FANDOM



Paperonia
Paperonia

Il deposito-maniero

Informazioni generali
Abitanti20 + 1 [1] (versione italiana) </font>
Governato da:Paperone I
Fondatore:Paperon de' Paperoni
Fumetti
Creato da:*Don Rosa
  • Pudu (versione italiana) </font>
Prima comparsa:Sua Maestà De' Paperoni
"Niente è esagerato, quando si tratta di difendere la pecunia!"
Paperon de' Paperoni [2]
Il Regno Autonomo di Paperonia, o Impero di Paperonia o semplicemente Paperonia, è stata una micronazione il cui territorio era costituito dalla Collina Ammazzamotori di Paperopoli.

Idealta da Don Rosa e rielaborata Pudu, nacque per volontà di Paperon de' Paperoni, deciso a non pagare le tasse comunali.

Storia Modifica

Ordinamento dello Stato Modifica

Don Rosa Modifica

I vari ministeri erano detenuti da Qui, Quo, Qua (Primi Ministri e Corte Suprema) e Paperino (Ministro del Lavoro).

Gli unici re di Paperonia sono stati Paperone e Akers McCovet (quest'ultimo per poche ore).

Versione Italiana Modifica

La Paperonia, sebbene si autodefinisse un impero democratico, era una monarchia assoluta e di conseguenza l'imperatore deteva il potere legislativo, giudiziario ed esecutivo.

L'unico imperatore della Paperonia è stato Paperon de' Paperoni.

La figura di Battista Modifica

Figura cardine della politica paperoniana era Battista: egli infatti aveva le funzioni di:

  • consigliere
  • gran ciambellano
  • gran camerlengo
  • musico
  • paggio
  • acrobata
  • guardaconfine
  • scrivano di corte
  • ministro degli esteri
  • ministro dell'interno
  • ministro delle finanze
  • banditore imperiale

Suddivisione amministrativa Modifica

Don Rosa Modifica

Capitale della Paperonia era Paperton D.C. (situata nella piscina aurea del deposito), mentre le uniche altre città erano Quiquoquaville (situata negli uffici) e Paperburg (situata nei sotterranei).

Economia Modifica

Versione italiana Modifica

Le principali esportazioni erano costituite da cicoria ed erba gatta.

Bibliografia Modifica

Note Modifica

  1. (auspicati, in realtà 2)
  2. Topolino 2860 pag. 131

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.