FANDOM


  • Topolino e il misterioso "S" flagello dei mari
  • Commenti



Topolino e il misterioso "S"
S flagello dei mari
Informazioni generali
Nome originale:The Pirate Submarine
Codice Inducks:YM 028
Sceneggiatura:
Disegni:Floyd Gottfredson
Inchiostri:Ted Thwaites
Prima uscita:30 settembre 1935 - 4 gennaio 1936 (USA)

In Italia su Topolino (giornale) 1 (1936)

Prima uscita italiana:22 dicembre 1935,

Topolino (giornale) 156

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:84
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:The Walt Disney Company



Topolino e il misterioso "S" flagello dei mari è una storia a strisce di Floyd Gottfredson e Ted Osborne uscita tra il settembre 1935 e il gennaio 1936, spezzettata in 84 parti. La storia segna il debutto di un nuovo personaggio: il terribile Pirata Orango.

TramaModifica

Topolino e il misterioso S

Nelle acque del territorio americano molte imbarcazioni cominciano ad essere derubate e sia i passeggeri che i marinai scompaiono misteriosamente, lasciando la nave in balia delle onde; l'unico segnale che ricevono le radio è una richiesta d'aiuto perché la nave è stata abbordata da un misterioso S. Topolino, sentendo uno di questi messaggi, si reca dal Capitano Setter per chiedere spiegazioni, ma pure i militari non sanno trovare una risposta la problema. Così Topolino si offre come volontario per la caccia ad S e si imbarca su una nave militare camuffata da cargo mercantile, con a bordo un aeroplano che può volare e muoversi sotto l'acqua come se fosse un sommergibile; ad accompagnare il topo c'è Musone, un vecchio amico di Topolino. Una sera accade un fatto strano sulla nave: i motori si fermano e tutte le armi rimangono misteriosamente "appiccicate" al muro dell'imbarcazione e i marinai scoprono che un grosso artiglio giallo si è attaccato su di un lato della nave e un sommergibile sbuca improvvisamente dalle acque. Dal sommergibile sbucano diverse scimmie soldato comandate dal Pirata Orango che decidono di requisire tutto ciò che c'è a bordo e di rapire l'equipaggio. Topolino, restato ben nascosto, avvia il subplano e comincia a cerca il sottomarino finché non giunge in una isola molto ampia ed alta ma concava, nel cui interno sono presenti molti edifici e campi di lavoro; il topo fa atterrare il biplano nella grossa pozza d'acqua collegata al mare al centro dell'isolotto ma viene subito sorpreso dal sottomarino e così il protagonista intuisce che quella è la base di Orango.

Finito in prigione, Orango fa visita al nuovo arrivato credendolo una spia che volesse conoscere i suoi piani per la conquista dell'Universo e Topolino ne carpisce alcune informazioni. Il topo viene sbattuto ai lavori forzati nei campi e finisce in coppia proprio con Musone, scoprendo che il suo amico è in ottime condizioni. Successivamente una guardia, su ordini del capitano, divide il duo mandando Musone a lavorare in una fabbrica di aeroplani e Topolino a pelar patate in cucina; l'incarico di Topolino gli torna utile perché, dopo aver macchiato una maglia, la lavandaia lo manda a prendere della benzina e così il topo scopre un grande deposito di contenitori del liquido; decide così di realizzare una copia della chiave per accedere al magazzino grazie ad un impasto di argilla e lasciando che sia Musone a fabbricarla. I due tentano la fuga molto presto, perché Orango ha in mente di affondare la nave in cui si trova in crociera Minni così, dopo aver rifornito il subplano di benzina, fanno saltare in aria il deposito e il duo riesce a fuggire dall'isola grazie ad un canale sotterraneo collegato al mare.

Quadro topolino e misterioso s

Acquerello basato sulla storia realizzato da Gottfredson

Fuori dall'isola, il sottomarino insegue l'aeroplano e Topolino decide di sparagli contro un siluro ma, sfortunatamente, ad esso vi è agganciato Musone che si ritrova improvvisamente in mare aperto e riesce a salvarsi arrivando al sottomarino appena emerso, il quale aveva deviato il colpo sparato. Topolino fa finta di essere stato abbattuto dall'artiglieria nemica e sott'acqua, si ritrova ad affrontare l'artiglio calamita proveniente dal sottomarino; il topo lo danneggia con la fiamma ossidrica e causa pure un grosso foro nella nave, così il suo equipaggio è costretto a rifugiarsi in superficie ma non è del tutto al sicuro. Topolino tiene sotto tiro i pirati con un mitragliatore ed ordina loro di staccare gli assi di legno del ponte per formare una grossa zattera; una volta costruita, Orango e i suoi soldati vi salgono sopra e si salvano dalla terribile situazione. Il piccolo eroe raggiunge l'imbarcazione con sopra Minni e consegna a Setter i malviventi catturati, con grande gioia di Minni nel rivedere il suo fidanzato.
Storia precedente Topolino e il misterioso S flagello dei mari Storia successiva
Topolino e il tesoro di Clarabella

Tesorodiclarabella

30 settembre 1935 - 4 gennaio 1936 Topolino e lo struzzo Oscar

Struzzo oscar

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.