FANDOM



Paperotta
Paperotta
Informazioni generali
Residenza:Mordikan (Bretagna?)
Data di nascita:imprecisata (Medioevo)
Data di morte:imprecisata
Prima apparizione:Paperino e Paperotta (1996)
Creato da:


Famiglia
Coniuge:Gastolfo
Parenti:


  • re Gluk (padre)
  • tre fratelli



Paperotta è un personaggio del mondo dei paperi, apparso per la prima e unica volta nella storia Paperino e Paperotta di Luciano Bottaro e Alberto Autelitano. È la rivisitazione parodica della principessa Isotta, protagonista di una celebre leggenda medievale.

StoriaModifica

Paperotta, vissuta in un periodo imprecisato del Medioevo, è figlia del re Gluk di Mordikan - probabilmente in Bretagna, dato che il sito è a breve distanza dal complesso megalitico di Karnak[1] - e ha tre fratelli ottusi e maneschi. I suoi parenti vogliono a tutti i costi impedirle di sposarsi: ma Papero Magno, avendola casualmente vista in un ritratto, se ne innamora perdutamente e incarica Paperino il Paladino di rapirla e portarla nella sua reggia a scopo matrimoniale.

Paperino, a sua volta innamoratosi a prima vista di Paperotta, dopo varie vicende - e dopo aver vinto l'opposizione non solo dei fratelli della principessa, ma anche della strega Nocciola - riesce a portare la fanciulla alla reggia di Papero Magno, sia pure trasformata in rana; ma la capricciosa principessa snobba entrambi i suoi pretendenti, e preferisce farsi baciare dal paladino Gastolfo, in modo da riacquisire le sue fattezze originarie, e farsi sposare dallo stesso Gastolfo. È possibile che da questo matrimonio discendano alcuni dei paperi moderni, ma la questione non è chiarita.

Nel complesso, la vicenda di Paperotta non ha moltissimo in comune con la leggenda di Isotta, a cui dovrebbe ispirarsi: a parte la consueta rimozione delle tematiche non compatibili con i canoni Disney come l'amore sensuale e la morte, la parodia non sfrutta, ad esempio, neanche il noto tema del filtro magico che avrebbe fatto innamorare Isotta e Tristano.

Aspetto fisico e carattereModifica

Disegnando negli anni '90 questa ennesima sosia medievale di Paperina, Bottaro prese le distanze dall'immagine, tipica e già sfruttatissima, caratterizzata da veli, fiocchi simili a quelli della Paperina moderna, e soprattutto dallo stereotipato cappello a cono[2]. In effetti Paperotta ha un cappello di tutt'altro genere, con due punte (tanto da ricordare la forma del tipico fiocco di Paperina), sotto il quale si intravedono alcune ciocche di capelli biondi: è possibile che questo particolare, insolito per i personaggi ispirati a Paperina, derivi dall'immagine della figura letteraria di Isotta, nota appunto per la bellissima chioma bionda.

Caratterialmente Paperotta appare piuttosto capricciosa, infatti in un primo momento sembra innamorata di Paperino il Paladino (ma resta aperta la possibilità che finga solo per liberarsi del padre e dei fratelli), poi, una volta alla reggia di Papero Magno, cambia repentinamente idea e sdegna sia la corte del re che quella del paladino, per preferire l'altro armigero Gastolfo.

NoteModifica

  1. La località in cui si trova il complesso archeologico si chiama in realtà Carnac. Anche il nome del reame, Mordikan, sembrerebbe una storpiatura parodistica del golfo di Morbihan, sempre in Bretagna.
  2. Cfr. ad esempio i personaggi di Madonna Paperina, Margherita e Francesca da Polenta.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.