FANDOM




Paperon Paperzukoff
Paperon Paperzukoff
Informazioni generali
Residenza:Mosca
Data di nascita:imprecisata (da supporre intorno alla metà del Settecento)
Prima apparizione:Guerra e pace (24 agosto 1986)
Creato da:Giovan Battista Carpi
Famiglia
Coniuge:sconosciuta, probabilmente nessuna
Parenti:




"Non temete, miei piccoli, adorati kopeki! Io vi proteggerò da tutti i pericoli di questo triste mondo!"
Paperon Paperzukoff al suo denaro

Paperon Paperzukoff è un personaggio della banda Disney creato da Giovan Battista Carpi, comparso in un'unica storia, la parodia Disney Guerra e pace. È chiaramente ispirato a Paperon de' Paperoni e non si può escludere che si tratti di un suo antenato.

Storia Modifica

All'inizio dell'Ottocento il principe Paperon Paperzukoff è il papero più ricco di tutte le Russie, avendo accumulato enormi quantità di denaro con le fonderie di cui è proprietario. Nel 1812 il principe decide di richiamare lo scapestrato nipote Paperino Paperzukoff (che ufficialmente studiava all'università di Pietroburgo, ma in realtà viveva nel lusso e nel divertimento) per costringerlo a sposare una ricca ereditiera oppure a lavorare duramente in fonderia. Il nipote, rifiutato categoricamente il partito matrimoniale, si rassegnò alla seconda alternativa.

Le vicende dei paperi si intrecciano con l'invasione della Russia da parte dell'esercito napoleonico, causato indirettamente proprio da Paperon (che usava, per difendersi dai ladri, un enorme cannone che aveva insospettito gli emissari francesi). Il principe teme di perdere il suo denaro in una possibile invasione di Mosca, ma anche di trasferirlo, rendendolo più ai terribili Bassotti della Steppa; grazie a un suggerimento di Paperino, decide di fondere l'oro in forma di palle di cannone; ma a causa dell'ingenuità del nipote il prezioso carico viene spedito al fronte, dove lo stesso giovane papero è inviato a recuperarlo dal furibondo zio.

Dopo una serie di vicende, le palle di cannone tornano al legittimo proprietario, e Paperino riesce a consegnare allo zio anche i Bassotti della Steppa resi inoffensivi. I banditi sono letteralmente sparati in Siberia dallo stesso enorme cannone di proprietà del principe, e tutto sembra risolversi, se non che l'imperatore in persona chiede a Paperon delle palle di cannone per respingere definitivamente i francesi. A prezzo di un enorme sacrificio, Paperon accetta di inviare le munizioni d'oro all'esercito pur di aiutare la patria. Non si sa bene che fine abbia fatto il nobile: secondo alcune fonti si sarebbe trasferito in America, secondo altre sarebbe stato visto aggirarsi di notte nei dintorni della Beresina per cercare le palle di cannone.


CaratteristicheModifica

Paperon Paperzukoff è in tutto simile a Paperon de' Paperoni tranne che per l'abbigliamento; in genere veste secondo i canoni dell'eleganza dell'epoca in cui vive, con giacca, panciotto, cravatta e cappello a cilindro, mentre in casa porta una giacca da camera e una cuffia. Nella parodia dovrebbe ispirarsi al principe Bezuchov, padre del protagonista del romanzo tolstoiano Pierre; ma, a parte che, come generalmente nell'universo Disney, il rapporto padre-figlio è evitato e i due personaggi appaiono zio e nipote, Paperon Paperzukoff rispecchia quasi completamente il carattere di Paperon de' Paperoni, avaro, attaccatissimo al denaro, molto duro nei confronti del nipote, ma anche, alla fine, capace di un atto di grande generosità.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.