FANDOM




Porphioolon
Porphioolon
Informazioni generali
Albo di debutto:PKNE #4 Cronaca di un ritorno

(novembre 2016)

Localizzazione:Planetoide evroniano
Progettista e programmatore:Manootensyon
Aspetto fisico
Aspetto :Stolido
Corporatura:Piccola
Motivo mutazione:Sviluppo delle qualità morali
Attività cerebrali
Facoltà intellettive:Elevata, nonostante le apparenze
Carattere:Buono, generoso, gentile, tranquillo e altruista
Emotività:Nascosta
Attività lavorative
Incarico:Assistente di Manootensyon
Missione:Salvare Xadhoom
Aspirazioni:Poter impedire ai membri della sua razza di compiere cattive azioni, ma senza danneggiarli


"Xadhoom non doveva collocare la cabina così lontana! Non farò in tempo a entrarci... ma chi vuole uno sciocco evroniano buono?"
Porphioolon

Porphiolon è un personaggio della serie PKNE, che appare in PKNE #4 Cronaca di un ritorno; è l’assistente del perfido tecnico Manootensyon e il solo esempio, in tutta la saga di PK, di evroniano integralmente buono. Il suo nome ricorda, per assonanza, l'espressione dialettale "Por fiolon" (Povero figliolo).

Carattere e aspetto fisico Modifica

Porphiolon, oltre ad essere uno scienziato di eccezionale valore, è anche l’unico membro della sua razza in possesso di sentimenti quali l’altruismo e lo spirito di sacrificio. Tiene, però, accuratamente nascoste queste sue doti fingendosi inetto e piagnucoloso. Neanche il suo stesso creatore Manootensyon non sospetta la sua vera natura e si serve di lui solo per eseguire compiti manuali. Pur se diverso da tutti gli altri evroniani, Porphiolon prova ugualmente una certa solidarietà verso la sua razza.

L’aspetto di Porphiolon è quello di un evroniano di casta bassa; si distingue per il becco inferiore molto pronunciato, simile a un grosso mento, che accentua la sua apparenza stolida.  Indossa il saio azzurro, tipico degli scienziati evroniani. 

Storia Modifica

Porphioolon nasce da un esperimento di Manootensyon, per sviluppare da una spora un imperatore in grado di guidare la comunità dei superstiti evroniani. A causa dell'inesperienza dello scienziato, in Porphioolon, anziché le doti di comando, si sviluppano la bontà e la moralità. Sapendo che queste sue doti non sarebbero accettate nella società in cui vive, Porphioolon ha indossato la maschera dello stupido, sopportando pazientemente gli insulti e i maltrattamenti di Manootensyon.

Quando Xadhoom, esamine, cade in mano agli evroniani, Porphioolon ha l'incarico di esaminarne il cervello. Scopre che la prigioniera è stata un'implacabile nemica dell'Impero Evroniano, e le salva la vita tenendo nascosta l'informazione ai suoi compagni; più tardi, fingendo di eseguire gli ordini di Bonton e di Manootensyon, riesce a rianimare la prigioniera.

Dopo aver rivelato la sua vera personalità a PK e a Xadhoom, Porphioolon stringe con loro un accordo: lui aiuterà la xerbiana a recuperare i suoi poteri, in modo che possa salvare la terra dagli En'tomek; in cambio, i suoi compagni evroniani saranno ridotti a spore ma non uccisi. Anche quando il piano è scoperto da Manootensyon, e Xadhoom è condannata a morte, Porphioolon resta fedele all'accordo, e aziona la macchina che trasforma tutti gli evroniani in spora, pur sapendo di condannare così anche sè stesso. Quando il planetoide degli evroniani cade nel sole, Xadhoom salva la spora dell'unico evroniano buono, e PK la porta sulla terra, sperando che Solomon Hicks possa restituirla alla sua natura originale.


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.