FANDOM




Topolino contro Topolino
Topolino contro Topolino
Informazioni generali
Nome originale:Mickey's Dangerous Double
Codice Inducks:YM 131
Sceneggiatura:Bill Walsh
Disegni:Floyd Gottfredson
Prima uscita:2 marzo - 20 giugno 1953, Stati Uniti
Prima uscita italiana:Topolino 73 - 77 (25 agosto - 25 ottobre 1953)
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:96
Lingua originale:Inglese
Casa editrice:Walt Disney Company


"Noi due lotteremo disperatamente... e tu rimarrai ucciso! Così, dirò alla polizia che tu eri ME... e io sono TE! Sposerò la tua ragazza... e vivrò il resto della mia vita COME TOPOLINO, il rispettabile cittadino!"
Miklos a Topolino

Topolino contro Topolino (Mickey's Dangerous Double in originale) è una storia scritta da Bill Walsh e disegnata da Floyd Gottfredson, pubblicata per la prima volta tra il 2 marzo 1953 e il 20 giugno dello stesso anno negli Stati Uniti.[1]

Trama

Topolino e Pippo ritornano dalla loro precedente avventura, non senza qualche sorpresa: Pippo si ritrova il giardino invaso da delle erbacce gigantesche e Topolino viene sdegnosamente evitato da tutti. Non capendone il perché, Topolino chiede aiuto a Pippo, ma scopre che l'amico è andato a visitare un cugino! Rattristato, Topolino torna a casa sua, ma nota delle stranezze: letti disfatti, ombre inquietanti e una doccia in uso in cui il topo rischia d'essere assassinato! Sulla difensiva, Topolino prende una mazza da baseball per accogliere la misteriosa persona che sta suonando alla porta, peccato che tale persona sia il Commissario Basettoni!

Infatti il Commissario è venuto ad arrestare Topolino, accusandolo di numerosi furti. Topolino cerca di spiegarsi, ma la polizia trova la sua casa piena di cose rubate, tra cui il lecca lecca del figlio di Basettoni! Il fondo viene però raggiunto quando il buio cala nella casa e per un soffio il commissario si salva da un colpo di pistola sparato apparentemente da Topolino . Topolino si giustifica dicendo che è stato qualcun altro a sparare e mettergli in mano la pistola, ma viene portato alla centrale. Tuttavia Basettoni concede a Topolino 24 ore di tempo per dimostrare la sua innocenza, dopodiché lo sbatterà in cella.

Topolino ritorna a casa, ma vede dalla finestra un suo sosia seduto sulla sua poltrona! Sbalordito, Topolino chiede chiarimenti a questo sosia, ma viene steso a terra. Poco dopo il falso Topolino risveglia il vero Topolino e gli racconta come, agendo durante l'assenza dell'eroe, egli ha preso le sue sembianze per mascherare i suoi crimini. Topolino tenta di ribellarsi, ma viene messo a bada dal gemello malvagio, che gli annuncia d'aver imprigionato Pluto. Se Topolino si ribellerà, egli ucciderà il cane. Così il topo è costretto ad assistere senza poter intervenire alle nefandezze del suo sosia, anche quando il criminale deride Minni.

Minni se ne va via offesa e il falso Topolino annuncia a Topolino che lo consegnerà alla polizia! Tuttavia il sosia si reca prima in un posto, ma minaccia Topolino di non seguirlo, pena la vita di Pluto. Tuttavia il topo grazie a un abile trucco - un profumo che lascia una potentissima traccia odorosa - riesce a seguire il falso Topolino fino al suo rifugio segreto. Il rifugio non è altro che una fabbrica di giocattoli, ma del topo malvagio non vi è nessuna traccia. Tuttavia Topolino trova Pluto che, inizialmente diffidente, abbraccia il padrone. Purtroppo Topolino e Pluto si fanno beccare dal falso Topolino, che rivela loro la sua vera identità.

Il falso Topolino non è altro che Miklos, un ricercatissimo ladro trasformista, ma deciso ormai di ritirarsi. Il suo piano è semplice: uccidere e farsi passare per il vero Topolino, per poi così ritirarsi in modo insospettato e sposare Minni! Non d'accordo, Topolino affronta Miklos in un roccambolesco combattimento tra giocattoli, ma Pluto s'innamora di una cagnolina di pezza e non risponde più agli ordini del padrone. Per fortuna in questo fracasso interviene il Commissario Basettoni, che ha sentito anche lui la storia del Topolino falso. Purtroppo Basettoni non riesce a capire chi sia il vero Topolino e non può servirsi dell'olfatto di Pluto, ancora imbambolato dalla cagnolina di pezza.

Dopo una serie di fallimentari tentativi per identificarli, Basettoni decide di rinchiudere i due Topolini in prigione. Tuttavia Miklos evade dalla prigione e viene inseguito da Topolino sui tetti del commissariato, ma entrambi cadono in una cisterna d'acqua! Dopo l'incidente il commissario riesce finalmente ad identificare il falso Topolino, il cui manto scolorito dall'acqua è in realtà grigio. Tutto sembra finire per il meglio, ma Topolino e Basettoni scoprono che Miklos, conosciuto anche come "il Topo Grigio", è celebre per le sue incredibili evasioni che puntualmente avviene!

Ristampe

Fuori dagli Stati Uniti, la storia è stata ristampata 10 volte in Italia:

  • Topolino 73 - 77 (1953) 
  • Topolino collezione ANAF 53 (1983)
  • Revival Comics (Mondadori/Traverso) #1953 (1984) 
  • Il Messaggero 84 - Topolino contro Topolino (1990)
  • Cartonatoni Disney 24 - Topolino - Giorno dopo giorno 1950-1953 (1994) 
  • Cartonatoni Disney 26 - Topolino - Carosello di avventure (1995)
  • Topomistery 51 (1996)
  • Topolino (ristampa Nerbini) 2 73 - 2 77 (2001)
  • I Maestri Disney 28 - Floyd Gottfredson (2004)
  • Gli anni d'oro di Topolino 14 - Topolino contro Topolino (2010) 

Inoltre la storia è stata pubblicata in Brasile, Finlandia, Francia, Germania, Jugoslavia e Olanda.

Curiosità

  • In questa storia si apprende incidentalmente che Basettoni ha un figlio di cinque mesi, ribattezzato Adamo junior in alcune traduzioni italiane.

Note

  1. [1] Top 100 INDUCKS
Storia precedente Topolino contro Topolino Storia successiva
Topolino e il deserto del nulla

Desertodelnulla

2 marzo - 20 giugno 1953 Topolino e la scarpa magica

Scarpamagica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.