FANDOM


(Per chi squilla il cellulare?)
 
(13 revisioni intermedie di 2 utenti non mostrate)
Riga 5: Riga 5:
 
|image = [[File:Topo2854.jpg|250px]]
 
|image = [[File:Topo2854.jpg|250px]]
 
|descrimage = Copertina di [[Topolino (libretto)|Topolino]] per la storia.
 
|descrimage = Copertina di [[Topolino (libretto)|Topolino]] per la storia.
|codice inducks =
+
|codice inducks = I TL 2854-1P
 
|primauscita = 10-31 agosto 2010
 
|primauscita = 10-31 agosto 2010
 
[[Topolino (libretto)|Topolino]] 2854-2857
 
[[Topolino (libretto)|Topolino]] 2854-2857
Riga 32: Riga 32:
 
|editore = [[The Walt Disney Company Italia]]
 
|editore = [[The Walt Disney Company Italia]]
 
}}
 
}}
  +
{{citazione|Allora, Topolino, come stanno andando le cose? Non bene, Topolino, lascia che ti racconti!|Topolino parla con se stesso}}
   
'''Topolino 20802 2''' è una storia scritta da [[Alberto Savini]] in cooperazione con [[Fausto Vitaliano]], [[Giorgio Salati]] e [[Tito Faraci]] e disegnata da [[Casty]], [[Giuseppe Dalla Santa]], [[Lorenzo Pastrovicchio]] e [[Marco Ghiglione]].
+
'''''Topolinia 20802 2''''' è una storia [[Disney]] divisa in quattro episodi, scritti e disegnati rispettivamente da [[Giorgio Salati]] e [[Marco Ghiglione]] il primo, [[Alberto Savini]] e [[Giuseppe Dalla Santa]] il secondo, [[Fausto Vitaliano]] e [[Casty]] il terzo, [[Tito Faraci]] e [[Lorenzo Pastrovicchio]] il quarto.
   
Si tratta della seconda storia della saga a fumetti [[Topolinia 20802]]. È stata suddivisa in quattro capitoli e pubblicata per la prima volta dal 10 agosto al 31 agosto 2010 su [[Topolino (libretto)|''Topolino'']] 2854-2857.
+
Si tratta della seconda storia della saga a fumetti [[Topolinia 20802]].
  +
  +
È stata suddivisa in quattro capitoli e pubblicata per la prima volta dal 10 agosto al 31 agosto 2010 su [[Topolino (libretto)|''Topolino'']] 2854-2857.
   
 
== Trama ==
 
== Trama ==
Riga 62: Riga 63:
   
 
===Per chi squilla il cellulare?===
 
===Per chi squilla il cellulare?===
Pippo manca per poco l'appuntamento con Topolino e Trigger, che ha già rimosso dal citofono l'etichetta dello sfrattato, non gli è troppo d'aiuto. Topolino continua a chiamare la Littermayer che, però, lo ignora, facendo intuire che vuol vendicarsi di qualche situazione passata.
+
{{citazione|Non te ne ricordi perché mi hai sempre ignorato, nonostante io fossi la più bella della classe...|Penelope Littermayer}}Pippo manca per poco l'appuntamento con Topolino e Trigger, che ha già rimosso dal citofono l'etichetta dello sfrattato, non gli è troppo d'aiuto. Topolino continua a chiamare la Littermayer che, però, lo ignora, facendo intuire che vuol vendicarsi di qualche situazione passata.
   
 
Al ''Daily'', pressato da Crosby, Topolino è alle prese con il problema di trovare l'indirizzo dello scrittore fantasma Holdenber. Comincia, così, a leggere il suo libro, una biografia intitolata ''Questa è la storia della mia vita?''.
 
Al ''Daily'', pressato da Crosby, Topolino è alle prese con il problema di trovare l'indirizzo dello scrittore fantasma Holdenber. Comincia, così, a leggere il suo libro, una biografia intitolata ''Questa è la storia della mia vita?''.
Riga 77: Riga 78:
   
 
===Tutti cercano qualcosa===
 
===Tutti cercano qualcosa===
  +
{{citazione|Questa è la città che non dorme mai! La città in perenne movimento! La città dove c'è chi è alla ricerca di qualcosa... E chi di qualcuno!|Inizio della storia}}Topolino fa i conti con se stesso, parlando da solo sui capitoli Littermayer, Minni e Holdenber. Il vicino Roger è disposto a prestargli l'appartamento per il weekend, purché si occupi del suo cane Slappo, risolvendo almeno un problema, mentre Trigger si candida a fungere da improbabile maggiordomo.
  +
  +
Pippo, intanto, dopo un imprecisato periodo di tempo passato alla ricerca di Topolino, decide di fermarsi e aspettare che sia lui a trovarlo, convinto che prima o poi passerà di lì.
  +
  +
In direzione del ''Daily'', i vertici sono ancora alle prese con il dossier anonimo sul possibile investitore Fremont, sul quale emergerebbero casi di speculazione, corruzione e bilanci truccati. Il dubbio è se far partire o meno un'inchiesta che avrebbe del clamoroso, ma farebbe saltare di sicuro la trattativa.
  +
  +
Topolino torna in visita dalla sua ormai ex padrona di casa che lo sottopone a un ricatto: deve lasciare Minni, oppure non solo non riavrà l'appartamento, ma avrà anche guai con la giustizia per aver nascosto, sulla base di falsi documenti, tutte le irregolarità del Nebraska Building.
  +
  +
Nel Consiglio dei dieci, che riunisce i giornalisti più autorevoli del ''Daily'', si vota se pubblicare o meno il dossier scottante su Fremont, ma il voto finisce cinque a cinque, generando un'impasse.
  +
  +
Topolino non ha risolto il problema-casa, ma deve correre all'attesa intervista con Holdenber. Alla fine scopre che negli anni Sal ha sempre atteso che qualcuno gli chiedesse un'intervista dopo il suo unico e vendutissimo romanzo, ma nessuno lo ha mai fatto semplicemente perché il campanello du casa sua era rotto.
  +
  +
Inoltre, il libro è pieno di domande semplicemente perché il tasto con il punto fermo della sua macchina per scrivere era rotto e ha dovuto usare, così, quello interrogativo, stranezza che l'editore scambiò per una trovata originale. C'è copioso materiale per un bel pezzo e perfino Crosby si complimenta.
  +
  +
Topolino e Minni finalmente si vedono a cena a casa di Roger, mentre Trigger finisce seduto su una panchina all'aria aperta assieme a Pippo, destinato a passare la notte all'addiaccio.
   
 
===L'ago della bilancia===
 
===L'ago della bilancia===
  +
{{citazione|Essere onesti è una gran furbata, anche se può non sembrare! [...] Riuscirei a cavarmela perfino con un computer senza consonanti! Ma un peso sulla coscienza... Quello sì che mi bloccherebbe|Topolino}}Dopo una serie di equivoci, Topolino è costretto ad ammettere a Minni i suoi problemi con la casa e a confessare di essere stato sfrattato da Penelope Littermayer, cosa che suscita nella fidanzata una sonora risata che lui non sa spiegarsi.
  +
  +
Dopo essere riuscito a intervistare Holdenber, Topolino ha diritto a sedere nel Comitato dei giornalisti migliori che, così, diventano undici: sarà lui, stante lo stallo 5-5 tra favorevoli e contrari, a fare da ago della bilancia e decidere se pubblicare o meno il dossier su Fremont.
  +
  +
Topolino afferma di voler compiere la scelta più furba, cioè la più onesta, e non volere peso sulla coscienza: parole che convincono l'unanimità dei presenti a votare per la pubblicazione, rendendo, paradossalmente, inutile il suo voto.
  +
  +
Nel palazzo Littermayer va in onda un colloquio gelido tra la padrona di casa e Minni, che chiede come sta Grufolo: si tratta di un peluche del quale, aveva scoperto casualmente, la ragazza più dura, disinvolta e indipendente della scuola aveva bisogno per dormire serena.
  +
  +
Minni minaccia di raccontare questa e altre storie mettendo in ridicolo la padrona di Topolinia 20802, che alla fine cede: Topolino riavrà l'appartamento senza più ricatti.
  +
  +
Al Daily, Bone e Crosby annunciano a Topolino che dopo una serie di controlli il dossier su Fremont è risultato falso e impubblicabile, ma non riescono a capire chi sia il mandante della trappola.
  +
  +
A chiarire ogni dubbio è lo stesso imprenditore, che irrompe in direzione e svela di aver fabbricato un falso dossier su se stesso, e così ha sottoposto l'intero giornale a una prova per verificare che fosse un organo di informazione onesto e coraggioso. Prova brillantemente superata.
  +
  +
Tutti i nodi della vicenda si sono sciolti, tranne uno: ma Topolino e Pippo incredibilmente si ritrovano per caso in un parco, e vanno insieme a cena in pizzeria.
  +
  +
== Curiosità ==
  +
[[File:Confronto.jpg|thumb|200px]]
  +
* Una delle vignette del quarto episodio è ispirata a un noto dipinto dell'artista americano Edward Hopper, intitolato ''The Nighthawks''.
  +
 
{{Successione storie
 
{{Successione storie
 
|carica = Topolinia 20802 2
 
|carica = Topolinia 20802 2
Riga 97: Riga 133:
 
[[Categoria:Storie di Marco Ghiglione]]
 
[[Categoria:Storie di Marco Ghiglione]]
 
[[Categoria:Storie di Lorenzo Pastrovicchio]]
 
[[Categoria:Storie di Lorenzo Pastrovicchio]]
[[Categoria:Storie sul giornalismo]]
 

Revisione corrente delle 08:02, mar 28, 2019

Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Topolinia 20802 (disambigua).
  • Topolinia 20802 (Seconda storia)
  • Commenti



Topolinia 20802 2
Topo2854

Copertina di Topolino per la storia.

Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2854-1P
Sceneggiatura:
Disegni:
Prima uscita:10-31 agosto 2010

Topolino 2854-2857

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:148
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:The Walt Disney Company Italia


"Allora, Topolino, come stanno andando le cose? Non bene, Topolino, lascia che ti racconti!"
Topolino parla con se stesso

Topolinia 20802 2 è una storia Disney divisa in quattro episodi, scritti e disegnati rispettivamente da Giorgio Salati e Marco Ghiglione il primo, Alberto Savini e Giuseppe Dalla Santa il secondo, Fausto Vitaliano e Casty il terzo, Tito Faraci e Lorenzo Pastrovicchio il quarto.

Si tratta della seconda storia della saga a fumetti Topolinia 20802.

È stata suddivisa in quattro capitoli e pubblicata per la prima volta dal 10 agosto al 31 agosto 2010 su Topolino 2854-2857.

Trama Modifica

Troppe domandeModifica

"Che ne so io se è la storia della sua vita? [...] Come farò a riavere l'appartamento? Come farò sabato con Minni? [...] Riuscirò a chiudere occhio... Prima che faccia giorno?"
Topolino
Pippo accompagna Topolino a prendere la metro e, avendo dimenticato di dirgli qualcosa, si dirige anch'egli verso caotico quartiere.

Ben presto si perde, riapparendo di tanto in tanto anche a pochi passi dal suo amico, ma senza vederlo.

Crosby loda il nuovo assunto per l'ultimo pezzo e gli assegna un indirizzo email anonimo, redattore489@topoliniadaily.top. Topolino ne chiede uno personalizzato e la sfida sarà dimostrare di meritarlo.

Minni, al telefono, annuncia il suo arrivo per il sabato seguente a cena nell'alloggio al Nebraska Building, finalmente reso accogliente.

Nell'edificio rimangono tuttavia molti problemi, e tutti sono concordi a votare per Topolino come consigliere condominiale: sarà lui a doversela vedere con la proprietaria, Penelope Littermayer.

Il primo contatto telefonico comincia con toni cordiali, ma termina bruscamente non appena viene nominata Minni.

In redazione viene annunciato il prossimo ingresso nel consiglio d'amministrazione del Daily di un grande industriale, Benjamin D. Fremont, definito persona di grande integrità e onestà dal direttore Goldstein, e che sarà presto in visita in redazione.

Topolino si fa volontario per un servizio complicato, un'intervista impossibile a Sal Holdenber, scrittore fantasma sparito anni prima dopo aver pubblicato un unico romanzo di grande successo.

Crosby promette, in caso di successo, un interno telefonico, la targhetta sulla posta e un posto nel misterioso "Comitato dei dieci".

Tornato a casa, Topolino scopre Trigger a vendere il suo arredamento: il motivo è che la Littermayer lo ha sfrattato senza dirgli nulla, avendo svolto lavori non concordati in casa.

La notte, così, la trascorre nel tugurio di Trigger. Ma è un sonno tormentato da troppe domande.

Per chi squilla il cellulare?Modifica

"Non te ne ricordi perché mi hai sempre ignorato, nonostante io fossi la più bella della classe..."
Penelope Littermayer
Pippo manca per poco l'appuntamento con Topolino e Trigger, che ha già rimosso dal citofono l'etichetta dello sfrattato, non gli è troppo d'aiuto. Topolino continua a chiamare la Littermayer che, però, lo ignora, facendo intuire che vuol vendicarsi di qualche situazione passata.

Al Daily, pressato da Crosby, Topolino è alle prese con il problema di trovare l'indirizzo dello scrittore fantasma Holdenber. Comincia, così, a leggere il suo libro, una biografia intitolata Questa è la storia della mia vita?.

Nel testo identifica molti elementi che fanno pensare a una provenienza dell'autore dal suo vecchio quartiere di periferia, in particolare la gelateria di Gertrud, impressione confermata anche dal tipografo Gutenberg, che viene da lì.

Intanto l'editore del giornale Faster Bone riceve da uno sconosciuto un dossier che dovrebbe contenere "la verità su Fremont". Si tratta di materiale che scotta, come ammette Crosby, che potrebbe far saltare la trattativa, ma Bone fa anche notare che il Daily ha estremo bisogno di soldi.

Topolino va da Gertrud e trova qualche indizio su un misterioso Sal, ma nessuna certezza. Lascia un biglietto con il suo numero da dargli, poi attende il ritorno della Littermayer sotto casa sua.

Topolino assicura di non averla mai incontrata prima mentre lei ha fatto capire di conoscerlo, e questa sottolineatura manda su tutte le furie la ricca possidente. I due, infatti, svela, erano compagni di classe ma lui ha sempre ignorato lei, la più bella, dopo aver conosciuto Minni in una festa proprio a casa Littermayer.

L'incontro si chiude senza esito, ma arriva almeno una buona notizia: Topolino viene chiamato dal misterioso Sal che è proprio Holdenber, che accetta di concedergli un'intervista. Intanto, Pippo continua a girare in tondo nel quartiere.

Tutti cercano qualcosaModifica

"Questa è la città che non dorme mai! La città in perenne movimento! La città dove c'è chi è alla ricerca di qualcosa... E chi di qualcuno!"
Inizio della storia
Topolino fa i conti con se stesso, parlando da solo sui capitoli Littermayer, Minni e Holdenber. Il vicino Roger è disposto a prestargli l'appartamento per il weekend, purché si occupi del suo cane Slappo, risolvendo almeno un problema, mentre Trigger si candida a fungere da improbabile maggiordomo.

Pippo, intanto, dopo un imprecisato periodo di tempo passato alla ricerca di Topolino, decide di fermarsi e aspettare che sia lui a trovarlo, convinto che prima o poi passerà di lì.

In direzione del Daily, i vertici sono ancora alle prese con il dossier anonimo sul possibile investitore Fremont, sul quale emergerebbero casi di speculazione, corruzione e bilanci truccati. Il dubbio è se far partire o meno un'inchiesta che avrebbe del clamoroso, ma farebbe saltare di sicuro la trattativa.

Topolino torna in visita dalla sua ormai ex padrona di casa che lo sottopone a un ricatto: deve lasciare Minni, oppure non solo non riavrà l'appartamento, ma avrà anche guai con la giustizia per aver nascosto, sulla base di falsi documenti, tutte le irregolarità del Nebraska Building.

Nel Consiglio dei dieci, che riunisce i giornalisti più autorevoli del Daily, si vota se pubblicare o meno il dossier scottante su Fremont, ma il voto finisce cinque a cinque, generando un'impasse.

Topolino non ha risolto il problema-casa, ma deve correre all'attesa intervista con Holdenber. Alla fine scopre che negli anni Sal ha sempre atteso che qualcuno gli chiedesse un'intervista dopo il suo unico e vendutissimo romanzo, ma nessuno lo ha mai fatto semplicemente perché il campanello du casa sua era rotto.

Inoltre, il libro è pieno di domande semplicemente perché il tasto con il punto fermo della sua macchina per scrivere era rotto e ha dovuto usare, così, quello interrogativo, stranezza che l'editore scambiò per una trovata originale. C'è copioso materiale per un bel pezzo e perfino Crosby si complimenta.

Topolino e Minni finalmente si vedono a cena a casa di Roger, mentre Trigger finisce seduto su una panchina all'aria aperta assieme a Pippo, destinato a passare la notte all'addiaccio.

L'ago della bilanciaModifica

"Essere onesti è una gran furbata, anche se può non sembrare! [...] Riuscirei a cavarmela perfino con un computer senza consonanti! Ma un peso sulla coscienza... Quello sì che mi bloccherebbe"
Topolino
Dopo una serie di equivoci, Topolino è costretto ad ammettere a Minni i suoi problemi con la casa e a confessare di essere stato sfrattato da Penelope Littermayer, cosa che suscita nella fidanzata una sonora risata che lui non sa spiegarsi.

Dopo essere riuscito a intervistare Holdenber, Topolino ha diritto a sedere nel Comitato dei giornalisti migliori che, così, diventano undici: sarà lui, stante lo stallo 5-5 tra favorevoli e contrari, a fare da ago della bilancia e decidere se pubblicare o meno il dossier su Fremont.

Topolino afferma di voler compiere la scelta più furba, cioè la più onesta, e non volere peso sulla coscienza: parole che convincono l'unanimità dei presenti a votare per la pubblicazione, rendendo, paradossalmente, inutile il suo voto.

Nel palazzo Littermayer va in onda un colloquio gelido tra la padrona di casa e Minni, che chiede come sta Grufolo: si tratta di un peluche del quale, aveva scoperto casualmente, la ragazza più dura, disinvolta e indipendente della scuola aveva bisogno per dormire serena.

Minni minaccia di raccontare questa e altre storie mettendo in ridicolo la padrona di Topolinia 20802, che alla fine cede: Topolino riavrà l'appartamento senza più ricatti.

Al Daily, Bone e Crosby annunciano a Topolino che dopo una serie di controlli il dossier su Fremont è risultato falso e impubblicabile, ma non riescono a capire chi sia il mandante della trappola.

A chiarire ogni dubbio è lo stesso imprenditore, che irrompe in direzione e svela di aver fabbricato un falso dossier su se stesso, e così ha sottoposto l'intero giornale a una prova per verificare che fosse un organo di informazione onesto e coraggioso. Prova brillantemente superata.

Tutti i nodi della vicenda si sono sciolti, tranne uno: ma Topolino e Pippo incredibilmente si ritrovano per caso in un parco, e vanno insieme a cena in pizzeria.

Curiosità Modifica

Confronto
  • Una delle vignette del quarto episodio è ispirata a un noto dipinto dell'artista americano Edward Hopper, intitolato The Nighthawks.
Storia precedente Topolinia 20802 2 Storia successiva
Topolinia 20802

Copertina top 20802

10-31 agosto 2010 L'attore e il giornalista

Topo2934

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.