FANDOM


  • Topolino e il torneo dell'Argaar
  • Commenti



Topolino e il Torneo dell'Argaar
Topolino e il torneo dell'Argaar2
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1464-BP
Sceneggiatura:Massimo De Vita
Disegni:Massimo De Vita
Prima uscita:18 dicembre - 25 dicembre 1983

Topolino 1464 e 1465

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:81
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



Topolino e il torneo dell'Argaar è la seconda storia della Saga della Spada di Ghiaccio, il capolavoro dell'autore italiano Massimo De Vita.
La storia è divisa in due parti ed è uscita per la prima volta su Topolino 1464 e 1465.

Trama

È di nuovo Natale a Topolinia ed è passato giusto un anno da quando Pippo e Topolino hanno vissuto la loro avventura nelle Terre dell'Argaar. Durante gli ultimi preparativi della Vigilia, i due eroi continuano a vedere la scritta Yor vi chiama. Comprendono che non sono pure casualità o lo scherzo di un buontempone, ma che devono davvero ritornare nell'Argaar. Così si recano a casa di Minni e utilizzando il trasportatore dimensionale di Yor si recano nell'Argaar.
Quello che trovano è però molto dissimile dal mondo medioevale che ricordavano essere Ululand, la terra degli Uli. Si trovano in una megalopoli futuristica, invasa da veicoli volanti sfreccianti su strade soprelevate e costituita da immensi grattacieli. I due credono di aver sbagliato dimensione finché non viene loro incontro Boz. L'ulo spiega che sono passati ben 222 anni dalla loro ultima visita e il popolo degli Uli sfruttando le tecnologie dimenticato del passato avevano fatto notevoli progressi trasformando radicalmente il loro modo di vivere.
Boz conduce gli amici da Yor e il vecchio saggio spiega ai due il motivo della loro chiamata. Il vulcano Gherrod che non dava segni di vita da oltre 100.000 anni si è risvegliato e rischia di esplodere sommergendo in un'unica colata di lava tutta Ululand. L'unica salvezza sarebbe gettare un frammento di gherrotite nel cratere prima dell'esplosione. Il problema è che l'unico frammento è posseduto dal Re di Bedi che lo cederebbe alla sola condizione che il cugino di Alf (ovvero Pippo) lo rappresenti al famoso torneo dell'Argaar, leggendaria competizione in cui ogni 400 anni si sfidano i campioni dei vari popoli. Pippo accetta e così Boz, Topolino e il troll dei boschi Gunni Helm volano a Bedi.

Ha così inizio il torneo dell'Argaar e tutti i campioni, tra cui il Cavaliere Nero della regina di Hel, sfilano in parata davanti alla folla festante. Le prove sono molteplici, ma Pippo le supera tutte con un pizzico d'ingegno e fortuna fino a trovarsi in semifinale a sfidare Fyr l'iperboreo ad una gara di tiro con l'arco, ma neanche stavolta il cugino di Alf viene battuto. La finale è contro il Cavaliere Nero e Pippo, siccome manca una prova, propone di sfidarsi a Big Zip, un antistress che ha in tasca. Proprio grazie alla sua bravura vince il torneo e scopre che il cavaliere era un robot, inviato dalla regine per vincere facilmente la competizione.

Con la gherrotite gli eroi volano verso il vulcano, ma sfortunatamente l'esplosione avviene proprio un attimo prima e tutto l'Ululand viene sommerso dalla lava. Gli Uli nella disgrazia della tragedia comprendono che la tecnologia gli aveva fatto dimenticare tutte le loro tradizioni e ripudiano il loro progresso per tornare ad essere il semplice popolo di un tempo. Alla fine non tutto il male viene per nuocere e Pippo e Topolino ritornano a Topolinia.

Personaggi

Nella vicenda compaiono molti personaggi, dei quali i principali sono:


Storia precedente Topolino e il torneo dell'Argaar Storia successiva
Topolino e la Spada di Ghiaccio

Topolino e la Spada di Ghiaccio

18 dicembre - 25 dicembre 1983 Topolino e il ritorno del Principe delle Nebbie

Il ritorno del principe delle nebbie

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.