetta per una cifra più alta del normale, cosa che attira l'attenzione e che viene giustificata col fare benficenza. Vengono poi venduti gli altri pezzi, inclusa una lente d'ingrandimento che Minni compra per Topolino, e l'asta finisce. All'improvviso si compresenta una coppia, il professor Thomas e sua moglie, i quali spiegano che la statuetta è stata loro rubata tempo fa insieme ad altri oggetti di casa ed, avendola riconosciuta in Tv, speravano di arrivare in tempo per riaverla per il suo valore affettivo. Gli viene quindi mostrato l'indirizzo del misterioso aquirente che è stato registrato in modo da contattarlo mentre basettoni si offre di trovare la loro denuncia di furto in modo che possano riavere l'oggetto senza pagare, ma la coppia gli dice che non sarà necessaria. Quando tutti si sono andati, Topolino nota una macchia d'inchiostro lasciata dal fondo della statua (che si era sporcato in commissariato) che riporta la dedica "A TOM".

Verso sera Topolino e Minni stanno facendo una cena romantica a casa quando si presentano di nuovo il professor Thomas e sua moglie che spiegano che le generalità date dall'aquirente erano false. Topolino allora ha un idea e si reca da Lilly per avere le registrazioni effettuate dove, tra le altre cose, è possibile vedere l'uomo che a quanto pare si era travestito. Topolino porta le registrazioni a Basettoni che dice che non ha trovato alcuna denuncia di furto all'epoca da parte dei due coniugi. Quest'ultimi, tornati a casa, trovano un uomo ad attenderli.

Parte 2

Grazie ai computer della polizia, l'aquirente viene identificato: si tratta di Nick Kat, un esperto ladro d'appartamenti. Proprio lui si trova casa dei Thomas raccontando di come lie ha derubati mesi prima ed inizialmente aveva preso anche la statuetta finchè non si era reso conto che non era di oro vero e l'aveva buttato. Il giorno dopo era rimasto sorpreso da non trovare notizia del suo furto sul giornale, ma un altra notizia aveva attirato la sue attenzione.

Poco dopo, Topolino si reca a casa Thomas trovando solo un gran caos provocato da quella che sembra essere stata una zuffa tra Nick ed i due coniugi. Vengono rinvenuti la parte superiore della statuetta rotta a metà ed un pezzo bruciato di un giornali di 8 mesi prima. Basettoni dirama un mandato d'arresto per Nick ipotizzando che abbia provato ad estorcere denaro ai Thomas e poi li abbia rapiti.

Topolino torna a casa con molti dubbi. Guardando nel suo archivio di vecchi giornali, scopre che 8 mesi prima il professor Thomas aveva denunciato un furto commesso nell'istituto dove lavorava: quello del prototipo A del M.O.T (modulo operativo tesaurum), un minidisco contenente dati di una ricerca che intende trasformare il carbone in oro. Sul giornale c'è anche una foto del professore con la statuetta che stranamente si trova nel suo ufficio. Topolino capisce cos'è davvero successo e chiama il commissario. Viene fatto fermare un transatlantico in partenza da Topolinia, e tra i passeggeri, vengono individuati i coniugi Thomas che vengono arrestati per il furto del M.O.T. e come prova viene ritrovata la parte inferiore della statua con dentro il minidisco.

Più tardi, ad una nuova cena con Minni, Topolino racconta che la macchia d'inchiostro che aveva visto all'asta non riportava una dedica ma M.O.T A al contrario. Topolino spiega cos'è successo. Il professor Thomas voleva sfruttare i dati delle ricerca per sè ed aveva inscenato un finto furto all'istituto mentre lui nascondeva il disco nella sua statuetta per poi portarla a casa. Lui e sua moglie progettavano di andare all'estero, ma Nick Kat aveva accidentelmente rovinato i loro piani. Il ladro, dopo aver letto del furto del M.O.T (l'unico denunciato dal professore per non destare sospetti), aveva capito il vero valore della statuetta che aveva buttato. Ma questa ormai era stato trovata e portata al commissariato come oggetti smarrito; 8 mesi dopo, i tre avevano rivisto la statuetta nel servizio tv di Lilly. Nick era riuscito a prenderla per primo e voleva metà dei ricavi futuri dai coniugi Thomas. Ne era nata una colluttazione con il ladro ad avere la peggio; Nick era stato chiuso in un sotterraneo di un edificio sul mare.Topolino e la polizia avevano fatto appena in tempo a salvarlo dalla marea.

Topolino e Minni possono così mettere fine alla storia e continuare la loro cena in pace.

Pubblicazioni italiane

  • Topolino 1914 (1992)
  • Topomistery 56 (1997)
  • Super Disney 42 - I Supergialli di Topolino (2008)
  • Disney d'autore 2 - Giorgio Cavazzano (2012)
  • Tesori Made in Italy 3 - 50 capolavori di Giorgio Cavazzano 3 di 6 (2017)
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.