FANDOM


  • Topolino e il dilemma parabolico
  • Commenti



Topolino e il dilemma parabolico
Topolino e il dilemma parabolico
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2784-1
Sceneggiatura:Bruno Enna
Disegni:Giorgio Cavazzano
Prima uscita:7 aprile 2009
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:33
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topolino e il dilemma parabolico è una storia di Bruno Enna e Giorgio Cavazzano, pubblicata la prima volta nel numero 2784 di Topolino.

Trama

Topolino sta affrontando Macchia Nera sotto lo sguardo di Manetta che spiega ad un suo sottoposto cosa accade di solito in questi casi. Ma Manetta attiva accidentalmente il macchinario del criminale il cui raggio colpisce Topolino che sviene.

Topolino si riveglia nel letto di casa con accanto Minni e Basettoni che gli dicono che è stato senza conoscenza per due giorni. Topolino per qualche motivo sente le loro voci come se urlassero e Minni gli dà dei paraorecchi imbottiti. Purtroppo non si sa quali effetti avesse la macchina di Macchia Nera e Basettoni ha punito Manetta mandandolo a dirigere il traffico. Giunta la notte, Topolino non riesce a dormire poichè sente ogni minimo rumore e decide di andare da uno specialista. Il dottore gli spiega che le sue orecchie sono diventate come due parabole capaci di udire rumori anche fino a settanttasei miglia (la prova è che Topolino riesce a sentire la sirena di un traghetto in partenza dal porto). Topolino deve aspettare che la cosa si risolva da sola e prova a parlarne con Orazio senza i paraorecchi, ma continua a sentire rumori. Pippo, per essere d'aiuto al suo amico, rende la sua casa insonorizzata eliminando ogni minima fonte di rumore (staccando anche tv e telefono) e comunica con lui solo a gesti.

Un paio di giorni dopo si presenta alla porta di Topolino il professor Trullaby che dice di aver sentito del suo caso dallo specialista e di avere qualcosa che può aiutarlo ovvero delle speciali cuffie tecnologiche che consentono a Topolino di fermare ogni suono o filtrarli. Sebbene un pò buffi ed ingombranti, Topolino si sente meglio e mostra a Basettoni come ha intenzione di usare la sua nuova abilità per catturare più malfattori. Quella notte la polizia segue così le istruzioni di Topolino per scovare diversi criminali nascosti nella zona vicino al porto. All'interno di un capannone inoltre Topolino riconosce la voce di Macchia Nera che afferma che ruberà il prezioso Uovo Rattergè. Putroppo il criminale riesce a scappare, ma Topolino ora sà il suo obbiettivo. Il giorno dopo, Basettoni tappezza di guardie il museo, ma invece Macchia Nera deruba un carico di diamanti rimasto poco protetto.

La notizia giunge in tv a causa della testimonianza di un addetto al traffico ignoto. Topolino viene incolpato dell'accaduto e Basettoni viene punito dai suoi superiori. Topolino si sente in colpa dell'accaduto ed ha bisogno di una voce amica. Passa così da Orazio, ma lo sente (da fuori) palare al telefono affermando che non intende più vederlo. Topolino è incredulo, ma stessa accade con Minni e perfino con Pippo. Prima però di cedere allo sconforto ha un intuizione.

Dalla torre dell'Orologio, Macchia Nera se la ride. Egli è infatti il responsabile spiegando come ha tenuto d'occhio Topolino dopo che era stato colpito ed aveva deciso di sfruttare la cosa dandogli quelle cuffie (nei panni del finto professore) con cui gli faceva sentire quello che voleva potendo anche imitare le voci degli amici di Topolino. Aveva inoltre preso i panni di un addetto al traffico per divulgare la notizia del fallimento di Topolino. Ma, finita la spiegazione, compare alle sue spalle il diretto interessato. Topolino si era ricordato che Pippo aveva staccato il telefono e quindi non avrebbe potuto parlare con nessuno quando l'ha sentito dalle cuffie e gli è bastato guardare in casa per la conferma. Toltosi le cuffie, ha potuto rintracciare Macchia Nera, ma il criminale attiva il meccanismo dell'orologio per suonare le campane il cui suono è insopportabile per le orecchie di Topolino (mentre il criminale usa dei paraorecchi che ironicamente hanno la forma delle orecchie di Topolino). Macchia Nera riesce anche ad evitare anche l'agguato di Pippo che aveva accompagnato l'amico ed agguanta Topolino per costringerlo ad ammettere la sconfitta. Topolino però prende tempo perchè il criminale non si è accorto di essere finito in mezzo tra la statua col martello e la campana che deve colpire e finisce per beccarsi una botta in testa.

Topolino 2784 - 047-Fine

Topolino con tutti i suoi amici

Macchia Nera si riveglia nella prigione del commissariato con Manetta che ha ripreso il suo posto. A casa di Topolino si sta per tenere une merenda con amici e parenti quando si presenta a Basettoni che si scusa con Topolino per aver dubitato di lui. Topolino, il cui problema all'udito si è risolto, però non risponde tanto da far pensare al commissario che ce l'abbia con lui. In realtà Minni spiega che, a forza di urlare nella torre dell'orologio, Topolino ha perso la voce. Pippo porta a tutti dei copriorecchi con la forma delle orecchie di Topolino che, dopo la vicenda, sono andati a ruba nei negozi. Si celebra così la festa con Topolino che commenta che tra amici non c'è bisogno di parole.


Pubblicazioni italiane

  • Topolino 2784 (2009)
  • Topostorie 16 - I Signori in Giallo (2015)
  • Speciale Disney 74 - Topolino Sunny Edition (2016)
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.