FANDOM


  • Topolino e l'effetto trasmutatore
  • Commenti



Topolino e l'effetto trasmutatore
Effettotrasmutatore
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2077-3
Sceneggiatura:Carlo Panaro
Disegni:Giorgio Di Vita
Prima uscita:19 settembre 1995
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:28
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore


""Dove sono finiti Riccetto e la libellula?" "Si psono psmaterializzati, poi si psono pfusi con Pluto"
Pippo ed Eta Beta

Topolino e l'effetto trasmutatore è una storia scritta da Carlo Panaro e disegnata da Giorgio Di Vita, pubblicata per la prima volta su Topolino 2077 del 19 settembre 1995.

È una delle poche storie in cui viene diffusa qualche informazione sulla storia di Topolinia, in particolare mostrando una versione della statua del fondatore, in questo caso Geremia Ratt.

Trama

Per spostare senza fatica dalla soffitta di Pippo alcuni oggetti da vendere per beneficenza, Eta Beta tira fuori una macchina sposta materia che smaterializza e rimaterializza qualsiasi oggetto da un dispositivo all'altro che la compongono.

Per un caso di sorte, nello stesso momento finiscono sotto il raggio smaterializzante Pluto, un riccio trovato da Pippo e una libellula che passava di lì, riapparendo fusi in un'unica orripilante creatura canina alata e con aculei. Un ibrido che, oltretutto, non riconosce Topolino e gli altri, ringhia e si dà alla fuga.

Tra un equivoco e l'altro, l'inseguimento porta Topolino ed Eta Beta in numerose zone di Topolinia: la metropolitana, un grattacielo, un cantiere edile, la statua di Geremia Ratt e la Torre dell'Orologio.

Proprio da qui, quando i due amici finiti aggrappati alle grandi lancette stanno per precipitare, Pluto torna in sé e li salva proprio grazie alle sue ali. Eta Beta alla fine inverte il processo, liberando le tre creature, e l'avventura si conclude in trionfo con un imprenditore che compra a 5 mila dollari l'idea di un giocattolo con le fattezze del Pluto volante.

Pubblicazioni

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.