FANDOM



Ray Pantha
Ray Pantha
Informazioni generali
Classificazione:Tempoliziotto
Albo di debutto:PKNA #39 Cronaufragio

(marzo 2000)

Localizzazione:Time Ø, 23° secolo
Aspetto fisico
Aspetto :Papero antropomorfo
Corporatura:Robusta
Attività cerebrali
Facoltà intellettive:nella media
Carattere:altezzoso, antipatico, presuntuoso e arrogante
Attività lavorative
Incarico:recuperare il professor Seamus Symorian disperso nel 20°secolo
"Maggiore Pantha!"
Frase tipica di Ray Pantha

Il maggiore Ray Pantha è un alleato di PK che appare nell'episodio Cronaufragio, di Alessandro Sisti e Marco Gervasio; è un borioso agente speciale della tempopolizia.

Carattere e aspetto fisico Modifica

Ray Pantha, pur essendo un alleato di PK, è un personaggio decisamente antipatico per la sua ridicola presunzione (si offende quando lo si chiama per nome, anziché "maggiore"), e per l'atteggiamento sgarbato, arrogante e altezzoso verso Lyla e PK. Ironicamente, sono proprio i due disprezzati colleghi a portare a termine la missione e a toglierlo da guai. Il maggiore mostra inoltre di ignorare completamente la cultura e la storia del ventesimo secolo, ciò che gli causa non pochi problemi; finisce però anche lui per cadere vittima del fascino di Patemi.

Fisicamente, Ray Pantha è alto e robusto, coi capelli biondi tagliati a spazzola; indossa la corazza e l'elmetto in dotazione alla tempopolizia, ma a volte, grazie a un "travestimento somatovariante" assume l'aspetto di un papero del ventesimo secolo (maglione verde e berretto a visiera).

Storia Modifica

Considerato il migliore fra gli agenti della tempopolizia, Ray Pantha è inviato in missione nel ventesimo secolo, per recuperare, con la collaborazione di Lyla Lay e PK, il professor Seamus Symorian, disperso durante un viaggio nel passato. In realtà, Ray si dimostra un incapace sia come investigatore, seguendo ripetutamente delle piste sbagliate, che come uomo d'azione, facendosi catturare da Alfa Delta. Al termine della missione, Ray Pantha è severamente rimproverato dal suo superiore, il generale Gewells, per aver rischiato di creare dei paradossi temporali e spedito nel neolitico inferiore per un corso di aggiornamento alla scuola reclute della tempopolizia.

Curiosità Modifica

  • Il suo nome è un'alusione alla frase "panta rhei", greco per "tutto scorre" e frase attribuita ad Eraclito riferita al continuo trascorrere del tempo senza mai ritornare indietro


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.