FANDOM




Teresa Radice
Teresa Radice
Informazioni generali
Nazionalità:Italiana
Codice Inducks:Tra
Data di nascita:19 luglio 1975, Milano
Campi:Sceneggiatrice
Prima storia:Zio Paperone e l'emù di sangue blu

8 luglio 2003

Lavori
Personaggi creati:
Lavori maggiori:
Lavori extra-Disney:


  • Il porto proibito
  • Viola giramondo

Vita privata
Parenti:Stefano Turconi (marito)


"Scrivere su Topolino è un po' più ostico, però adesso che ho provato Topolino non riesco più a smettere, è come una droga"
Teresa Radice

Teresa Radice è una sceneggiatrice di Topolino.
È nata a Milano nel 1975 ed è entrata nella redazione del fumetto disneyano nel 2002.
È famosa per aver creato assieme al disegnatore e marito Stefano Turconi la saga di Pippo Reporter.

BiografiaModifica

Teresa Radice è nata a Milano nel 1975. Ha studiato lingue e intanto seguiva corsi di scrittura creativa, uno persino in Francia con la sceneggiatrice Disney Barbara Slade, la quale le consiglia di intraprendere la carriera di scrittrice. Dopo una breve esperienza nel settore dell'animazione dove lavorava il padre, consegue la Laurea in Comunicazione e successivamente frequenta un corso di sceneggiatura Disney tenuto da Gianfranco Cordara. Dopo il seguente corso riesce a entrare in redazione nel 2002, in seguito all'apertura del bando per entrare nel corso di sceneggiatura nella facoltosa Accademia Disney.

Carriera alla DisneyModifica

Teresa Radice riconosce come suo maestro lo sceneggiatore Alessandro Sisti, uno dei padri putativi dell'universo di Pikappa, che l'ha aiutata con suggerimenti e critiche a realizzare la sua prima storia Disney, Zio Paperone e l'emù di sangue blu, uscita l'8 luglio 2003. Tra gli altri suoi modelli d'ispirazione si possono trovare anche Fausto Vitaliano e Bruno Enna.
Dopo l'iniziale collaborazione con Topolino, la talentuosa sceneggiatrice inizia a collaborare anche per altre testate disneyane, che stavano nascendo, come WITCH e X-Mickey, per la quale ha scritto numerosi episodi. Sembra che Teresa abbia conosciuto il disegnatore e futuro marito Stefano Turconi quando hanno lavorato assieme alla storia Legame Invisibile, diciassettesima avventura della serie X-Mickey.

La Radice torna a scrivere per Topolino, dopo alcuni anni di assenza, nel 2008, quando la direzione del giornale viene affidata a Valentina De Poli. La direttrice decide di affidare a lei e al marito la saga Pippo Reporter, un progetto che si chiude con successo il 14 ottobre 2015 con la quindicesima e ultima storia.

Teresa Radice2

DD chiede aiuto alle versioni disneyane di Radici e Turconi

Teresa stessa ammette che all'inizio preferiva scrivere storie sui Paperi, perché le sembrava più facile, mentre Topolino è un personaggio più ostico. Adesso, a suo dire, preferisce concentrarsi sull'universo dei topi come dimostrano le recenti storie che ha scritto. Il personaggio che predilige è proprio Pippo, che in una versione anni '30 è il protagonista della sua saga più famosa. Nella saga la Radice è riuscita inoltre a ideare un personaggio ispirato a Minni ma libero dal ruolo di fidanzata di Topolino; anzi in Pippo Reporter avviene esattamente l'opposto: è proprio il Topolino dell'epoca, che non avendo mai un ruolo determinante nella storia, viene chiamato fidanzato di Minni.

Nel 2015, su disegni del marito, realizza L'isola del tesoro, parodia Disney del celebre romanzo, che verrà diviso in tre parti per la sua pubblicazione su Topolino. Il 2016 vede la coppia ancora protagonista sulle pagine di Topolino con una nuovissima parodia, Ducks on the Road, ambientata nei ruggenti anni 70 con un'inedito trio composto da Paperetta Yè-Yè, Archimede e Paperina in viaggio per tutta la costa ovest americana alla ricerca del sogno di una vita per Paperetta: vivere di musica. All'inizio del 2019 viene pubblicata invece Orgoglio e Pregiudizio parodia omonima del celebre romanzo.

Carriera Extra DisneyModifica

Teresa Radice sempre affiancata dal marito Stefano Turconi ha pubblicato anche altre opere al di fuori della sua carriera Disney. Il 2013 la vede protagonista con Viola giramondo pubblicata dall'editore Tuneé, ed uscita anche in Francia, mentre nel 2015 per Bao Publishing esce il porto proibito. Nel 2017 è prevista inoltre la pubblicazione del romanzo grafico non stancarti di andare che verrà pubblicato da BAO Publsihing, già editore di altre sue opere.

RiconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

NoteModifica

  1. [1] TopoOscar 2012
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.