FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando la città ideata da Romano Scarpa sempre ispirata al mito di Shangri-La, vedi Shan-Grillà.


Shangri-Lala
Men197802
Informazioni generali
Stato:India
AbitantiNativi indiani
Fumetti
Creato da:Carl Barks
Prima comparsa:Paperino e il sentiero dell'unicorno (1950)
Lingua:

Indiano


Shangri-Lala è un paese dell'universo dei paperi creato da Carl Barks nel 1950 per la sua storia Paperino e il sentiero dell'unicorno.

Geografia Modifica

Shangri-Lala è un paese dell'India localizzato alle pendici della catena montuosa dell'Himalaya, in vicinanza della regione dove il velivolo esplorativo di Zio Paperone ha fotografato un vero esemplare di unicorno.

La città Modifica

La città è ovviamente ispirata alla vera città di Shangri-La creata dallo scrittore inglese James Hilton nel celebre romanzo Orizzonte Perduto del 1933. Tuttavia la versione disneyana creata da Barks, si discosta notevolmente dalla descrizione che Hilton ne fece nel suo romanzo. Shangri-Lala non è assolutamente il luogo di serenità e pace, dove la gente è pervasa da una tranquillità mistica e l'invecchiamento corporeo è rallentato. Barks, descrive un semplice villaggio di montanari come ve ne sono molti altri alle pendici dell'Himalaya e lo battezza semplicemente con un nome evocativo..

Nel 1961 anche Romano Scarpa ideò una sua versione della città di Shangri-La, dipingendola in maniera molto più fedele al romanzo. Nella storia Topolino nel favoloso regno di Shan-Grillà, l'eroe Disney raggiunge una piccola cittadina celata al resto del mondo, dove gli abitanti vivono a lungo e in maniera fraterna tra loro. Scarpa localizza la sua cittadina paradisiaca in Tibet anziché in India, regione più frequentemente associata alla riflessione e alla spiritualità.

Altre apparizioni Modifica

Il 26 novembre 2008 l'autore francese François Corteggiani e il disegnatore Santiago Barreira fanno nuovamente tornare Paperino e i suoi nipotini a Shangri-Lala nella storia Ritorno a Shangri-Lala.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.