FANDOM



Squee
Squee1
Informazioni generali
Specie:Emuloide
Creato da:Casty
Fumetti
Debutto in:Topolino e gli incontenibili Squee (2013)


"SQUEE!"
Verso tipico degli Squee!

Gli Squee o Emuloidi sono creature aliene mutamorfe che appaiono per la prima e unica volta nella storia Topolino e gli incontenibili Squee, ideata, sceneggiata e colorata da Casty e pubblicata per la prima volta su Topolino 3020, il 15 ottobre 2013.

AspettoModifica

La fisionomia degli Squee non è ben definita in quanto appartengono, a quanto dice Eta Beta, alla famiglia degli Emuloidi, specie di creature che, come suggerisce l'etimologia del nome, sono in grado di cambiare la propria fisionomia per assomigliare a ciò che li circonda. 

Ciononostante gli Squee hanno delle caratteristiche comuni che li rendono subito riconoscibili. In primo luogo il viso, che presenta un grosso prolungamento a mo' di tromba da cui escono gli unici suoni che questi animali riescono a produrre, due piccoli occhietti bianchi vispi sopra di esso e una piccola bocca sotto. In più, nonostante possano cambiare forma, il loro colore rimane sempre lo stesso, ovvero un arancione molto acceso che li rende sempre facilmente distinguibili da ciò che stanno emulando.

Habitat Modifica

Squee

Lo Squee di Pippo, Millo, intento ad emulare il suo proprietario.

Gli Squee sono originari di un non specificato pianeta della galassia dall'aspetto desertico e roccioso, da Eta Beta ne prelevò un esemplare, Millo. A causa un guasto tecnico all'astronave, l'uomo del 2000 ha perduto la piccola creatura nella città di Topolinia, dove si è rapidamente adattata e moltiplicata con estrema facilità.

Dieta Modifica

Gli Squee si nutrono dell'energia vitale dell'essere vivente che stanno imitando. Per fare questo devono rimanere a stretto contatto con il soggetto prescelto, il quale deve avere avuto almeno un contatto fisico con lo Squee.
Alla lunga la vicinanza con gli Squee comporta l'insorgenza di numerosi sintomi clinici:

  • Noia sempre più crescente e perdita d'interesse per ciò che succede intorno.
  • Svogliatezza nel fare le cose.
  • Pigrizia cronica e uno stato perpetuo di stordimento e stanchezza.

Anche se non viene mostrato nella storia, in quanto Topolino riesce a fermare in tempo l'invasione di Squee, è probabile che un contatto ancor più prolungato con un tale animale parassitario porti dapprima al coma e poi a morte.

Riproduzione Modifica

Gli Squee si riproducono tramite scissione cellulare, "sputando" piccolissimi Squee dal naso. Uno Squee in buone condizioni può addirittura popolare una piccola città nel giro di qualche giorno, come è appunto avvenuto a Topolinia.

Curiosità Modifica

  • Nonostante il linguaggio di queste creature sia solo una serie di suoni inarticolati, pare che gli Squee riescano comunque ad avere una sorta di comunicazione fra di loro.
  • Stranamente, benché durante la storia venga ribadito più volte che gli Squee si nutrano dell'energia di ciò che emulano, sul loro pianeta sembra che vi sia solo la loro specie ed Eta Beta dice che si divertono moltissimo ad emularsi fra loro. Ciò dunque non spiega come facciano a procurarsi da vivere e a sopravvivere.
  • Squee è anche il nome del protagonista di un fumetto di fantasia, Johnny il maniaco omicida.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.