FANDOM


  • Topolino alla conquista del Polo Sud
  • Commenti



Topolino alla conquista del Polo Sud
Topolino alla conquista del Polo Sud
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2925-2
Sceneggiatura:Sergio Badino
Disegni:Antonello Dalena
Prima uscita:20 dicembre 2011
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:28
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topolino alla conquista del Polo Sud è una storia di Sergio Badino e Antonello Dalena, pubblicata sul numero 2925 di Topolino.

TramaModifica

Topolino e Pippo vengono invitati da Zapotec e Marlin a visionare per primi la mostra al museo che celebrerà il centenario delle prime spedizioni verso il Polo Sud di Roald Amundsen e di Robert Falcon Scott. Zapotec mostra ai suoi amici una pagina dal diario di Aumndsen ritrovata da poco in cui l'uomo racconta che il suo avo Dlaor Il Viaggiatore (un vichingo) potrebbe già essere stato in Antartide prima di lui ed una mappa sul retro del rotolo con la cronaca dei viaggi lo proverebbe. Dlaor partì con due navi (le "drakkar"), ma ritornò solo con una costretta ad abbandonare l'altra arenata sulla cosat con dentro i tesori portati per le ppolazioni locali. Topolino e Pippo vengono quindi mandati indietro nel tempo nel 1911 per mischiarsi alla spedizione di Amundsen e Scott e scoprire se hanno trovato il tesoro di Dlaor.

Arrivati, i due vengono scambiati per pirati e catturati. Pare infatti che le due spedizioni si siano unite per far fronte comune contro dei pirati che li stanno sabotando. Amundsen e Scott continuano però a litigare ed arrivano i veri pirati che costringono Amundsen a consegnare loro la mappa del tesoro di Dlaor aggiornata. Il pirata si rivela essere tale Peter Beinholz (un antenato di Pietro Gambadilegno) e fà salire gli eploratori su una lasta di ghiaccio per mandarli all deriva. Peter stà lavorando al soldo della Zirconia, una nazione in bancarotta. Amundsen e Scott riescono a litigare anche in questa situazione finendo per dividere la lastra in due con delle picconate; Topolino e Pippo finiscono sulla parte più piccola e Pippo improvvisa una vela riuscendo a tornare a terra. I due raggiungono Peter grazie ai cani da slitta, ma vengono catturati e costretti ad aiutarlo della ricerca. Viene trovato il drakkar di Dloar in una gola ghiacciata con all'interno tutto il tesoro; dopo aver fatto esplodere il ghiaccio, la ciurma di Peter conduce fuori il drakkar su un fiume sotterraneo e si preparano a raggiungere la loro nave. Ma arrivano Amundsen e Scott, costretti dai loro uomini a fare pace e trovar un modo per tornare a terra. Grazie poi alla vecchia mappa di Dlaor, ancora in mano sua, li aveva aspettati alla foce del fiume.

Nonostante questo, gli esploratori sono disarmati e non possono fare molto. Topolino ha però un idea e lui e Pippo cominciano a fingere di litigare distraendo Peter dalla guida del drakkar che comincia ad affondare. Gli uomini fanno appena in tempo a salvarsi e Topolino spiega che aveva notato che lo scafo era ormai tenuto solo dal ghiaccio e che sciogliendosi la nave sarebbe affondata a momenti. I pirati sono così costretti ad andarsene mentre Amundsen e Scott riprendono la sfida per la conquista del Polo Sud. Tornati nel presente, Topolino conferma che i vichingi sono arrivati per primi in Anatartide, ma le prove sono in fondo al mare.

CuriositàModifica

  • Nella pagina del suo diario Amundsen racconta che stava cercando un portafortuna. Questa è una citazione alla storia del 1956, Paperino e l'amuleto di Amùndsen di Romano Scarpa.
  • La storia è stata esposta nel Palazzo Ducale di Genova a corredo della tappa italiana della mostra Race del American Museum of Natural History.

Pubblicazioni italianeModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.