FANDOM


Dwd0 Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Pikappa (disambigua).




Saga di Pikappa
Pikappa5

Pikappa in compagnia di Uno, il suo valido alleato.

Informazioni
Sceneggiatori:
Disegnatori:
Episodi:
Prima storia:Evroniani (1996)
Ultima storia:serie in corso di pubblicazione


La saga di Pikappa è una saga Disney lanciata nel marzo 1996, ambientata nell'universo dei Paperi e incentrata sulle avventure della versione rivisitata e moderna di Paperinik; nota come Pikappa.
La saga è stata chiusa nel marzo 2005, ma sotto l'egida della direttrice Valentina De Poli, è stata rilanciata nel 2014 con il ciclo di avventure chiamato informalmente PKNE - Paperinik New Era.

AmbientazioneModifica

La saga è ambientata nell’universo dei Paperi, tuttavia i personaggi classici dell’universo Disney, escluso ovviamente Paperino, hanno un ruolo decisamente marginale. Al loro posto vengono introdotti nuovi personaggi.
I principali sono i seguenti:

  • Angus Fangus, cronista televisivo;
  • Due, intelligenza artificiale, nemico di Pikappa e di Uno;
  • Everett Ducklair, ricco magnate paperopolese con molti segreti personali e famigliari;
  • Evroniani, bellicoso popolo extraterrestre che ha mire di conquista verso la Terra, principali antagonisti di Pikappa;
  • Lyla Lay, sexy e avvenente droide della polizia temporale dislocato nel XXI secolo. È anche una giornalista per l'emittente televisiva Channel 00, amica del cuore di Pikappa;
  • Moldrock, il tiranno del pianeta Corona, nemico di Pikappa e di Everett Ducklair;
  • Pikappa, l'eroe della serie;
  • Il Razziatore, pirata cronotemporale dell'Organizzazione, alleato-nemico di Pikappa;
  • Trauma, un grosso evroniano mutante con i poteri psichici per manipolare la paura contro i suoi avversari, inizialmente nella prima serie era uno dei peggiori avversari di Pikappa, poi più avanti nella quarta serie, i due si alleano per sconfiggere Moldrock e i suoi guerrieri;
  • Uno, intelligenza artificiale, valido alleato di Pikappa;
  • Xadhoom, invulnerabile aliena dotata di poteri soprannaturali, alleata di Pikappa;
  • Zondag, freddo e spietato generale evroniano, arcinemico di Pikappa;

Inoltre la città di Paperopoli, sede di numerose avventure della saga, subisce un notevole stravolgimento. I tipici quartieri costituiti da accoglienti villette con giardino, vengono sostituiti da uno skyline verticale di grattacieli e palazzoni. Su tutti domina la Ducklair Tower, il nuovo e impenetrabile rifugio di Paperinik. La città è sovraffollata, sporca, inquinata e alienante, ricordando molto la pericolosa Gotham City di Batman.[1]
Infine Pikappa non deve più fronteggiarsi con malviventi goffi e impacciati, ma deve proteggere la Terra dall'invasione degli Evroniani, combattere contro i pirati cronotemporali dell'Organizzazione e viaggiare attraverso dimensioni alternative.

PK TeamModifica

PKNA, la prima serie della saga, fu coordinata da Ezio Sisto, Max Monteduro e Alessandro Sisti, che gettarono le fondamenta del progetto redazionale. Tuttavia la serie non fu il frutto di una sola mente, ma di un nutrito gruppo di giovani e talentuosi artisti disneyani, delusi del sempre più marcato contrasto che vi era tra le smaglianti copertine della testata Paperinik e altri supereroi e le vetuste ristampe che il giornale ospitava all'interno.[2] Così nel 1995, con il beneplacito di Paolo Cavaglione, questi autori si riunirono nel PK Team, un gruppo di lavoro democratico, che in dieci anni avrebbe concepito l'intera saga.
Il PK Team fu una vera innovazione nell'ambiente lavorativo Disney, dove tradizionalmente ogni coppia di autori scriveva o disegnava in maniera del tutto indipendente, senza confrontarsi con i colleghi.

Nel 2014 Francesco Artibani, Lorenzo Pastrovicchio e Max Monteduro in vista del rilancio della saga si sono riuniti a formare nuovamente il collettivo di autori che aveva caratterizzato la prima serie. Al trio si è recentemente aggiunto il disegnatore Claudio Sciarrone[3] e Artibani ha espresso il desiderio che diventi presto un organo collegiale proprio come lo era negli anni novanta, a cui possano aggiungersi anche nuovi artisti emergenti.

NovitàModifica

Evroniani

Gli Evroniani

StileModifica

La saga di Pikappa fu una vera e propria rivoluzione per tutto il mondo del fumetto, riuscendo a dimostrare che anche i più solidi canoni redazionali, potevano essere sdoganati. Le serie erano caratterizzate da una forte continuità, del tutto inusuale per un fumetto Disney, e da un ritmo incalzante con paradossi temporali e dialoghi pressanti.
Il formato degli albi si rifaceva ai comic book americani e permetteva montaggi delle tavole e giochi grafici innovativi, che non avrebbero mai trovato spazio sulle pagine di Topolino, ancora limitato dalla gabbia canonica di sei vignette per tavola.

RubricheModifica

Innovativo fu anche il rapporto che la redazione mantenne con i suoi lettori, che da Valentina De Poli vennero presto ribattezzati Pkers, attraverso le rubriche e gli editoriali che accompagnavano le storie. Ogni albo era accompagnato da un editoriale introduttivo, che l'attuale direttrice di Topolino recentemente ha riproposto per tutte le testate Disney.
Irriverente e scherzoso era lo scambio di battute tra autori e lettori sulla PK Mail la rubrica della posta. Il PK Team bersagliava i Pkers con frecciatine ricorrenti, alcune delle quali divennero dei veri e propri tormentoni, come le famose frasi PRDQP (Poche ragazze da quelle parti) o Attenzione, criceti in orbita.[4]

Inoltre dalle pagine del giornale gli autori lanciavano vere e proprie sfide ai propri lettori, come l'iniziativa Action Hero che consisteva nell'inviare la documentazione fotografica delle proprie imprese eroiche alla redazione.[2] Ai lettori che si contraddistinguevano per fantasia e creatività veniva consegnata la PKard, ovvero la tessera ufficiale dell'universo di Pikappa. Questa sfida è stata recentemente riproposta in occasione del Lucca Comics and Games 2014 attraverso la pagina facebook ufficiale[5]

SerieModifica

Dal marzo 1996, sino al marzo 2005 quando la saga venne chiusa, vennero pubblicate tre serie. Le prime due erano legate da una stretta continuità, mentre la terza fu un reboot in cui le origini del supereroe vennero completamente riscritte e snaturate del tutto dal personaggio originale di Paperinik.

PKNA – Paperinik New AdventuresModifica

Lente Per approfondire, vedi la voce Paperinik New Adventures.

PKNA è la prima serie della saga, pubblicata dal 1996 al 2001 sull'omonima testata. Fu responsabile della radicale e completa rivoluzione che subì il personaggio di Paperinik. Con essa vennero introdotti tutti i personaggi storici della saga.
PKNA venne chiusa a gennaio 2001 dopo quarantanove numeri regolari, tre numeri zero e quattro speciali.[6]

PK²Modifica

Lente Per approfondire, vedi la voce PK².

PK² è la seconda serie della saga, pubblicata sull'omonima testata subito dopo la chiusura di PKNA. Con questo progetto gli autori cercarono di accrescere la maturità del fumetto e conquistare un pubblico sempre più adulto. Vennero mantenuti molti personaggi della prima serie, ma la loro personalità fu molto approfondita, rendendoli ambigui, doppiogiochisti ed egoisti.
La serie chiuse a giugno 2002 dopo diciotto numeri regolari e uno speciale.[7]

PK – PikappaModifica

Lente Per approfondire, vedi la voce PK - Pikappa.

PK - Pikappa è la terza serie della saga, pubblicata sull'omonima testata subito dopo la chiusura di PK². Questa serie, contrariamente alla precedente, fu caratterizzata da un abbassamento del target dei lettori. La serie venne lanciata contemporaneamente con il videogioco Chi è PK? è riscrisse completamente le origini di Pikappa, non più naturale evoluzione di Paperinik, ma un personaggio del tutto distinto che apparteneva a un'organizzazione nota come i Guardiani della Galassia.
PK - Pikappa perciò si staccò nettamente dalla rigida continuità delle precedenti due serie, tanto che vennero reintrodotti numerosi personaggi che erano periti o erano stati sconfitti e la loro storia venne riscritta. Per tutti questi motivi la serie venne poco apprezzata dagli storici appassionati della saga: i cosiddetti pkers, che arrivarono persino a ribattezzarla Frittole. La serie chiuse a febbraio 2005 dopo trentadue numeri regolari.[8]

PKNE - Paperinik New EraModifica

Lente Per approfondire, vedi la voce PKNE - Paperinik New Era.

Con Francesco Artibani e Lorenzo Pastrovicchio la Panini Comics ha inaugurato un ciclo di storie a puntate pubblicate su Topolino e successivamente ristampate in versione De Luxe.

Questo progetto non è stato un reboot della saga così com'era stato fatto per la terza serie PK - Pikappa, ma la saga è stata ripresa proprio da dove si era conclusa PK².[9]

Il 2 luglio 2014 su Topolino è stata pubblicata la prima storia di Potere e Potenza prima avventura del nuovo ciclo. Il 12 luglio 2014 al WOM - Spazio Fumetto, il museo del fumetto di Milano, si è tenuto un incontro con gli autori della storia e il resto della redazione di Topolino.[10]

Dall'8 novembre 2014 Panini Comics ha iniziato a ristampare in albi mensili la prima serie di Pikappa[11]. Questa ristampa, intitolata PK Giant è arricchita da copertine inedite, poster e nuovi contenuti. Inoltre è stata riaperta la PK Mail che ha permesso di ricreare quel rapporto goliardico e irriverente che c'era tra la redazione e il popolo dei lettori.
Panini Comics ha ribadito più volte che non verrà inaugurata una nuova testata. Le varie avventure, che hanno una cadenza irregolare, vengono pubblicate sempre su Topolino e solo successivamente verranno ristampate su albi speciali a grande formato[12].

Nel 2015 sono state pubblicate altre due storie: Gli argini del tempo e Il Raggio Nero, e altre storie sono in fase di sviluppo.

L'uscita della miniserie è prevista per marzo 2016 durante la ricorrenza del ventennale della saga[13]. In occasione del ventennale esce la miniserie PK Tube che si compone di sei episodi[13].

Il 27 aprile 2016, sempre in occasione del 20° anniversario della serie, viene realizzato il crossover con il mondo di DoubleDuck. Il crossover tra Pikappa e DoubleDuck (in cui è il vero protagonista della storia nella sua stessa saga), prende il nome di Timecrime e viene pubblicato su Topolino 3153, e vede i due alter ego di Paperino insieme alle sue meravigliose alleate: Lyla Lay e Kay K, inoltre è la ventisettesima storia della saga di DoubleDuck.

Nel 2016-2017 sono state pubblicate altre due nuove storie: Cronaca di un ritorno e Il marchio di Moldrock, la prima segnerà l'inaspettato ritorno di Xadhoom e dell'Impero Evroniano mentre nella seconda vedremo la battaglia contro Moldrock, che adesso si trova a Paperopoli, assieme ai suoi potenti guerrieri dell'Orda: Egor, Goraz, Ragnar e Sharkan.

Nel 2018 viene pubblicata un'altra, nuova storia: intitolato L'orizzonte degli eventi, la storia segna il ritorno di Korinna e di Juniper Ducklair, le figlie di Everett, e chiude il primo ciclo di storie della serie.

Nello stesso anno viene, stavolta, pubblicata un'altra storia: intitolato Droidi, e inizia il nuovo ciclo di storie della quarta serie.

Il rilancioModifica

Il 6 febbraio 2012, in accordo con la RCS MediaGroup, venne lanciata l'iniziativa editoriale PK - Il mito. La prima ristampa integrale di tutte e tre le serie, arricchita di numerosi disegni inediti, bozze di lavoro e interviste agli artisti. Dopo la conclusione di questa iniziativa, in occasione del Lucca Comics and Games 2012 viene lanciata la nuova testata Disney Paperinik Appgrade.[14].
La nuova rivista ospita ristampe delle storie del più fortunato tra i supereroi disneyani non discostandosi molto dallo stile delle precedenti riviste Paperinik e altri supereroi e Paperinik Cult. Tuttavia l'angolo della posta e gli editoriali che accompagnano le storie, si rifanno notevolmente allo stile adottato dalla redazione per PKNA, inoltre tra le pagine del giornale compaiono numerosi "camei pikappici" ovvero riferimenti grafici alla Saga di Pikappa e ai suoi personaggi.[15]

La recente ristampa e i continui riferimenti su Paperinik Appgrade hanno iniziato a far sospettare gli appassionati di un eventuale ritorno della Saga di Pikappa. La prima notizia ufficiosa è stata fornita l'8 dicembre 2012 da Davide Catenacci, caporedattore di Topolino dai microfoni di Radio Nation[16]. Successivamente in un'intervista Tito Faraci ha confermato la notizia. Lui e Francesco Artibani hanno lavorato a due progetti paralleli per un ritorno del supereroe.[17].

Primo Progetto: Miniserie su Paperinik AppgradeModifica

Lente Per approfondire, vedi le voci Universo PK e Paperinik e la macchina del Fangus.

Il primo progetto elaborato per il ritorno di Pikappa è stato reso noto da Valentina De Poli in persona. La direttrice dalle pagine della rivista specializzata Anteprima ha informato i lettori che dal numero #16 di Paperinik Appgrade, sarebbe iniziata una miniserie dal taglio comico firmata da Tito Faraci.

La miniserie ha come filo conduttore la possibilità. Risponde perciò alla seguente domanda: cosa sarebbe successo se, ad affrontare i nuovi nemici e i nuovi problemi della prima serie di PK ci fosse stato "soltanto" il semplice Paperinik? Senza nessun aiuto da parte di Uno o Everett Ducklair.

Si tratta di una sorta di what if che vuole far ritrovare le atmosfere della prima serie ai pkers più affezionati e contemporaneamente avvicinare nuovi lettori a questo universo.[18][19]
A seguito della conclusione del primo ciclo narrativo, il progetto è stato preso in mano da Alessandro Sisti, lo storico sceneggiatore di PKNA, che ha realizzato un'episodio per spiegare l'esistenza di questo ulteriore universo parallelo[20] e poi l'ha approfondito incentrandosi sul personaggio di Angus Fangus[21]

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • PK Hack maggior sito d'informazione sulla Saga di Pikappa;
  • PK Fan Zone forum collegato al sito PK Hack;
  • Pkersland sito gestito dalla comunità Noi Pkers;

NoteModifica

  1. [1] Da Paperinik a Pk – Viaggio fra i supereroi Disne, Marco Barlotti
  2. 2,0 2,1 [2] PK - Il Mito #1, Intervista a Ezio Sisto
  3. [3] Editoriale sul futuro di PK - PK Hack.altervista.org
  4. [4] PKNA #5 - Ritratto dell'eroe da giovane
  5. [5] Pikappa Official - Facebook.com
  6. [6] Albi di PKNA
  7. [7] Albi di PK²
  8. [8] Albi di PK - Pikappa
  9. [9] Intervista a Francesco Artibani su Abruzzo.web
  10. [10] Evento Il ritorno di PK! - Facebook.com
  11. [11] PK Giant - Topoinfo.org
  12. [12] Ristampa Potere e Potenza - PK Hack.org
  13. 13,0 13,1 [13] Intervista ad Artibani e Pastrovicchio - Youtube.com
  14. [14] Scheda Inducks di Paperinik Appgrade#1
  15. [15] Camei Pikappici raccolti su PK Hack.it
  16. [16] Notizia del 8 dicembre 2012 su PK Hack.it con link alla registrazione della trasmissione
  17. [17] Notizia del 5 giugno 2013 su PK Hack.it
  18. [18] Dichiarazioni di Valentina De Poli
  19. [19] Intervista a Tito Faraci pubblicata su Paperinik Appgrade #16
  20. [20] Paperinik e i conti con le realtà - Paperinik Appgrade #21
  21. [21] Paperinik e la macchina del Fangus - INDUCKS.org


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.