FANDOM



Senza via di scampo
Pk - Pikappa 23
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PK3 23-1
Sceneggiatura:Michele Foschini
Disegni:Antonello Dalena
Prima uscita:1 Giugno 2004
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:48
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:
Nuovi personaggi introdotti:
Storia breve
Titolo:Reazione a catena
Codice Inducks:I PK3 22-2
Sceneggiatura:Gianfranco Cordara
Disegni:Emilio Urbano
Protagonista:


"Lo sai qual è sempre stato il tuo limite, Lazlo? Tanta forza e nessuna finezza."
Frank McTaggart rivolto a Lazlo Black

Senza via di scampo è un episodio della serie PK - Pikappa, scritto da Michele Foschini, disegnato da Antonello Dalena e apparso per la prima volta nel giugno 2004, sul numero 23 della rivista omonima.

Senza via di scampo Modifica

Paperino è stato assunto come guardiano al Wall Art Museum, l’ex carcere di Oldstone, acquistato dall’artista Bob Wall e trasformato in un tempio dell’arte moderna. Il giorno dell’inaugurazione, il museo è assaltato dallo spregevole Lazlo Back, rapinatore ed ex detenuto di Oldstone, e dai suoi uomini, dotati di esoscheletri, In cambio del rilascio degli ostaggi, fra cui Gavin Wall, il figlio di Bob, e Lyla Lay, il criminale chiede un miliardo di dollari. Solo Paperino scampa al sequestro perché, secondo il suo solito, è arrivato in ritardo al lavoro.

Lazlo respinge sia l’assedio della polizia, guidata dal capitano John Hancock, sia il tentativo da parte di PK di penetrare nel museo passando per il condotto d’areazione. PK, raccogliendo un suggerimento di Lyla, decide di chiedere aiuto all'abile truffatore e hacker Frank McTaggert. Frank è l’unico prigioniero mai evaso da Oldstone, prima di essere riacciuffato grazie proprio al tradimento del suo vicino di cella Lazlo Back; adesso è detenuto al carcere di massima sicurezza di Cagerock.

Pk, penetrato a Cagerock sotto le spoglie del capitano Hancock, riesce a far fuggire Frank. I due, poi, entrano nel museo passando dai sotterranei e dalla sala macchine e, nel salone, dove sono tenuti gli ostaggi, affrontano Lazlo e i suoi uomini. Insieme riescono a sconfiggere il criminale, con l’aiuto di Lyla e di Uno, che permette alla polizia di fare irruzione.

Tutto finisce bene: i criminali sono arrestati, gli ostaggi liberati e Frank, nonostante PK gli avesse concesso di fuggire, si consegna alla polizia per scontare il resto della sua pena. Solo Paperino si trova ad aver perso di nuovo un lavoro prima ancora di cominciare.

Storia breve – Reazione a catena Modifica

(Scritto da Gianfranco Cordara, disegnato da Emilio Urbano)

Paperino, per andare a dormire, non risponde a una telefonata. Questo fatto banalissimo è all’origine di una complicata catena di avvenimenti, che coinvolgono anche Angus Fangus, Lyla Lay e Lyonard D’Aq, e che portano a un’esplosione atomica e alla nascita di un mostro contro cui PK deve combattere.

Curiosità Modifica

  • Tanto la copertina quanto il quadro di “Andy Duckhol” che Lazlo distrugge a pagina 20 sono omaggi ai famosi “ritratti multipli” di Andy Warhol.
  • La trama dell'episodio ricorda quella del film The rock, in cui un gruppo di federali tenta di penetrare ad Alcatraz per liberarla dai terroristi facendosi aiutare da un uomo che da lì è scappato.



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.