FANDOM


  • Paperone e l'arbitro infallibile
  • Commenti



Paperone e l'arbitro infallibile
Paperone e l'arbitro infallibile
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2428-5
Sceneggiatura:Rudy Salvagnini
Disegni:Valerio Held
Prima uscita:11 giugno 2002
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:25
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Paperone e l'arbitro infallibile è una storia di Rudy Salvagnini e Valerio Held, pubblicata per la prima volta sul numero 2428 di Topolino.

Trama

Paperino è allo stadio a vedere la partita di calcio tra il Paperopoli e l'Anatrapoli. Purtroppo la squadra locale viene sconfitta a causa di un rigore dato all'ultimo minuto. Paperino ed altri tifosi ne discutono in un locale, sicuri che il rigore non ci fosse. Ed anche quando il replay in Tv li smentisce, trovano altro di cui lamentarsi e discutono con un tifoso dell'Anatrapoli che rivendica altrettanti errori a sfavore della sua squadra. Paperone, passando di lì, ascolta le polemiche arbitrali e, quando Paperino commenta che l'U.R.C.A[1]pagherebbe bene un arbitro infallibile, coglie la palla al balzo e si reca da Archimede per commissionargli la costruzione di un abitro robot che non sbaglia mai.

Archimede assembla il robot dotandolo di cingoli di gomma per muoversi rapidamente e di ogni nozione calcistica. Paperone, chiamatolo "Arby", decide di testarlo ad una partitella tra bambini dove ci sono anche Qui, Quo e Qua. Arby però ci mette troppo a prendere le decisioni. Paperino, che assiste alla scena, spiega che nel calcio ogni situazione è soggetta a diversi interpretazioni ed Arby non ha l'esperienza per distinguere tra falli e simulazioni o distinguere tra fuorigioco attivo e passivo. Paperone allora assume il nipote per aiutare Archimede ad ampliare il database di Arby. Nel frattempo Paperone convince l'U.R.C.A a provare Arby in una partita ufficiale.

Arriva il giorno del debutto ed i tifosi inizialmente non prendono sul serio la novità. Ma Arby comincia a prendere decisioni sempre corrette mostrando anche delle immagini sul maxi-schermo (riprese dalle sue telecamere sia davanti che dietro) quando viene contestato per fugare ogni dubbio. Ogni situazione (dal fuorigioco al gol-non gol) è gestita perfettamente e quando un allenatore protesta troppo, il robot raffredda i suoi bollenti spiriti con un raggio rinfrescante. Finita la partita, Arby dimostra di tener testa anche ai giornalisti citando eventi calcistici passati. I capi dell'U.R.C.A sono entusiasti e firmano subito il contratto che Paperone che reagala a Paperino un abbonamento annuale allo stadio.

Arby diventa così l'arbitro ufficiale e le partite si susseguono senza problemi. Ma sia tifosi che giornalisti cominciano ad annoiarsi. Infatti, tempo dopo, Paperone è sorpreso di trovare Paperino in casa a guardare la partita invece che allo stadio. Paperino spiega che la variabile imprevedibile dell'errore arbitrale dava sapore al gioco ed infatti anche l'U.R.C.A è daccordo con questo e comunica il pensionamento di Arby. A Paperone la cosa va bene visto che Arby gli verrà restituito e può tenersi i soldi. Così tutto torna come prima. Paperone mette Arby ad arbitrare nei suoi parchi giochi e Paperino torna a discutere di errori con altri tifosi dovendo però ammettere che anche l'arbitro può sbagliare ed in fondo è insostituibile.

Curiosità

  • La storia viene citata in un articolo sul sito della Gazzetta dello Sport[2]scherzando su come abbia anticipato di anni l'invenzione del VAR, la moviola in campo introdotta nel 2018 in Italia.

Pubblicazioni italiane

  • Topolino 2428 (2002)
  • Topo Goool! 1 (2006)
  • Topo Goal 5 - Topolino Gol 4 (2014)
  • Topo Goal 7A - Cofanetto Topolino Gol (2014)
  • Paper Sport - I campioni del fumetto 22 - Pippo e il baseball (2017)

Note

  1. (Unione Responsabili Calciopoli Associati)
  2. https://www.gazzetta.it/Calcio/06-05-2018/var-disney-aveva-anticipato-tempi-eccolo-un-episodio-topolino-2601122247547.shtml
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.