FANDOM


  • Topolino e i trafficanti di Boston
  • Commenti



I trafficanti di Boston
I trafficanti di boston
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 1999-A
Sceneggiatura:Giorgio Pezzin
Disegni:Massimo De Vita
Prima uscita:20 Marzo 1994

Topolino 1999

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:35
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



I trafficanti di Boston è il secondo capitolo della serie C'era una volta... in America. È stata scritta da Giorgio Pezzin e disegnata da Massimo De Vita ed è stata pubblicata per la prima volta il 20 Marzo 1994 su Topolino 1999.

Trama

Boston, colonia del Massachusettes, anno 1716. I mercanti di Boston, tra cui il venditore di tessuti Topolino, decidono di indire una riunione a causa della perdita di numerosi clienti a favore della merce venduta da Lord Birban che sembra voler monopolizzare gli affari di Boston. Alla riunione tutti i mercanti si domandano come Lord Birban possa effettivamente vendere la merce alla metà del prezzo a cui la vendono loro ipotizzando che tutto ciò possa essere dovuto agli stretti legami che Lord Birban ha con l'Inghilterra, stato che condanna i poveri mercanti di Boston a pagare delle elevate tasse sulla merce costringendoli a importare tutto dall'Europa. Molto preoccuparti della situazione i mercanti decidono all'unisono di mandare un'esposto al Re.

Finita la riunione, alla dimora di Lord Birban, una spia intrufolatasi alla riunione racconta tutto ciò che è stato detto dai mercanti il quale non sembra per nulla spaventato dall'azione che i mercanti stanno per intraprendere visto le sue numerose conoscenze a palazzo reale. Vicino al porto Topolino nota una bellissima nave in partenza sentendo poco dopo da Lord Birban, intento a parlare con alcune persone, che quella nave appena partita tornerà presto carica di ottima merce. Nonostante le preoccupazioni Topolino decide di continuare il suo viaggio per andare a riscuotere una piccola somma di denaro che gli spettava e proprio dopo aver riscosso tale somma nota vicino a un picco di nuovo la nave di Lord Birban che veleggia in una direzione insolita. Insospettito, qualche giorno dopo, Topolino inizia a consultare presso l'ufficio marittimo tutti gli scritti sull'arrivo delle navi scoprendo che i viaggi della Vincent, la nave di Lord Birban, sono stati tanti e piuttosto veloci per essere arrivata e tornata dall'Europa più volte. Venuto a conoscenza dei sospetti di Topolino Lord Birban ingaggia un malvivente, Gambosky, per farlo fuori. Quella sera Gambosky prende in contropiede Topolino, che non riesce a vedere il suo aggressore, stordendolo con un colpo ben piazzato. Infilato dentro un sacco e privo di sensi Topolino viene gettato in mare da Gambosky.

In fondo al mare Topolino riprende i sensi ma mantenendo la calma si libera utilizzando il vetro del suo orologio da taschino risalendo cosi in superficie dove viene ripescato da Pipson, un pescatore di alghe. Ripresosi Topolino racconta tutto alla persona che lo ha salvato la quale, dopo aver sentito che Topolino sta cercando la Vincent, racconta al nuovo amico che la nave che cerca ha attraccato in una baia nelle vicinanze. Cosi Pipsons, confermando l'ipotesi di Topolino che quella è gente losca e sospetta, lo accompagna fino alla baia dove sembra ci sia una stretta sorveglianza. Topolino decide di sorpassare le guardie via mare nascondendosi con un grappolo delle alghe pescate da Pipson. Una volta a terra Topolino trova subito una piccola abitazione dove al suo interno numerose persone sono condannate a lavorare senza sosta e pagati a basso costo per produrre le merci di Lord Birban ingannati da false promesse del Lord.

Gambosky scopre Topolino a ficcanasare all'interno del capannone e prova a fermarlo accompagnato da alcune sentinelle. Una delle sentinelle decide di sparare un colpo di fucile per cercare di prendere Topolino ma finisce solo per colpire una lanterna accesa che cadendo si rompe dando fuoco a tutto il capannone. Topolino riesce a fuggire guardando l'esplosione da lontano. Il fuoco appiccato erroneamente si ripercuote anche sulla Vincent che inizia a bruciare. La sentinella sulla scogliera prova a sparare a Topolino ma viene fermata da Pipsons che aspetta l'amico sulla sua imbarcazione. Topolino e Pipson fanno ritorno a Boston prima di Gambosky che procedendo via terra impiega di più. All'arrivo di Gambosky a Boston Lord Birban è già pronto a svignarsela a causa di Topolino che ha già fatto sapere a tutti la notizia della truffa di Lord Birban ai danni dei mercanti di Boston. I due furfanti finiscono quindi per essere inseguiti da tutto il paese. Topolino fa ritorno alla baia, dove per sua sfortuna i soldati hanno già distrutto la fabbrica e i macchinari abusivi, per aiutare i poveri lavoratori malcapitati i quali confessano però a Topolino di aver preso loro ciò che restava della fabbrica e di essersi stanziati all'interno di una caverna dove produrranno in proprio in modo da arricchire la loro libertà.

Curiosità

  • Nella storia compare un giovanissimo Benjamin Franklin, studente e compagno di classe del figlio del Topolino di questa storia

Ristampe

  • Topolino 1996 (1994)
  • Super Disney 22 - Storie d'America (2001)
  • La storia universale Disney 23 (2011)
  • Definitive Collection 19 - C'era una volta in America Vol. 1 (2017)
Storia precedente I trafficanti di Boston Storia successiva
Il tesoro della Mayflower

Il tesoro della mayflower

20 Marzo 1994 Il grande cielo

Il grande cielo

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.