FANDOM


  • Topo-Lee e il segreto del dragone pensoso
  • Commenti



Topo-Lee e il segreto del dragone pensoso
Topo-Lee e il segreto del dragone pensoso
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2867-2
Sceneggiatura:Rudy Salvagnini
Disegni:Graziano Barbaro
Prima uscita:9 novembre 2010
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:32
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Topo-Lee e il segreto del dragone pensoso è una storia di Rudy Salvagnini e Graziano Barbaro, pubblicata per la prima volta nel numero 2867 di Topolino.

Trama

Molto tempo fa, in estremo Oriente. Il maestro Pippo-Yuk dirige una scuola di arti marziali, ma i suoi metodi sono alquanto bislacchi come provare a a combattere usando la forza della mente. Il suo migliore allievo, Topo-Lee, infatti non è molto convinto. Il suo sogno è diventare un maestro di arti marziali per difendere i deboli, ma il maestro lo mette a pulire la sala ricordandogli di fare attenzione alla statua del "Dragone Pensoso" che Topo-Lee quasi fa cadere cercando di eseguire la complessa figura della Gru Danzante.

Nel frattempo arriva al villaggio Gamba-Lieh, un altro maestro di arti marziali che vuole sfidare Pippo-Yuk e conquistare la sua scuola che contiene qualcosa di prezioso. Manda così il suo sgherro Sgrinfia a spiarli venendogli riferito che l'unica minaccia tra gli allievi è Topo-Lee. Lo mettono così alla prova facendo inscenare a due dei suoi uomini un furto ai danni di un'anziana. Topo-Lee interviene sconfiggendo i due con maestria. Riferito tutto a Gamba-Lieh, questi escogita un modo per evitare di combattere con lui. Mentre Topo-Lee fa delle compere Sgrinfia, travestito, gli mette un oggetto rubato tra le tasche per poi dileguarsi. Topo-Leeviene accusato del furto e non può discolparsi; per non disonorare la scuola di Pippo-Yuk, che crede nella sua innocenza, accetta di essere esiliato dal villaggio.

Dopo aver camminato arriva ad una casa dove ritrova la donna che aveva aiutato che gli offre ospitalità in cambio di aiuto con l'orto. Qui fa la conoscenza della figlia di lei, Minni-Lin, che si rivela essere anche lei abile nelle arti marziali. Mentre i due fanno amicizia, Gamba-Lieh si presenta alla scuola di Pippo-Yuk sconfiggendo senza problemi gli allievi e reclamando il segreto dell'invincibilità che si trova nella statua del dragone. Pippo-Yuk con molta tranquillità gliela lascia distruggere poichè si rivela vuota. Gamba-Lieh non si dà per vinto e gli dà una settimana per ripensarci e dirgli tutto mentre uno dei suoi lo sorveglierà. Pippo-Yuk con calma comincia a ricostruire la statua.

I giorni passano e Topo-Lee, con l'aiuto di Minni-Lin, riesce ad eseguire la Gru Danzante e viene avvertito di quello che è successo. Vuole così andare ad affrontare Gamba-Lieh, ma rifiuta l'aiuto della ragazza volendo farcela da solo. Pippo-Yuk intanto ha ricostruito la statua e si scopre che è solo una copia di quella vera che teneva nascosta. Scoperto da Gamba-Lieh, il maestro scappa dalla finestra ed arriva in soccorso Topo-Lee. Questi sconfigge i suoi sgherri e Gamba-Lieh gli offre di condividere il segreto con lui, ma è solo una distrazione per permettere ai suoi uomini di intrappolare l'avversario. Ma anche questa statua si rivela vuota ed interviene anche Minni-Lin. Lei e Topo-Lee usano così la Gru Danzante per sconfiggere gli uomini di Gamba-Lieh. Questi usa un trucco sleale per accecare il topo che però riesce a batterlo lo stesso e legarlo.

Mandati via Gamba-Lieh ed i suoi uomini, Pippo-Yuk commenta come Top-Lee ha finito per realizzare il suo sogno a causa sua. E Topo-Lee capisce che gli allenamenti strani sulla forza della mente servono in realtà ad insegnare agli allievi l'inutilità della forza per dedicarsi a fare i contadini e gli artigiani. Si scopre che il segreto dell'inivicibilità esiste davvero. La statua era la chiave di una stanza segreta dove è contenuto una pergamena tramandata di saggio in saggio e che Pipo-Yuk ora passa a Topo-Lee sapendo che la userà bene. Lui e Minni-Lin salutano così il maestro che vuole riconvertire la scuola per dedicarsi ai mosaici.

Pubblicazioni italiane

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.