FANDOM




Rangi Fangus
Rangi Fangus
Informazioni generali
Classificazione:Capotribù della comunità maori di Cape Dominion
Codice Inducks:Rangi Fangus
Albo di debutto:PKNA #7 Invasione!

(luglio 1997)

Localizzazione:Cape Dominion (NZ)
Aspetto fisico
Aspetto :Kiwi antropomorfo
Corporatura:Tarchiata e leggermente sovrappeso
Attività cerebrali
Emotività:È in grado di affrontate qualunque pericolo senza battere ciglio.
Attività lavorative
Aspirazioni:Vivere in tranquillità nelle terre del proprio Clan
Parenti più stretti:


"Powhiri tauiwi... o se preferisci benvenuto straniero!"
Rangi Fangus accoglie Pikappa

Rangi Fangus è un personaggio dell'universo di Pikappa, che compare nella prima serie. È la madre di Angus Fangus ed è la capo-tribù della comunità maori che vive a Cape Dominion (Nuova Zelanda).

AspettoModifica

Come dice il suo PK File[1] ha un aspetto decisamente bizzarro con un occhio (miope) di riguardo alla femminilità. Rangi infatti si veste in modo molto particolare. Porta una sciarpa al collo che avvolge anche attorno alla testa a mo' di turbante. Indossa poi un maglione sotto una giacca rosa slacciata e una gonna verde. Ai piedi calza delle scarpe da ginnastica slacciate.
Rangi è una kiwi antropomorfa e, come suo figlio Angus, ha la carnagione scura, tipica di questi uccelli neozelandesi.

CarattereModifica

È una persona brusca, decisa e dura, poco incline alla trattativa e alla diplomazia. Sotto sotto però ha un animo molto incline all'affetto materno e solo con difficoltà riesce a tenere separate le mansioni ufficiali da quelle più domestiche. Con Angus è severa, ma al contempo premurosa, trattandolo spesso come se fosse ancora un bambino.

È anche una persona fiera e sicura di sé che accetta le sconfitte con dignità, e non è disposta a umiliarsi per riprendersi ciò che ha perso. Questo avviene sia nei confronti di Nebula Faraday e del ricco industriale Fenimore Cook. Al contrario di Angus, sviluppa immediatamente un'innata simpatia per Pikappa, che viene accresciuta dal rispetto quando il supereroe la aiuta a sconfiggere gli evroniani che avevano invaso le sue terre.

StoriaModifica

Nella serie Paperinik New Adventures Rangi appare in due albi nel ruolo di protagonista. In PKNA #7 Invasione! viene aiutata da Pikappa a riconquistare il sostegno del suo clan, il quale aveva rivolto la sua fiducia a Nebula Faraday, che professava la venuta degli alieni sulla Terra. Rangi orgogliosa e fiera, dopo che il clan le aveva voltato le spalle non aveva cercato di accattivarselo nuovamente, ma si era impostato un esilio forzato ritirandosi tra i ghiacciai che imbiancano le cime delle Nuova Zelanda. Paperinik dopo essere stato attaccato dai soldati evroniani viene soccorso dalla kiwi, che viene contagiata dall'energia del supereroe e decide di riconquistare il proprio diritto di comando e di disilludere il suo popolo che per paura o cecità, seguiva Nebula Faraday.
Rangi ricompare in PKNA #23 Vuoto di memoria, in questo albo costringe suo figlio Angus e Pikappa a stringere un'alleanza temporanea per sventare le trame oscure del magnate Fenimore Cook, che pur arricchirsi non esita a ricorrere a mezzi disonesti.
La capotribù appare anche nell'ultimo episodio della miniserie Angus Tales di Faraci e Ziche pubblicata su PKNA #48 Le parti e il tutto.

Rangi non riappare nella seconda serie e anche nella terza, non ricopre più un ruolo da protagonista com'era avvenuto in PKNA, ma fa solo un cameo nella ministoria La mamma è sempre la mamma pubblicata su PK #8 Kronin.[2]

CuriositàModifica

  • Nella tradizione maori il governo dei clan era affidato unicamente agli uomini, Rangi perciò rappresenta un'eccezione. La kiwi, ha però la caratteristica di portare un nome maschile. Rangi infatti secondo la mitologia maori è il cielo, il padre degli dei, sposato con Papa, la terra. Essi furono la prima coppia di esseri senzienti che crearono tutto l'universo.[3]

NoteModifica

  1. Pubblicato su PKNA #7 Invasione!
  2. [1] La mamma è sempre la mamma
  3. [2] Mitologia Maori


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.