FANDOM




Religione2


Gli aspetti religiosi nelle storie dell'universo dei paperi, sono molto rari e poco approfonditi, ma nelle storie di alcuni autori statunitensi: Carl Barks, Al Taliaferro e Don Rosa, sono più frequenti che nell'opera di altri autori. D'altronde, alcune storie italiane appartenenti al genere delle Parodie Disney[1] fanno riferimento esplicito all'Inferno e mettono in scena un contesto dantesco (ovviamente non presente nelle storie americane).

Analizzando la religione presente nell'universo Disney, la si considera nel senso più ampio del termine, senza fare alcuna distinzione di fede o chiesa, comprendendo anche la mitologia e il soprannaturale.

Il CristianesimoModifica

Paperopoli religione 2

L'annuncio del direttore a Paperino

Antico testamentoModifica

Paperopoli religione 3

Qui mentre lancia l'arancia nella bocca della balena

Si trovano diverse allusioni al contenuto dei testi sacri biblici all'interno del fumetto Disney.
Nella storia Paperino alla televisione, Paperino è disposto a tutto pur di partecipare ad un quiz televisivo: deve fare qualcosa di unico affinché il suo nome compaia sui quotidiani. Durante uno di questi tentativi, Paperino, viene ingoiato da una balena. La giuria del programma lo squalifica perché un ragazzo chiamato Jonah fece un trucco simile un paio di migliaia di anni prima. Il profeta Giona, infatti, trascorse tre giorni nella pancia della balena e il terzo giorno Dio lo aiutò a fuggire (Giona 2:1-11).
Il fatti riportati nel libro di Giona vengono utilizzati anche nella storia breve di Barks intitolata: Archimede "Giona" del XX secolo. Nell'avventura il geniale inventore viene inghiottito da una balena e i pescatori lo chiamano novello Giona.

Nel primo capitolo della Saga C'era una volta... in America inoltre appare un'edizione molto antica della Bibbia cristiana.

Sansone è un altro personaggio biblico famoso dell'Antico Testamento. Nella storia Paperino forzuto senza saperlo vi sono dei riferimenti alla storia di Sansone e Dalia (Giudici 16:24-30). Qui, Quo, Qua fanno credere a Paperino di essere uno dei più forti abitanti di Paperopoli. Paperino si convince e vuole impressionare i suoi conoscenti saltando da un dirupo all'altro con Paperina tra le braccia. La papera urla: "Gjør deg klar Samson! Her kommer din lille Dalia!"' (lett.Stai pronto Sansone! Ecco che arriva la tua piccola Dalia, e proprio come Dalia rimuove la forza a Sansone, anche Paperino diventa improvvisamente debole quando lei attera su di lui.

Un altro esplicito riferimento a Sansone si trova nell'ottavo capitolo della Saga di Paperon de' Paperoni di Don Rosa. Paperone è legato alla ciminiera del casinò galleggiante di Soapy Slick, che umilia davanti a tutti sino a offendere la madre, recentemente morta. Paperone fuori di sé per la rabbia abbatte le ciminiere, proprio come Sansone fece con le colonne del tempio. Il battello affonda e i nemici del ricco papero sono travolti dalla sua furia.

Nelle storie Disney si trovano riferimenti anche alla figura di Noè (Genesi 6:09-08:17).
Le Giovani Marmotte si impegnano a salvare la fauna locale nella storia Le Giovani Marmotte e il C.S.A., facendo salire tutti gli animali all'interno di una grande Arca.
Nella storia Zio Paperone e l'elefante picchiettato Zio Paperone dice: "L'ultima volta che comprai un animale per il mio zoo fu quando Noè finì la sua svendita". Così in Nonna Papera e lo scaccianeve, Qui, Quo e Qua si riparano nella cantina della fattoria a causa di un temporale ed esclamano:"Ugh! Questa cantina è simile al sovraccarico dell'arca di Noè".

Paperopoli religione 4

Nella storia Paperino allevatore di polli vi è un riferimento all'esodo degli Israeliti dall'Egitto. Quando i paperi cercano di vendere 10'000 galline nella città, una vecchia signora chiede: "È una piaga di locuste?". Le galline infatti servono a sterminare le locuste, da qui l'affermazione della signora.

L'unica donna dell'Antico Testamento è la regina di Saba (Re 9:1-12) nella storia Zio Paperone Lawrence d'Arabia.
Il Re Salomone invece è menzionato nella storia Zio Paperone e le miniere di re Salomone.

SatanaModifica

Paperopoli religione 5

La figura di Dio non è mai menzionata nelle storie Disney; Satana invece è più volte citato, e ha addirittura un ruolo abbastanza importante come personaggio nella parodia Il dottor Paperus (e nel suo seguito). Nella storia Paperino e le forze occulte viene introdotta la strega Nocciola la cui scopa ha nome Belzebù: Belzebù è proprio uno dei nomi usati dalla Bibbia per descrivere Satana[2]. Nella storia Paperino semina vento e raccoglie tempesta una figura diabolica incoraggia la gelosia di Paperino.

In Paperino re del circo, Paperino perde la spilla che gli aveva affidato Paperina e dopo averla a lungo cercata, scopre che è stata trovata da un uomo che lavora in un circo. L'uomo, durante lo spettacolo, si veste da scimmia, da vigile del fuoco ed infine da Satana. Paperino "sconfigge" Satana e riesce a recuperare la spilla. Nella storia Paperino e il museo delle cere si può vedere Satana riprodotto su un display.

Per quanto riguarda l'animazione, l'unica incarnazion del diavolo vista è il personaggio di Belzeby nella serie Darkwing Duck.

I SantiModifica

Saltuariamente vi sono anche riferimenti ai Santi. Questi non sono venerati come figure religiose a Paperopoli. Un chiarissimo esempio è San Nicola, rappresentato come la moderna figura di Babbo Natale (in inglese Santa Claus), piuttosto che come vescovo santificato.

In Messer Papero e la grotta di Eolo Paperone cita cursoriamente Santa Caterina fra i personaggi senesi illustri.

La Chiesa di San Marco a Venezia compare numerose volte nell'Universo Disney. Nella storia Paperino e il turismo veloce Paperino ha a disposizione pochissimi secondi per visitare la basilica. Nella recente storia DoubleDuck - Segreti in bella mostra la lotta finale tra Doubleduck e il suo avversario si conclude proprio nella celebre piazza veneziana. Altre chiese toscane sono visibili nella Saga di Messer Papero e Ser Paperone.

In Zio Paperone e il giorno di San Valentino Amelia, invia a Paperone proprio San Valentino in persona, tuttavia ciò non significa baci e amore per il povero miliardario.

In Paperino e lo spirito cavalleresco Paperino indossa le vesti di cavaliere in costume da cavaliere, diventare un paladino medioevale è, infatti, il suo sogno nel cassetto. Paperino viene preso in giro per questo, ma più tardi avrà l'occasione di salvare proprio le persone che lo deridevano da un leone fuoriuscito da una gabbia. Paperino lo affronta usando una spada di gomma e uno scudo sul quale è disegnata l'immagine di San Giorgio.

Il rapporto con la chiesa, le preghiere e le feste religioseModifica

Paperopoli religione 6

Paperino e i suoi nipoti vanno in chiesa o pregano in diverse storie.
La preghiera di solito viene usata nella disperazione come in Paperino in Vulcanovia. I paperi pregano che l'aereo non precipiti quando il pilota si prende la sua "siesta". Conoscendo tutti i pericoli a cui sono esposti i paperi non c'è bisogno di meravigliarsi se ricorrono alla preghiera in quei tipi di situazione.

Qui, Quo e Qua sono anche noti per recitare le preghiere la sera. In un quotidiano (YD 38-10-09) pregano Dio di aiutare Paperino a "mantenere la calma". Paperino non prende bene la preghiera. In Paperino in "Il cattivo perdente" i tre paperotti dicono a Paperino: "Tu bari! Sei un truffatore! Non ti menzioneremo più nelle nostre preghiere!".

Tuttavia nelle storie più moderne la religiosità di Paperino, Qui, Quo, Qua ecc., è stata completamente dimenticata e dunque tutte le preghiere, il recarsi in chiesa ed altri comportamenti religiosi non vengono più nemmeno citati.

Paperopoli religione 7

Quello che i paperi non eseguivano neanche nelle vecchie storie è donare elemosina alla Chiesa o a enti di beneficenza. Qui, Quo, Qua organizzano raccolte di denaro ma solo per comperare caramelle e gelati. Di solito Paperino ruba i soldi ai nipoti per comprare ciò di cui ha bisogno. Una volta è arrivato persino a rubare in chiesa, fingendo di avere le braccia rotte per ricevere soldi.
Nella storia Zio Paperone e i misteri della cattedrale i paperi visitano la cattedrale di Notre Paper, tuttavia non vi si recano per motivi religiosi.

Nei fumetti le feste cristiane sono molto secolarizzate, soprattutto la Pasqua o il Natale. A Pasqua ci si scambia ovetti di cioccolato e si organizzano parate come in Paperino gran maresciallo, mentre per Natale ci si scambia regali e si attende con trepidazione l'arrivo di Babbo Natale. Vi sono anche occasionalmente dei disegni "religiosi" nei fumetti come quello qui a lato presente nella storia Paperino e il ventino fatale; uno simile è presente in Paperino e la scavatrice.

Halloween si festeggia creando un'atmosfera popolata da mostri, streghe e permeata di magia; questo è abbastanza naturale poiché le storie dell'Universo dei paperi sono ambientate in America e in questo continente la festa di Halloween è molto sentita dalla popolazione.

Paperone e la MammonaModifica

Paperopoli religione 8

Paperone è religioso in alcune storie, ma non si reca spesso in chiesa. Questo si può vedere solo in due occasioni: la prima volta accade nella storia Zio Paperone e i misteri della cattedrale (già menzionata prima). Anche se, in realtà, la cattedrale di Paperopoli è perlopiù un museo piuttosto che una chiesa. Paperone visita la medesima chiesa anche un'altra volta, nel secondo capitolo della Saga di Paperon de' Paperoni (mell'immagine a lato si può vedere quanto poco sentimento religioso sia coinvolto in questa visita).

Con un'affermazione un po' paradossale, si può dire che la "religione" personale di Paperone è certamente Mammona, un termine usato nel Nuovo Testamento per personificare la ricchezza, il profitto e il guadagno materiale, generalmente con connotazione negativa[3]: Il vecchio papero adora il suo denaro e sopratutto il suo decino del 1875 (Numero 1). D'altra parte, Paperone, con tutti i suoi difetti, mostra spesso di avere dei principi morali: di norma è onesto, rispetta le leggi, e non danneggia chi non gli fa nessun male. Si afferma spesso che l'unica azione veramente immorale compiuta dal multimiliardario nella sua vita sia stata incendiare un villaggio africano per ripicca nei confronti dello stregone che aveva rifiutato di fargli realizzare un vantaggioso affare[4].

PikappaModifica

Strano ma vero, riferimenti alla religione cattolica ci sono anche nella saga di Pikappa. In PKNA vengono mostrati più volte edifici religiosi come chiese, cattedrali (tra cui Notre Paper), monasteri o cimiteri, facendo riferimento anche ad elementi artistici di essi, quali i gargoyle. Inoltre, in una scena di PKNA #3 Il giorno del sole freddo, tra le varie foto scattate dal personaggio Stefan Vladuck si può scorgere l'immagine del Papa.

In PK - Pikappa si scopre che Lyla Lay, una delle più intime amiche di Pikappa, era uno di due robot inventati nell'ottocento da un misterioso figuro, che lì chiamò rispettivamente Adamo ed Eva, proprio come i primi due mitici esseri umani che vennero creati da Dio secondo la Bibbia.

Membri del cleroModifica

Il clero cristiano è regolarmente assente dal mondo dei fumetti Disney ed influisce certamente anche il fatto che la maggior parte delle storie è ambientata negli Stati Uniti (e ovviamente molte sono anche scritte da autori statunitensi), il che giustifica di per sé l'assenza, soprattutto, di monaci e suore. Un'eccezione è il monaco incontrato da Paperon de' Paperoni e Qui, Quo, Qua a Venezia nella storia di Don Rosa Zio Paperone e i guardiani della biblioteca perduta. Un'altra eccezione è in Zio Paperone- L'ultimo signore dell'El Dorado in cui Paperone e i nipoti entrano addirittura in un monastero sudamericano in cu si vedono suore in un'intera sequenza di vignette e i protagonisti avranno uno scambio con la Madre Superiora.

Nelle Parodie Disney i personaggi che si ispirano a membri del clero delle opere originali sono spesso dichiaratamente secolarizzati: Gertruda da Monza è una dama nubile che ambisce al matrimonio, e la Fattucchiera di Monza è una strega, benché entrambe prendano le mosse dalla celebre Monaca di Monza manzoniana e nello stesso contesto Don Pippondio è un notaio e non il parroco del paese. Per altri personaggi, anche se a rigor di logica si potrebbe trattare di religiosi, la loro condizione sociale non viene citata espressamente: è il caso di Don Cicciondio, dell'abate Faria, nonché del Myriel della parodia Il mistero dei candelabri, che più che un vescovo come nei Miserabili di Victor Hugo sembrerebbe un anziano gentiluomo.

Religioni orientaliModifica

Us64

Paperone non si limita ad accumulare soldi, ma colleziona anche numerosi oggetti d'arte antichi e d'inestimabile valore, molto frequentemente oggetti sacri di religioni orientali.

Uno di questi oggetti è la statua del Dio delle Takers Alm presente nella storia Zio Paperone e il tesoro di Marco Polo. L'idolo è il simbolo di tutte quelle persone che vogliono i soldi di Paperone. Paperone con i suoi nipoti si reca poi in Vietnam, questa volta per un'elefante di giada. L'elefante è sacro in quella regione e la religione influenza talmente Paperone che per rispetto lascia i tesori trovati a alle popolazioni locali.

Possiamo vedere altri riferimenti alle religioni orientali nella storia Zio Paperone e il tesoro dei dieci Avatar, dove ci sono numerosi accenni alla alla religione. Questa storia è uno dei rari esempi in cui una divinità interviene personalmente in aiuto dei personaggi. In questo caso è il dio Vishnu. Esso è anche menzionato nella storia Zio Paperone e la luna a 24 carati, dove uno degli avversari di Paperone grida: "Bravo Vishnu! Quel razzo ha provato a colpirmi!". In Paperino e il tesoro della regina i paperi credono nella reincarnazione, secondo la storia Paperino e Paperone sono, infatti, le reincarnazioni di due marinai vissuti nel 1560. La credenza nella reincarnazione è stata importata in occidente dalle religioni indiane durante il periodo coloniale (anche se esisteva già in Grecia, ma venne sopraffatta dal cristianesimo). Questa storia mostra un' esempio di apostasia da parte dei paperi.

In Paperino e l'oroscopo cinese Paperino si converte alla religione orientale. I paperi hanno mangiato in un ristorante cinese e, ovviamente, viene dato a Paperino un biscotto della fortuna che gli dice di andare a letto subito prima di incontrare incidenti che gli accadrebbero se tentasse di fare qualcosa. Paperino non ci crede, ma poi dopo una serie di sfortunati eventi si ricrederà.

Religioni delle AmericheModifica

Dd46a

Si trova un esempio di irrispettosità verso le religioni altrui in Paperino e il segreto di Hondorica. Paperino va a Hondorica con i suoi nipoti per trovare una lettere perduta e così fa anche Gastone. Egli viene catturato dagli indigeni perché odiano gli elicotteri. "Gli elicotteri sembrano le gru del demonio". Paperino si presenta come il dio nativo della buona tavola (Chu) e i paperi usano questo stratagemma per liberare Gastone. Paperino (e dopo Gastone) cerca di convincere gli indigeni che egli è veramente uno dei loro dei.

Un episodio analogo si presenta in Paperino nel paese dei totem. Paperino vuole punire alcuni ingenui nativi che non capiscono come usare i prodotti che vende. Qui, Quo e Qua usano le totempoles(i prodotti) per spaventare i nativi del villaggio fuori di senno. Quando si accorgono di quello che è successo, gli indigeni acquistano 400 prodotti a vapore.

Fc263

In Paperino e il mago della pioggia Paperino prende in giro Paperone travestendosi da sciamano e invocando spiriti fingendo di far cadere la pioggia. Paperino non viene punito per il suo inganno anzi, gli viene data una vacanza e a Paperone la sua pioggia.

Un po' diverso è Gnasty Face in Paperino e il mistero della paludedove è eretto un tempio dedicato a lui, senza però aver aiutato alcun popolo.

Us44eng

Più volte i paperi hanno visitato l'america centrale e meridionale. Si possono vedere gli indiani (nativi americani) che sacrificano il proprio oro per gli dei in due storie: Zio Paperone e la corona dei Maya di Carl Barks e Zio Paperone l' ultimo signore dell'Eldorado di Don Rosa. In Zio Paperone e la corona dei Maya si spiega che i sacrifici sono fatti per riappacificare gli dei.

Un po' diversa la situazione è in Zio Paperone e il figlio del sole dove ci viene detto che i discendenti degli Inca attendono ritorno del figlio del sole Manco Capac. I nativi credono che esso li salverà (una specie di messia del vecchio testamento). La profezia circa il ritorno di Manco Capac, in un certo senso, si avvera perché il tempio dedicato a lui sprofonda nel lago che stanno lasciando Paperone e Cuordipietra Famedoro quando il vulcano erutta. In Paperino e le carte perdute di Colombo in paperi pagano la visita alla città atzeca Teotihuacan. Possiamo vedere una statua che rappresenta il re degli dei, Quetzacoatl.

Antiche religioni Modifica

Us37eng

Religione egizianaModifica

In Paperino e l'anello della mummia i paperi incontrano una setta che esercita il culto tradizionale della religione egiziana. Don Rosa utilizza la religione egizia due volte. In Zio Paperone e i guardiani della biblioteca perduta scoprono la tomba di Cleopatra nel tentativo di trovare l'origine del Manuale delle Giovani Marmotte. Nella storia Paperino cacciatore di coccodrilli i paperi trovano un coccodrillo in un tempio costruito proprio per il culto di questo animale. Questa specie di coccodrillo, si credeva estinto e fu probabilmente cacciata dei musulmani egizi, che pensarono che l'animale fosse un demone.

Religione Greca e RomanaModifica

Us12

La mitologia greca è popolare a Paperopoli. Ad esempio compare nella storia Zio Paperone e il vello d'oro dove Paperone desidera un cappotto tessuto proprio con il vello d'oro del mito. Dopo svariati tentativi riesce finalmente a trovarlo ma dovrà sprecarne una parte per rendere inoffensivo il drago di guardia. Appena lo indossa Paperone dice "questo è il più freddo contatto che io abbia mai avuto sulla schiena" e ne rimane profondamente deluso. Ares, il dio della guerra è anche menzionato in questa storia.

Più interessante, per un teologo è la storia Zio Paperone e il tesoro di Creso. Il Tempio di Artemide ad Efeso (il culto di Artemide è menzionato in Atti 19:23-40) fu costruito, secondo Paperone da re Creso. Re Creso, era un adoratore della mammona, proprio come Paperone. Si vede anche la Basilica di Santa Sofia di Istambul, una chiesa trasformata in moschea. La moschea è raffigurata come un museo, proprio come la cattedrale di Paperopoli.

Ercole (non il personaggio animato Disney) che era il figlio di Zeus e di una donna umana viene menzionato in Paperino moderno Ercole, Paperino forzuto senza saperlo e in Archimede Pitagorico e il carnevale marino. Zeus stesso è menzionato in Zio Paperone e l'inespugnabile deposito. Nella storia Zio Paperone e la favolosa pietra filosofale i paperi trovano il labirinto dove è stato racchiuso il Minotauro. Il mostro fu ucciso, secondo il mito, da Teseo. Il Ciclope dalle storie di Ulisse (Odisseo) è menzionato in Zio Paperone novello Ulisse.

In Archimede Pitagorico e il carnevale marino, Archimede veste da Nettuno e utilizza delle balene che prendono i nomi degli dei greci e romani (Mostro, Titano, Ercole e Atlante) per estrarre il suo veicolo dal mare.

Altre religioniModifica

Altre religioni, oltre a quella cristiana e antiche, sono raffigurate nelle storie, in riferimenti sia positivi che negativi. Questo accade di solito quando durante un viaggio in luoghi remoti i paperi entrano in contatto con altre religioni realmente esistenti, in molti casi rappresentate in modo stereotipico.
Zio Paperone e la bacchetta magica è probabilmente il punto di svolta nelle religioni non-cristiane. Dopo aver preso in giro Paperone per la sua credenza in bacchette da rabdomante, confessa: "Io credo in ogni tipo di strega -anche vecchie signore a cavallo della loro scopa!".

IslamModifica

L'Islam è una religione quasi assente nell'Universo a fumetti Disney (probabilmente a caua delle controverse situazioni geopolitiche che riguardano alcuni paesi islamici, attualmente). Nelle storie che si svolgono in regioni dominate dall'Islam, di solito non si hanno riferimenti religiosi. Eccezioni: in Zio Paperone Lawrence d'Arabia viene menzionato Allah e in Zio Paperone e la caverna di Alì Babà troviamo riferimenti alla fede in "Jinns". Nella storia Zio Paperone e il tappeto volante viene menzionato il mitico uccello "Roc".

Altri miti e religioniModifica

Us34

Nella storia Zio Paperone e il Valhalla cosmico un nuovo pianeta minaccia di schiacciare la città dei paperi, i paperi arrivano sul pianeta Valhalla grazie all'aiuto del dio nordico Thor e alle forti correnti dei venti. Tutti le divinità mitologiche adorate nei secoli -dei greci, nordici, romani etc. vivono su questo pianeta. Ercole rivela a Qui, Quo e Qua che gli esseri umani sono volati via da Valhalla secoli fa e si sono creati delle civiltà simili a quelle degli dei in cui credevano.

Una volta, in Paperino La ricerca di Kalevala, Paperone si fa accompagnare dai paperi in Finlandia. Vuole entrare in possesso di un mulino che crea farina, sale e oro. Incontrano in Finlandia anche molti personaggi del Kalevala. Visitano anche il mondo sotterraneo popolato da streghe e maghi, tra cui la stessa Amelia.

I paperi viaggiano in Australia in numerose storie. Nel 7° capitolo della Saga di Paperon de' Paperoni. La religione aborigena (la cui fede è il sogno) svolge un'importante ruolo nella storia. Vi sono anche degli aborigeni nella storia Paperino cacciatore di canguri ma hanno un ruolo più marginale.

Archimede è una persona con numerosi legami con la religione, come i richiami a Giona (di cui se n'è discusso nei paragrafi precedenti). In una storia Archimede ritrova una sfera di cristallo che prevede il futuro, in seguito scopre che le domande sono più importanti delle risposte.
Paperino crede nel previsione dell'avvenire. Questo porta Gastone ad ingannare il cugino in almeno due storie: in Paperino e il sentiero dell'unicorno in cui usa una lampadina per ottenere del denaro da Paperino, e in Raffle Shufflein cui convince Paperino a scavare per trovare una collana di perle.

Per approfondire, vedi anche Modifica

Note Modifica

  1. Cfr. in particolare L'Inferno di Topolino, Il dottor Paperus e L'inferno di Paperino.
  2. Cfr. Matteo 10:25, 12:24, 27.
  3. da Wikipedia
  4. Cfr. Paperino e il feticcio e Il cuore dell'impero.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.