FANDOM




Paperopoli liberata
Paperopoliliberata
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 598-AP
Prima uscita:14-21 maggio 1967

Topolino 598-599

La storia
Personaggi principali:
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Arnoldo Mondadori Editore



"Canto l’armi furiose e il capitano / chiamato Paperino, che fu visto / combattere col senno e con la mano / nelle battaglie d’un fatale acquisto / contro l’ombre paurose ed un arcano / mistero pien d’insidie e d’imprevisto: / e infine il suo valor fu corrisposto / con molto fumo in mano e niente arrosto. / O Musa, che assistesti alla battaglia / ricopri d’una gloria inestinguibile / colui che diè l’assalto alla muraglia / immobile, infrangibile, invisibile. / Da un lato combatteva la canaglia / dall’altro stava Paperin, terribile, / che fama conquistò fra genti e popoli / quale liberator di Paperopoli."
Le due ottave che introducono la storia


Paperopoli liberata è una storia del 1967, parodia del poema Gerusalemme liberata di Torquato Tasso, scritta da Guido Martina e disegnata da Giovan Battista Carpi. La storia, come molte parodie degli anni '50 e '60, è ambientata a Paperopoli e dintorni, e vede agire personaggi dell'universo dei paperi del presente.

TramaModifica

Paperino e Qui, Quo, Qua, dopo un mese in campeggio nei boschi, da cui tornano in compagnia del simpatico tasso Torquato, devono recarsi all'inaugurazione di un'opera pubblica donata alla città da Paperon de' Paperoni, ma avvicinandosi a Paperopoli si scontrano con un ostacolo invisibile e impenetrabile che a quanto pare circonda tutta la città.

Paperone, benché il dono atteso fosse tutt'altro, aveva donato a Paperopoli un nuovo penitenziario di massima sicurezza: i Bassotti, che in questa storia agiscono con la complicità di Gambadilegno, ne avevano approfittato per rinchiudere nelle celle il ricco papero, insieme al capo della polizia e ad altre autorità, per potersi dare indisturbati a furti e rapine. Per di più, dato che Paperone aveva fatto escogitare ad Archimede un sistema di protezione che in caso di grave pericolo potesse coprire la città con una cupola di materiale invisibile e impenetrabile, i criminali mettono in atto questo ritrovato per impedire a chicchessia di penetrare in città dall'esterno.

Paperino e nipoti, incapaci di entrare a Paperopoli, pensano di cercare un telefono per chiamare la polizia, e a breve distanza trovano una villa circondata da un lussureggiante giardino e abitata da tale Magda Almida, a suo dire una romantica profuga brasiliana (e benché costei non appaia propriamente come una gran bellezza, Paperino non rimane insensibile al suo fascino). Per Magda - che in realtà è un Bassotto travestito - non è difficile narcotizzare i paperi e rinchiuderli nella villa.

Magda Almida

Magda Almida.

Paperino, causando involontariamente un'esplosione con una bombola di gas, riesce quantomeno a ritrovare la libertà per sé e i nipoti, e meditando sul da farsi i quattro incontrano Topolino e Pippo a bordo di un velivolo simile a un drago, progettato da un antenato di Pippo. Tutti decidono di mettersi all'opera per liberare Paperopoli: Topolino e Pippo decidono di scalare la cupola invisibile con delle ventose, mentre Paperino e Qui, Quo, Qua preferiscono scavare un passaggio sotterraneo, che li porta proprio nel nuovo penitenziario.

I paperi riescono a liberare Paperone, Archimede e gli altri prigionieri; uno scontro fra il multimiliardario e Gambadilegno viene risolto con l'involontaria collaborazione di Paperino, che si era introdotto di nascosto nel cannone fatto sparare da Paperone. I criminali - che fra l'altro avevano scassinato il deposito di Paperone senza trovare nulla - devono ben presto soccombere, e Archimede riesce a far sparire la cupola invisibile.

Le cose però non finiscono nel migliore dei modi per Paperino: lo zio, infatti, aveva convertito gran parte delle sue sostanze in polvere d'oro che per sicurezza aveva fatto seppellire proprio sotto il nuovo penitenziario. Il lavoro di scavo di Paperino e Qui, Quo, Qua aveva portato alla superficie, e poi fatto disperdere, tutta la polvere d'oro: l'eroe della liberazione di Paperopoli deve quindi affrontare la tremenda collera dello zio.

Torquato

Torquato il tasso.

Pubblicazioni in ItaliaModifica

  • Topolino (libretto) 598-599 (1967)
  • I Classici di Walt Disney (prima serie) 41 (1971)
  • Le grandi parodie (Disney) 15 - Paperopoli Liberata (1993)
  • Super Miti Mondadori 5 - I promessi Paperi (1998)
  • Best Sellers Mondadori 1174 - I promessi Paperi e altri capolavori della letteratura universale (2001)
  • I Classici della Letteratura 12 - Paperopoli liberata (2006)
  • I Grandi Classici Disney 230 (2006)
  • I Classici della Letteratura (2a edizione) 14 - Paperopoli liberata (2013)
  • Raccolta Le Grandi Parodie (Disney) 5 (2013)