FANDOM



Sandor
Sandor 02
Informazioni generali
Specie:Drago Antico
Genere:Maschio
Residenza:Sconosciuta
Creato da:
Fumetti
Debutto in:Le chiavi stregate (2007)


"Scappate, scappate! Tanto vi acchiapperò quando meno ve lo aspettate... e quando quel cucciolo avrà finito di frastornarmi i timpani!"
Sandor rivolto ai Wizards of Mickey e Fafnir

Sandor è uno dei Draghi Antichi che viene risvegliato, grazie al potere dei Diamagic, dopo la distruzione della grande corona da parte di Topolino per porre fine al suo regno tirannico nella saga fantasy Wizards of Mickey ideata da Stefano Ambrosio .

Aspetto e CarattereModifica

E' un possente drago con quattro occhi in grado di diventare sabbia dotato di una possente mazza che usa per combattere.

Servitore di Dredking è feroce e brutale, come tutti i Draghi Antichi indossa un'armatura, odia gli umani e disprezza gli altri Draghi che a detta loro non sono degni della loro razza poiché non rispecchiano gli ideali brutali dei Draghi Antichi.

BiografiaModifica

Sandor viene inviato da Dredking a fermare i Wizard of Mickey nella foresta degli alberi morti, nella quale all'interno del suo labirinto si trova un altro pezzo necessario a ricomporre La grande armatura.

Sandor 01

Quando Sandor è pronto ad attaccare i Wizard of Mickey e il Team Sventura deve rinunciare all'attacco poichè viene frastornato dal canto stonato di Fafnir che sta con successo ostacolando, grazie al suo canto stonato, il salice cullante le cui melodie fanno cadere in un lungo letargo.

Entrati nella Sala delle Mangrovie Stritolanti Sandor, dopo essersi ripreso, li attacca ma viene fermato da Garma che dopo averlo avvolto con un incantesimo tra i rovi fa si che le radici che lo avvolgono possano estrarre acqua dal terreno per trasformarlo in fango mentre Topolino col Diamagic del calore lo solidifica.

Resterà intrappolato dentro al labirinto fatto crollare dalle ire di Garma dopo essersi vista riflessa nello specchio dello scudo.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.