FANDOM




Paperon de' Pantaloni
PaperondePantaloni
Informazioni generali
Residenza:Venezia
Data di nascita:Imprecisata (da supporre nel secondo Seicento)
Specie:Papero antropomorfo
Prima apparizione:Paperino fornaretto di Venezia (9 febbraio 1964)
Creato da:


Famiglia
Coniuge:Nessuna (finirà per sposare Brigitta secondo Gilles Maurice)
Figli:una figlia femmina dal nome sconosciuto (poi madre di Dingo de' Paperoni) secondo Gilles Maurice
Parenti:




"Gambe, Paperon, se ti ghe tien a la pele!"
Paperon de' Pantaloni a sé stesso, dopo aver scorto Brigitta in lontananza

Paperon de' Pantaloni è un personaggio della banda Disney creato da Osvaldo Pavese e Giovan Battista Carpi, comparso in un'unica storia, la parodia Disney Paperino fornaretto di Venezia. Nella storia, Paperon de' Paperoni lo presenta come un suo avo; viene poi ripreso dall'albero genealogico di Gilles Maurice.

StoriaModifica

Paperone, dopo aver trovato casualmente un documento nella sua biblioteca, racconta a Qui, Quo, Qua la storia di un suo avo "emigrato un paio di secoli fa in Italia"[1].

Paperon de' Pantaloni gestiva un forno a Venezia nel Settecento. Oltre a questa attività, svolgeva numerosi commerci che gli avevano permesso di arricchirsi (era anche proprietario della locanda situata di fronte al forno). Il suo principale obiettivo, oltre a incrementare il più possibile il suo patrimonio (sfruttando senza scrupoli il lavoro del nipote Paperino), e a difenderlo da possibili furti, era sfuggire a tutti i costi alla presenza importuna di Brigitta, sua assidua corteggiatrice.

Dopo una serie di vicende - che vedono Brigitta inconsapevole strumento di una banda di criminali turchi simili ai Bassotti - il papero riuscirà a rientrare in possesso dei suoi zecchini trafugati dai criminali, e anche a vincere, sia pure in maniera del tutto casuale, un premio per il miglior travestimento di carnevale.

Secondo Gilles MauriceModifica

Come si è detto, Paperon de' Pantaloni figura nell'albero genealogico di Gilles Maurice. Secondo questa interpretazione, avrebbe un fratello non meglio identificato (padre di Paperino Fornaretto), e sarebbe sposato proprio con Brigitta, che evidentemente avrebbe avuto la meglio sul ricco papero dopo un lungo corteggiamento.

Da questo matrimonio - quindi in tarda età - Paperon avrebbe avuto una figlia, dal nome sconosciuto (sposatasi con un tale Silas Elias Ebenezer Arpagone 'Sprecon' de' Paperoni), che sarebbe poi divenuta la madre di Dingo de' Paperoni, di Patrizio de' Paperoni e di altri sei figli tra cui Paperjean, altro personaggio creato da Carpi. Di conseguenza, Paperon sarebbe il trisavolo del Paperone moderno, e progenitore in linea diretta anche di Paperino e di Qui, Quo, Qua.

Aspetto fisico e carattereModifica

Paperon de' Pantaloni è in tutto simile a Paperon de' Paperoni e lo ricorda molto anche per il vestiario: indossa una palandrana blu con risvolti rossi molto simile a quella del multimiliardario del presente, e come lui porta occhiali a stringinaso, ghette senza scarpe e un bastone con manico ricurvo. La differenza più notevole riguarda il copricapo (Paperon indossa un largo tricorno nero).

Anche dal punto di vista del carattere Paperon ricorda moltissimo il suo discendente. Come lui è attaccatissimo al denaro, disprezza l'ozio, il divertimento e i sentimentalismi, e va molto spesso in collera, soprattutto con l'imbranato nipote.

CuriositàModifica

  • Paperon de' Pantaloni si esprime spesso in veneziano, caso abbastanza eccezionale fra i paperi Disney di uso di un dialetto italiano.
  • Non va confuso con Papero Brontolon, né con altri personaggi simili a Paperone vissuti a Venezia nel Settecento [2], probabilmente creati indipendentemente l'uno dall'altro da autori diversi. La presenza di questi personaggi, da supporre in qualche modo imparentati fra loro, non è comunque contraddittoria, e permette di ipotizzare che all'epoca un ramo del Clan de' Paperoni si fosse trasferito nella città lagunare (il che in ogni caso è del tutto plausibile per una stirpe di mercanti e affaristi, data l'importanza che allora la Repubblica Veneta aveva nel commercio internazionale).

NoteModifica

  1. La storia è del 1964, quindi si può credere - anche per i costumi - che il personaggio sia vissuto nel Settecento.
  2. Cfr. Paperino mercante di Venezia o Zio Paperone e la Locandiera.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.