FANDOM


Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi o altri significati, vedi Paperone (disambigua).


Ser Paperone
SerPaperone
Informazioni generali
Data di nascita:1400 ca.
Specie:Papero antropomorfo
Genere:Maschio
Residenza:Firenze, poi America
Creato da:
Fumetti
Debutto in:Messer Papero e la grotta di Eolo (1983)
Parenti più stretti:


"Quant'è bella la ricchezza / quando piove in mano mia!"
Versi composti da Ser Paperone


Ser Paperone è un personaggio del Mondo dei paperi creato da Guido Martina e Giovan Battista Carpi per la Saga di Messer Papero e di Ser Paperone pubblicata nel 1983. Come gli altri paperi protagonisti della saga, non appartiene all'universo dei paperi "reale" in quanto è frutto dell'immaginazione di Paperon de' Paperoni.


Storia

Ser Paperone è il discendente dell'esule fiorentino Messer Papero, accusato ingiustamente di essere un guelfo e costretto all'esilio. La sua famiglia era costretta all'esilio da 150 anni e lui viene a scoprire, durante un soggiorno a Siena, che ormai a Firenze non ci sono più dispute tra guelfi e ghibellini e che il governo è retto dal grande Lorenzo de' Medici.

Tornato a Firenze, torna ad abitare nella casa degli avi. Dopo la morte del Magnifico, Firenze viene assediata da re Carlo VIII di Francia e Ser Paperone si barrica in casa col nipote. Alla fine dell'assedio, uscito finalmente dal suo rifugio, apprende che un certo Colombo ha scoperto delle nuove terre ricche d'oro. Così Ser paperone raggiunge Siviglia, dove vi abita Amerigo Vespucci, desideroso d'intraprendere un nuovo viaggio, e lo finanzia. Ser Paperone partirà alla volta del nuovo mondo con il nipote e finirà i suoi giorni in America.

Aspetto fisico e carattere

È un papero anziano, di circa settanta anni, uguale in tutto e per tutto a Zio Paperone. Porta come lui un paio di improbabili occhiali a pince-nez, veste una mantella di seta rossa e porta sempre in testa un cappellino a strisce rosse e nere verticali. Ha un carattere del tutto simile a quello del Paperone italiano, che appare nelle storie di Guido Martina.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.